KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

In Pista Verde inizia la conquista del Veneto

Press Release by:
In Pista Verde inizia la conquista del Veneto
Gare

Sul cielo di Caselle, qualche nuvola non ha fermato la festa della prima prova della Veneto KartCup. Giunta alla sua edizione 2013 ha confermato la presenza di quasi 50 piloti, a caccia del titolo ufficiale di “Campione Veneto” karting anche se molti sono giunti da più lontano per la festa del trofeo “Le Cont –Pista Verde” di cui la gara era la seconda prova. Immancabili i “promo” che hanno reso la manifestazione davvero una festa di passione, di sport e di amicizia. E le gare: grandi emozioni , in alcuni casi davvero memorabili, soprattutto nelle categorie più giovani!


CRONACA DELLE GARE

60 Baby

Anche se i piloti di questa categoria erano solo tre, è stata una gara che ha regalato grandi emozioni e duelli intensi fino all’ultimo giro. Primo protagonista della giornata è stato Davide Mengon,  che alla prima gara della sua vita, piazza la pole. In prefinale vince, non senza combattere contro Francesco Miotto, secondo. Terzo è Filippo Chiamenti che ha qualche problema al mezzo. In gara 2 l’esperienza paga e Miotto riesce ad avere la meglio, vincendo davanti a Menegon che comunque non si è arreso fino all’ultimo metro. Ancora terzo Chiamenti.

60 Mini
Come spesso accade, i 10 piloti della 6 0Mini sono stati tra i più seguiti dagli appassionati e dal numeroso pubblico soprattutto per lo spettacolo che sempre sanno offrire. E’ stata una gara con un solo “tiranno”: Vittorio Travagin che ha siglato  pole, vittoria in prefinale ed in finale. In realtà è stata molto combattuta: i principali rivali sono stati Cristian Babbolin e Riccardo Martinello giunti secondo e terzo sia in prefinale che in finale. Da segnalare Loris Nart che, autore del giro più veloce in finale (39.908s), sarebbe potuto essere un antagonista di Travagin ma  la sfortuna lo ha colpito più volte.

KF3
I 5 piloti della KF3 hanno dato vita a gare vivacissime, ma il ruggito del “leone” Tommaso Basso è riecheggiato in pole, in prefinale ed in finale. Ottima seconda piazza di Giacomo Rech sia in gara 1 che in gara 2. In alcuni momenti avrebbe anche potuto sfidare Basso... In prefinale, è terzo Akeem Signor che non riesce a ripetere il risultato in finale: è Lorenzo Maiola a salire sul terzo gradino del podio dopo una buona gara 2, senza errori.

KF2
Il “doge” Andrea Rossi c’è. E conquista la pole con un tempo destinato a fare storia, per le motorizzazioni di tipo KF: 35.113. Il resto è la cronaca di un duello tra lo stesso Rossi e Luca Bilato che ha visto il doge vincere sia in gara 1 che in gara 2. Bilato è giunto sempre secondo, complice la sfortuna che lo ha colpito soprattutto in finale.

TAG Prodriver
Per i cinque amanti del mono-marcia prodriver non sono mancati i colpi di scena e le dure battaglie. La pole è andata a Giorgio Miotto, che ha meritatamente vinto la prefinale davanti a Marco Gazzola ed a Giuseppe Michelin. Ma la vivacità della prefinale si amplifica ancora di più in finale dove le posizioni si scambiano di continuo. La gara è durissima. Alla fine, cala il fumo della battaglia ed in piedi rimane un solo pilota: Fausto Zuccato che vince eroicamente la finale di una gara faticosa davanti a Miotto ed a Denis Ottavian autore di un buon terzo posto.

125 Prodriver PRO e KZ2
Accorpate le categorie 125 Prodriver e KZ2, la gara sembra una sfida “morale” tra Nicola Cogato, KZ2 e Simone Maman, 125 Prodriver PRO.  La qualifica da ragione a Cogato che però in prefinale ha problemi ad una  gomma, rientra ai box. Risolto, torna in gara ma ovviamente chiude ultimo. In finale tenta la rimonta. Non raggiunge Maman che vince in modo pulito e deciso. Nino Gerber è giunto secondo della PRO sia in prefinale che in finale:  ha condotto una buona gara considerato che era una delle prime esperienze alla Pista Verde. Segnaliamo la presenza del più giovane Maman, figlio di Simone, nella PROMO. La storia continua…  

 125 Prodriver AMA
11 piloti amatori, protagonisti di gare molto combattute con grandi battaglie, a volte davvero dure. In pole ha la meglio Omar Caon, molto sfortunato in prefinale. E’ il “diavolo” Marco Tessarollo a vincerla davanti a Efrem Piai e Gianluca Sgorlon, due esperti, profondi conoscitori del tracciato di Altivole. In finale Tessarollo bissa il successo sempre davanti a Piai, autore di una buona gara davvero. Omar Caon si prende la rivincita salendo sul terzo gradino del podio, anche se avrebbe meritato un risultato migliore.



La Pista Verde Karting
Ufficio Stampa

info@pistaverdekarting.com
www.pistaverdekarting.com

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY