KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

SUPER ROK. Ercolino si fa perdonare e…. batte il campione 2012 Cinti

Press Release by:
SUPER ROK. Ercolino si fa perdonare e…. batte il campione 2012 Cinti
Gare

Gianmarco Ercoli ha vinto la Rok Cup Italia da assoluto dominatore. Il giovane romano, che nella Rok è cresciuto, iniziando dalla Junior Rok, ha messo a segno un week-end impeccabile.


Ercoli si è preso la pole con 41.569, precedendo Rokker della caratura di Alessandro Vantini, Riccardo Cinti, Daniele Basiliotti e Lorenzo Caponi.
La determinazione di "Ercolino" (come lo chiamano amichevolmente nel suo team, il testa Racing) si è vista subito, con due vittorie, su due, nelle manche ed il primato anche in pre-finale.
Proprio durante le manche, Vantini, uno dei piloti più accreditati per il titolo, è scivolato su un bandiera gialla. Un sorpasso proibito è costato caro al bi campione internazionale, con la retrocessione in ultima fila ed il conseguente macigno di punti nella classifica.
Dopo la manche confermano le loro intenzioni Cinti, Caponi e, soprattutto, Basiliotti, unici in grado di insidiare, almeno a tratti, il leader Ercoli.
La finale si divide subito in due, da una parte Ercoli e Cinti che scappano in testa. L'altra corsa la guida, inizialmente, Basiliotti, il quale tiene a bada avversari durissimi
Nei venti giri della finale il duello tra i laziali Ercoli e Cinti è tiratissimo, fatto di giri record a raffica, al punto che i due si esprimono su prestazioni da qualifica.
Ercoli si piega in carena ad ogni giro, resta concentrato e non si volta mai. Cinti non molla il colpo, resta incollato al rivale e, sornione, prepara l'attacco decisivo.
La tensione sale alle stelle nell'ultimo giro quando Cinti, al tornante dei box, stacca tardi e tenta di trovare un varco nella guardia di Ercoli. Quest'ultimo non è da meno del rivale, sfodera il miglior pezzo del suo repertorio non lascia spazio e si va a prendere la Rok Cup Italia 2013!
Vivacissimo è il confronto per salire sul podio che si definisce nella seconda metà della gara. A segnare la corsa al podio è il confronto che si accende all'ottavo giro tra Vantini e Basiliotti. Il bi campione Internazionale, all'ottavo passaggio rompe gli indugi ed inizia a fare un pressing asfissiante su Basiliotti, che, da parte sua, si difende con intelligenza e determinazione.
Al nono passaggio, al culmine di uno spettacolare scambio di posizioni, Vantini azzarda una difficile staccata all'ultimo tornante del tracciato senese. La manovra si conclude con un contatto tra i due. Nel crash Vantini è out, Basiliotti riparte attardato e l'incolpevole Caponi, che seguiva i due litiganti, finisce fuori e si deve ritirare.
Vittorio Maria Russo non si lascia sfuggire l'occasione e si va a prendere un meritato podio tricolore, alle spalle di Cinti ed Ercoli.
Ai piedi del podio termina Gabriele Bensi che ha la meglio sul compagno di squadra Cristopher Zani.
Nelle prime fasi di gara va annotato lo stop di Osvaldi, scattato dalla terza fila.
Dalle retrovie si fanno largo Michele Imberti, Alessio Costantini e Paolo Baselli.
Proprio ad Imberti va lo scettro del record di sorpassi compiuti, ben diciotto, che lo portano dal fondo sino al setto posto finale. Baselli sale sino al decimo ed è il primo degli Elite 30 nella prova tricolore.
La vittoria di Ercoli su Cinti segna un ideale passaggio di consegne tra il Campione 2012, Cinti appunto, ed il nuovo vincitore della Rok Italia, Gianmarco Ercoli.
Al termine della corsa Ercoli ha detto: "Sono felice, sapevo che eravamo competitivi in tutte le condizioni, in particolare con molto grip in pista.
Sono stati venti giri tiratissimi, in cui non ho mollato neanche un istante e mi aspettavo l'attacco di Riccardo (Cinti) in quel punto."


Perché sapevi che ti avrebbe attaccato lì?
"Nell'ultima gara di zona fatta qui a Siena, lo avevo superato nella curva dei box, facendogli una staccata bella…… tirata. Per questo ero pronto al suo attacco, in quel punto esatto."

Nel giro d'onore segnavi la scritta "Testa" che hai sul tuo caso. Perché?
"Sono felice anche per il team ed in particolare per Enzo (Testa), con il quale corro da sempre. Mi devo far perdonare qualche cosa da Enzo ed oggi l'ho soddisfatto e questo è un'altra cosa che mi rende contento."

uff stampa OTK M&C

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY