KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

WSK CHAMPIONS CUP A MURO LECCESE (LE) - CLASSIFICA FINALE

Press Release by:
WSK CHAMPIONS CUP A MURO LECCESE (LE) - CLASSIFICA FINALE
Gare

PARTENZA RIUSCITA DELLA STAGIONE WSK A LA CONCA, CON LA WSK CHAMPIONS CUP. SOPRA, UNO START NELLE GARE KFJ.


Le classifiche finali assegnano la WSK Champions Cup a Hanley (GB – ArtGP-TM KZ2), Basz (PL – Tony-Vortex KF), Ahmed (GB – FA Kart-Vortex KF Junior) e Abdul Gafar (MAL – Hero-LKE 60Mini).
Mercoledì 12 marzo alle 18:00 le Finali in differita da Rai Sport 2.

 
Il karting WSK presenta su Rai Sport 2 i suoi primi vincitori 2014.
Nell’annuario della stagione 2014 di WSK Promotion entra per prima la WSK Champions Cup, breve, nervosa serie di due soli appuntamenti andati in scena sul medesimo tracciato, al Circuito Internazionale La Conca. Domenica scorsa, a Muro Leccese, è stata stampata in volata la classifica finale di questo doppio evento, del quale la differita TV sta per offrire l’appassionante epilogo. L’appuntamento con le Finali delle quattro categorie in gara è con Rai Sport 2, domani 12 marzo alle 18:00.

Basz domina in gara e vince la classifica KF.
Il bresciano Alessio Lorandi (Tony Kart-TM-Dunlop) e il polacco Karol Basz (Tony Kart-Vortex-Dunlop) si sono alternati nel dominare le gare della KF, nei due weekend di gara. Basz ha infine prevalso in classifica grazie ai piazzamenti ottenuti al primo appuntamento, prestazione che a Lorandi, a parti invertite nel secondo weekend, non è riuscita altrettanto bene. Domenica scorsa, aver ottenuto solo il terzo posto in Finale ha definitivamente allontanato Lorandi dalla lotta in classifica, dove Basz è rimasto primo con uno scarto di soli 10 punti. In una categoria in costante fermento, il britannico Callum Ilott (Zanardi-Parilla-Dunlop ha concluso bene, conquistando il terzo posto sul francese Julien Darras (Kosmic-Vortex-Dunlop), new entry tra i top driver della categoria. Al quarto e al quinto posto hanno concluso i due russi Egor Stupenkiv (Energy-TM-Dunlop) e Nikita Mazepin (Tony Kart-Vortex-Dunlop), autori di piazzamenti importanti.

Per Hanley una combattuta vittoria in KZ2.
I più forti driver internazionali hanno tenuto desta l’attenzione sulla classifica KZ2, nonostante l’iniziale dominio di Ben Hanley (Art GP-TM-Bridgestone), uscito con un cospicuo vantaggio dalla prima gara del 2 marzo. Il britannico, vinta la Finale al primo appuntamento, si è visto prima raggiungere nella seconda tappa dal belga Rick Dreezen (Zanardi-Parilla-Bridgestone), vincitore della Prefinale, per poi rientrare in una lotta multipla in Finale, tanto da rischiare lo stesso successo in classifica. Il romano Flavio Camponeschi (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), con i punti del secondo posto che andava a ottenere dietro l’imprendibile olandese Jorrit Pex (CRG-TM-Bridgestone), si era infatti manifestato come il più pericoloso avversario per Hanley, che in un disastroso ultimo giro era precipitato dal terzo al sesto posto: un risultato appena sufficiente, per l’inglese, per chiudere da vincitore la WSK Champions Cup, pur se per appena 8 punti su Camponeschi. Ottima anche la prestazione di Pex, lanciato dalla vittoria in Finale al terzo posto conclusivo in classifica. Buona anche la prova di Dreezen, quarto davanti al connazionale Jonathan Thonon (Praga-Parilla-Bridgestone) e al francese Jeremy Iglesias (Lenzo Kart-LKE-Bridgestone), entrambi molto concreti nei risultati di entrambi gli appuntamenti.

Ahmed vince al fotofinish in KF Junior.
Di soli tre punti è il gap che separa gli inglesi Enaam Ahmed e Max Fewtrell (entrambi su FA Kart-Vortex-Vega) al vertice nella classifica finale della KF Junior. I due compagni di team si sono divisi i maggiori successi alternandosi alla vittoria nelle due tappe, con il risultato che il maggior punteggio in palio al secondo appuntamento della Serie, conquistato da Fewtrell con una limpida vittoria in Finale, stava per costare il successo finale a Ahmed, scivolato allo start nella seconda metà del plotone. A una partenza così disastrosa, che ha vanificato la prima fila condivisa al via con Fewtrell, Ahmed ha rimediato con una rimonta a prima vista impossibile, coronata infine con un nono posto appena sufficiente, per l’inglese dalle origini orientali, ad assicurarsi un pur minimo vantaggio sul proprio team-mate e fare sua la WSK Champions Cup. Notevole anche il britannico Daniel Ticktum (Zanardi-Parilla-Vega), terzo sia sul podio di Muro Leccese che nella classifica finale, così sempre più competitivo è apparso Mick Junior, quarto nel ranking. Piacevole sorpresa è stato a La Conca il pordenonese Lorenzo Travisanutto (PCR-TM-Vega), che con un convincente secondo posto in Finale è risalito al quinto posto in classifica, davanti al belga Benjamin Lessennes (Kosmic-Parilla-Vega) apparso altrettanto positivo.

Gafar sorpassa tutti in 60 Mini.
In 60 Mini un imprevisto alla partenza di una manche di qualifica, nel secondo appuntamento, ha tagliato fuori dalla corsa alla vittoria finale il napoletano Giuseppe Fusco (Lenzo Kart-LKE-Vega), che da quel momento non ha potuto che risalire faticosamente posizioni. E’ stato un peccato non averlo visto lottare in Finale insieme a un terzetto di testa davvero straordinario, formato dal malese Muizz Gafar, dal russo Bogdan Fetisov (entrambi su Hero-LKE-Vega) e dal  turco Mehmet Dalkiran (Top Kart-Parilla-Vega): i tre hanno messo in atto un gran finale nella categoria dei giovanissimi, restando costantemente a stretto contatto fino al traguardo, che ha infine salutato la vittoria di Gafar, trionfatore finale nella WSK Champions Cup. Il piccolo asiatico è riuscito in questo modo a scavalcare ai punti Fusco, bravissimo nel risalire fino alla quarta posizione in gara per conquistare il secondo posto in classifica, davanti a Fetisov. Grazie ai migliori risultati nella prima tappa lo spagnolo David Vidales (FA Kart-LKE-Vega) ha concluso al quarto posto, davanti alla sorpresa canadese Antonio Serravalle (Tony Kart-LKE-Vega), che al secondo appuntamento ha lottato sempre nelle prime posizioni. Rammarico per Skeed (Top Kart-Parilla-Vega), che pur avendo meritato di occupare le più alte posizioni in classifica, si è piazzato sesto, uscendo troppo presto dalla lotta di testa nella Finale di domenica scorsa.

Credits: press@wskarting.com

Download: 

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY