KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

Varennes elegge Verstappen nuovo campione

Press Release by:
Varennes elegge Verstappen nuovo campione
Gare

Il nuovo Campione del Mondo CIK-FIA KZ è Max Verstappen (NL – CRG-TM), vincitore a Varennes (F) insieme a Boccolacci (F – Energy-TM), primo nella CIK-FIA International Super Cup KZ2.


Unica sicura previsione era quella su una gara combattuta curva per curva, prima che fosse assegnato il titolo di Campione del Mondo al miglior pilota della KZ 2013. Un pronostico rispettato in pieno, a incominciare dai primi metri di gara, quando il futuro vincitore, l’olandese Max Verstappen (CRG-TM-Bridgestone), si è presentato alla prima curva solo in terza posizione. A Varennes sur Allier, nella regione francese dell’Auvergne, sono stati almeno sei i piloti che, in stretto contatto tra loro, si sono disputati curva per curva il titolo iridato. Immagini di un Mondiale da vivere ancora, nella differita che rai Sport 2 si prepara a trasmettere martedì 22 alle 22:30, oltre che nel servizio speciale in preparazione per venerdì 27 alle 23:35.
 
Metro per metro il Mondiale KZ di Verstappen. Lo scatto in testa del bresciano Marco Ardigò (Tony Kart-Vortex-Bridgestone) e il veloce guizzo del monegasco Charles Leclerc (Art GP-TM-Bridgestone), che si è subito inserito alle spalle del leader e davanti a Verstappen, sono i primi momenti salienti di una gara che ha esaltato le doti anche del britannico Jordon Lennox-Lamb (CRG-Parilla-Briodgestone), pronto ad attaccare Ardigò subito dopo il sorpasso subito dal bresciano sia da Verstappen che da Leclerc. Senza contare il tentativo del bresciano Davide Forè (CRG-TM-Bridgestone), salito fino al quarto posto e pronto a sferrare l’attacco finale, prima di un contatto in bagarre che lo ha irrimediabilmente arretrato. Ha sfiorato il podio anche il meritevole trevigiano Paolo De Conto (Birel-TM-Bridgestone), fermo nel finale dopo aver sempre occupato le posizioni di vertice. Primo ad allontanarsi dalla battaglia è stato Verstappen, distanziando gli inseguitori dopo il sorpasso ai danni di Ardigò. Una corsa chiusa con un solitario arrivo sul traguardo a braccia alzate, frutto di una tattica prima d’attacco, poi conservativa, che ha premiato l’olandese. Dalla bagarre finale è emerso senza danni Leclerc, che ha concluso secondo per un soffio davanti a Lennox-Lamb. A seguire, un ottimo risultato lo ha ottenuto l’inglese Ben Hanley (Art-GP-TM), quarto dopo essere partito in 8. fila. Bravo anche il senese Mirko Torsellini (Tony Kart-Vortex), quinto dopo una rimonta dalla 7. fila, conclusa davanti all’olandese Bas Lammers, partito a sua volta in 9. fila.
 
A Boccolacci la CIK-FIA International Super Cup. Un altro dei piloti vincenti di nuova generazione è il francese Dorian Boccolacci (Energy-TM-Bridgestone), emerso dall’altra infuocata battaglia che si è svolta nella CIK-FIA International Super Cup.KZ2. Il sogno di alzare la Coppa è stato a lungo nella testa del neozelandese Daniel Bray (GP-TM-Bridgestone), in testa alla Finale fino all’attacco decisivo degli ultimi giri, in cui il teramano Loris Spinelli (CRG-TM-Bridgestone) aveva rilevato la leadership. Nelle fasi iniziali aveva provato il leccese Riccardo negro (DR-TM-Bridgestone) ad agganciare il leader, perdendo però ben presto terreno fino a essere ripreso dal gruppo. Migliore fortuna ha avuto il francese Alexandre Arrue (Praga-Parilla-Bridgestone), in grado nel finale di recuperare fino a portarsi in terza posizione. Boccolacci badava intanto a concludere davanti a tutti, una volta imposta la propria legge accumulando un sicuro vantaggio. Spinelli, secondo al traguardo, non ha invece gioito perchè penalizzato dai commissari per una manovra commessa nella bagarre finale. La posizione d’onore è stata così rilevata da Arrue, seguito da Bray. Negro è infine riuscito a concludere quarto, davanti al tedesco Alexander Schmitz e al veneto Nicola Marcon (entrambi su Tony Kart-Vortex).
 
Il Cik-FIA Academy Trophy si conclude con la doppietta di Besler. Il turco Berkay Besler ha messo il proprio sigillo in entrambe le Finali negli ultimi giri di gara, regolando il francese Gautier Becq e lo spagnolo Arturo Melgar in Race 1, e l’italiano Edoardo Tolfo e ancora Melgar in Race 2. La vittoria finale del Trofeo, che si corre con i mezzi Parolin-FIM-Vega, è andata al belga Maxime Potty, grazie al successo nella tappa belga di Genk e ai successivi ottimi piazzamenti. Secondo ha concluso Melgar e terzo Besler.

 

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY