KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

WSK CHAMPIONS CUP A MURO LECCESE (LE) - 2. ROUND - GARE FINALI

Press Release by:
WSK CHAMPIONS CUP A MURO LECCESE (LE) - 2. ROUND - GARE FINALI
Gare


Nella prova finale della WSK Champions Cup a Muro Leccese, vittoria in gara per Pex (NL – CRG-TM KZ2), Basz (PL – Tony-Vortex KF), Fewtrell (GB – FA Kart-Vortex KF Junior) e Abdul Gafar (MAL – Hero-LKE 60Mini).
Mercoledì 12 marzo alle 18:00 le Finali in differita da Rai Sport 2.
 
Le prime vittorie WSK 2014 sono state assegnate a La Conca.
Nel ristretto intervallo di una settimana, i primi sigilli della vittoria in WSK sono stati consegnati a La Conca, nel secondo e decisivo appuntamento della WSK Champions Cup di karting. Tra le due manifestazioni, svoltesi sul circuito di Muro Leccese in due fine settimana consecutivi, quella di oggi ha sovvertito molti dei pronostici espressi domenica scorsa. Le stesse Finali di oggi pomeriggio non hanno affatto ricalcato i valori emersi dalle manche di qualifica, riservando ulteriori sorprese. Buon per il pubblico, che dal live streaming del sito ufficiale wsk.it, o direttamente dalla tribuna particolarmente gremita a bordo pista, ha seguito lo svolgersi delle gare.

Pex sorprende tutti in KZ2.
Dopo aver sofferto nelle prove ufficiali, è stata laboriosa la rimonta di Jorrit Pex (CRG-TM-Bridgestone) nelle manches. L’olandese, risalito nelle prime posizioni di partenza, ha avuto buon gioco in una Finale particolarmente incandescente, nella quale il britannico Ben Hanley (Art GP-TM-Bridgestone), leader di classifica, le ha provate tutte per attaccare i piloti di testa. Niente da fare per il belga Rick Dreezen (Zanardi-Parilla-Bridgestone), vincitore della Prefinale, né per il francese Jeremy Iglesias (Lenzo Kart-LKE-Bridgestone), andato in testa nei primi giri della Finale: in questa fase, ricca di scambi di posizione, Pex ha trovato il varco per sgusciare al comando e prendere definitivamente il largo. Alle sue spalle il romano Flavio Camponeschi (Tony Kart-Vortex-Bridgestone) ha resistito al secondo posto, nonostante gli attacchi di Hanley. Quest’ultimo ha perso posizioni nella bagarre finale, a vantaggio del belga Jonathan Thonon (Praga-Parilla-Bridgestone), che ha concluso sul podio. Il 6. posto rimediato da Hanley ha però garantito all’inglese la vittoria finale nella WSK Champions Cup.

Basz fa en plein in KF.
Il duello nella Finale KF ha avuto per protagonisti l’inglese Callum Ilott (Zanardi-Parilla-Dunlop) e il polacco Karol Basz (Tony Kart-Vortex-Dunlop). Il primo cercava di invertire a suo favore l’ordine di arrivo della Prefinale B, vinta da Basz. Quest’ultimo era invece a caccia della vittoria finale in classifica, da strappare al leader ai punti Alessio Lorandi (Tony Kart-TM-Dunlop), che nella stessa Prefinale aveva concluso solo terzo. Dopo uno scambio di posizioni tra i primi due, la Finale ha infine sancito il successo di Basz, andato in testa nel finale davanti a Ilott. Il bresciano Lorandi non si è invece mai avvicinato ai due, perdendo in questo modo il confronto nella classifica WSK Champions Cup, vinta infine da Basz.

Fewtrell batte tutti in KF Junior.
Aveva la concorrenza in casa l’inglese Max Fewtrell (FA Kart-Vortex-Vega), vincitore della Finale KF Junior, categoria comandata ai punti dal suo compagno di team e connazionale Enaam Ahmed. Quest’ultimo, perso terreno in partenza, ha dovuto rimontare parecchio per non perdere il comando in classifca. Dietro Fewtrell allontanatosi in testa alla gara, si era intanto installato il pordenonese Lorenzo Travisanutto (PCR-TM-Vega), che ha infine concluso staccato al secondo posto davanti al britannico Daniel Ticktum (Zanardi-Parilla-Vega). Nessuno di questi temibili inseguitori è comunque riuscito a scavalcare in classifica Ahmed, il quale con i punti del 9. posto conquistato è riuscito a salvare la vittoria finale in WSK.

Gafar su tutti nella 60 Mini.
Ribaltando i pronostici della vigilia, Muizz Gafar (Hero-LKE-Vega) si è aggiudicato la Finale e la classifica della 60 Mini. Secondo in Prefinale B, il malese ha conquistato il comando in pochi giri, ai danni del russo Bogdan Fetisov (Hero-LKE-Vega). Con Gafar che prendeva il largo, Fetisov ha dovuto guardarsi dagli attacchi del  turco Mehmet Dalkiran (Top Kart-Parilla-Vega), che senza successo ha cercato di insidiargli la posizione fino al traguardo. Il canadese Antonio Serravalle (Tony Kart-LKE-Vega), dominatore nelle manches, attardato nei primi giri, ha rimontato fino alla quinta posizione.

Le Finali in TV.
Mercoledì 12 a partire dalle 18:00 ci sarà così l’opportunità di rivivere le emozioni delle Finali trasmesse in differita da Rai Sport 2.

Download: 

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY