KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

Allo svizzero Bar la finalissima Rok Cup di Lonato

Allo svizzero Bar la finalissima Rok Cup di Lonato
Gare

Gli altri vincitori sono tutti italiani. A cominciare da Abrusci nella Mini, Durante o Di Cori nella Junior (sub-judice), Cinti nella Super e Bonetti nella Shifter.

Sempre gare di alto livello, sia agonistico che di partecipazione, nella finalissima internazionale Rok Cup a Lonato. La gara della classe principale ha visto una partenza un po’ caotica sul lato del poleman Asaa, avvantaggiando Frankowski; ma alla fine Stefan Bar che era scivolato quarto ha recuperato fino alla prima posizione, con Carlo Aldera che l’ha tallonato fino alla fine aspettando una sbavatura che non c'è stata. 

La Mini Rok è stata molto combattuta, prima fra Sciarra e Watt, poi anche Muizz, ma alla fine è stato Nicola Abrusci ad uscire nel giri finali allungando leggermente verso la vittoria e lasciando gli altri nella bagarre. Lotta ravvicinata anche nella Junior, finché Cosimo Durante riesce a prendere il comando e mettere un piccolo margine su Alessandro Di Cori, arrivando al traguardo nell’ordine. Però nel sorpasso c'è stato un contatto che i commissari hanno deciso di sanzionare con 3 secondi di penalità (che significherebbero il sesto posto finale per Durante): è stato però inoltrato reclamo, per cui la classifica è sub-judice. Nella Super Rok la sfida iniziale fra Michele Imberti e Riccardo Cinti vede prevalere quest’ultimo, al quale si accoda poi Gianmarco Ercoli; però Cinti riesce a mantenere quel paio di metri che impediscono l’attacco fino al traguardo. Infine nella Shifter, categoria alla prima occasione di assegnare il titolo internazionale, Paolo Bonetti ha preso il comando e allungato senza che nessun altro riuscisse a tenerne il passo, precedendo Gaetano Cioffi e Andrea Tonoli. 

http://www.vortex-rok.com/rok_international_final/2013/index_ita.php

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY