KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

WSK CHAMPIONS CUP A MURO LECCESE (LE) - GARE FINALI

Press Release by:
WSK CHAMPIONS CUP A MURO LECCESE (LE) - GARE FINALI
Gare

Nella WSK Champions Cup a La Conca, vittoria nelle finali per Lorandi (I – Tony Kart-TM) in KF, Hanley (GB – ArtGP-TM) in KZ2, Ahmed (GB – FA Kart-Vortex) in KFJ e Fusco (I – Lenzo Kart-LKE) nella 60 Mini. Le Finali saranno trasmesse in differita da RaiSport 2 il 5 marzo alle 18:00.


La WSK Champions Cup infiamma la tribuna a La Conca.

Il ritorno di un sole primaverile ha fatto da contorno a una giornata da antologia, al Circuito Internazionale La Conca. La prima tappa della WSK Champions Cup di karting ha riservato a una tribuna particolarmente gremita di pubblico una serie di gare dalla grande tensione sportiva, accentuata dal gran lavoro che si era appena consumato sotto le tende dei team presenti: modificare l’assetto dei kart, per riportare i mezzi alle specifiche del fondo asciutto, è stata la dominante tecnica della giornata, una volta terminati i capricci meteo che ieri avevano portato in pista pioggia e basse temperature. I risultati odierni, per niente facili da pronosticare, si sommeranno la prossima settimana con quelli della seconda tappa della WSK Champions Cup, che dopo aver onorato i vincitori delle gare, potrà stilare la classifica a punti definitiva.


Lorandi senza rivali in KF.

Alla sua seconda gara in KF Alessio Lorandi (Tony Kart-TM-Dunlop), fresco Campione del Mondo della KFJ, ha subito messo in chiaro che quest’anno sarà fra i protagonisti della categoria. Dopo essersi aggiudicato la vittoria nella Prefinale, il bresciano ha preso il comando delle operazioni in Finale, accumulando giro dopo giro un vantaggio che non ha lasciato nessuno spazio di manovra agli avversari. Nelle posizioni di rincalzo i duelli non sono mancati: i più agguerriti sono stati il polacco  Karol Basz (Tony Kart-Vortex-Dunlop) e il danese Nicklas Nielsen (Kosmic-Vortex-Dunlop), che hanno animato la battaglia per il podio. Dopo diversi scambi di posizione, a pochi giri dal termine Basz ha strappato all’avversario la seconda posizione, riuscendo a tenere a bada gli attacchi di Nielsen fino alla bandiera a scacchi. Lorandi guida la classifica della WSK Champions Cup, seguito dal francese Julien Darras (Kosmik-Vortex-Dunlop) vincitore della Prefinale A.


Ahmed conquista la KF Junior.

Alla vigilia della finale il pronostico per la vittoria era complicato, visti i tanti piloti che potevano puntare al successo. I più accreditati erano l’inglese Enaam Ahmed FA Kart-Vortex-Vega) e il tedesco Mick Junior (Tony Kart-Vortex-Vega), vincitori delle rispettive Prefinali A e B e perciò allineati in prima fila nella Finale. Il più veloce al via è stato il britannico, mentre il tedesco ha perso lo spunto iniziale rallentando anche i piloti che lo seguivano. A lottare per il podio si sono ritrovati quindi Ahmed, in testa dal primo all’ultimo giro, il danese Daniel Ticktum (Zanardi-Parilla-Vega) e il russo Matvey Maslov (Tony Kart-Vortex-Vega) che hanno infine  concluso nell’ordine. Mick Junior, che è sembrato poter puntare al podio, nel finale ha invece perso una posizione a favore dell’inglese Max Fewtrell (FA Kart-Vortex-Vega), terminando quinto. Ahmed si è portato al comando della classifica a punti, precedendo Ticktum e Mick Junior.


Nella bagarre in KZ2 trionfa Ben Hanley.

E’ stata una gara da vivere tutta d’un fiato la finale della KZ2. Favorito il belga Jonathan Thonon (Praga-Parilla-Bridgestone), autore della pole position e della vittora nella Prefinale, ma meno rapido al via del francese Jeremy Iglesias (Lenzo Kart-LKE-Bridgestone), con lui in prima fila. Thonon ha recuperato subito, installandosi in testa, insidiato dall’inglese Ben Hanley (Art GP-TM-Bridgestone), il quazle solo nell’ultima parte di gara è riuscito a portarsi al comando. Thonon è poi stato costretto al ritiro per un problema tecnico, mentre Iglesias ha ceduto la posizione agli scatenati  Flavio Camponeschi (Tony Kart-Vortex-Bridgestone) e Riccardo Negro (Top Kart-TM-Bridgestone), autori di un acceso duello per la conquista del podio. La bandiera a scacchi vede transitare per primo Hanley, seguito dal romano Camponeschi e dal leccese Negro. Hanley è il leader della classifica generale, seguito da Iglesias e Camponeschi.


Fusco si conferma nella 60 Mini.

Il napoletano Giuseppe Fusco (Lenzo Kart-LKE-Vega) ha confermato nella Finale le prestazioni che lo hanno visto protagonista in tutto il fine settimana, a colpi di pole position nelle prove e di vittorie nelle manche, completando con il successo in Prefinale A. Non poteva mancare la vittoria in Finale, dove Fusco ha regolato lo spagnolo David Vidales (FA Kart-LKE-Vega), giunto secondo. Il russo Dmitrii Bogdanov (Tony Kart-LKE-Vega), già vincitore della Prefinale B, ha completato il podio chiudendo in terza posizione. La classifica provvisoria vede Fusco al comando seguito da Bogdanov.


Le Finali WSK in TV.

Per rivivere le emozioni delle finali, l’appuntamento è  per mercoledì 5 marzo, alle 18:00 su Rai Sport 2, per la differita da Muro Leccese.

Download: 

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY