KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

Tutti i risultati di Wackersdorf

Press Release by:
Tutti i risultati di Wackersdorf
Gare

A Wackersdorf (D) Thonon (B – Praga-Parilla KZ), Juodvirsis (LT – Energy-Maxter KZ2) e Vromant (F – Parolin-FIM Academy) vincono la seconda tappa dell’ Europeo CIK-FIA KZ e KZ2 e dell’Academy Trophy. Da Rai Sport 2, le Finali di oggi saranno in differita mercoledì 16 alle 20, con servizio speciale venerdì 10 alle 23:55.


Capovolgimenti di classifica: questa è la sintesi migliore della seconda prova del Campionato Europeo CIK-FIA di Karting per le categorie KZ e KZ2, seconda tappa anche del CIK-FIA Karting Academy Trophy. Una giornata, quella odierna, caratterizzata da gare combattute fino alla bandiera a scacchi, tali da portare alla ribalta protagonisti che nelle giornate precedenti non erano ancora arrivati alla vittoria. Anche le classifiche di Campionato vedono nomi nuovi in testa, lasciando aperto ogni possibile risultato e rimettendo alla prossima e conclusiva prova di Kristianstad (S) il verdetto finale. A rendere più elettrizzante il confronto in pista è stata la pioggia, che a tratti ha imperversato sul circuito bavarese, senza però influenzare il responso della pista. Mercoledì 16 luglio alle 20:00 Rai Sport 2 trasmetterà la differita delle Finali, cui seguirà  venerdì 18 alle 23.55, sulla stessa rete, il servizio speciale di riepilogo.

Alla fine Thonon trionfa in KZ
Non è certo stata una finale per i deboli di cuore quella della KZ, con un sestetto di piloti intenzionati a non lasciare nulla agli avversari. Dalla prima fila è scattato bene il belga Rick Dreezen (Zanardi-Parilla-Bridgestone), bruciando l’olandese Bas Lammers (FK-Parilla-Bridgestone), partito dalla pole come vincitore della Prefinale. Il bresciano Marco Ardigò (Tony Kart-Vortex-Bridgestone) si è accodato in terza posizione, ma poco dopo un problema al motore lo ha costretto al ritiro. Intanto il belga Jonathan Thonon (Praga-Parilla-Bridgestone), partito ottavo, si era aggiunto alla partita, insieme ai britannici Ben Hanley (ArtGP-TM-Bridgestone) e Jordon Lennox-Lamb (CRG-Maxter-Bridgestone) e al romano Flavio Camponeschi (Tony Kart-Vortex-Bridgestone). Thonon è riuscito a prendere la testa dopo pochi giri, mentre per le posizioni alle sue spalle, mai dalla certa fisionomia, si è dovuto attendere la bandiera a scacchi per decretare la classifica. Infine il belga è stato accompagnato sul podio dal connazionale Dreezen, giunto secondo, e da Bas Lammers, terzo. Grazie alla piazza d’onore, Dreezen prende ora la testa della classifica di Campionato, con 15 punti di vantaggio sullo sfortunato Ardigò. 

Juodvirsis prende il comando in KZ2
Aveva già fatto valere le sue doti velocistiche nelle manche il tedesco Maik Siebecke (CRG-Modena-Bridgestone) e non è stata una sorpresa vederlo scattare in testa nella partenza della finale, con un balzo dalla quinta fila. Il ceco Jan Midrla (Birel-TM-Bridgestone), scattato dalla pole, ha provato a portarsi al comando, ma il tedesco ha chiuso la partita riportandosi davanti. Intanto, giro dopo giro, dalla tredicesima posizione di partenza compiva la sua rimonta il lituano Simas Juodvirsis (Energy- TM-Bridgestone) portandosi prima a a ridosso dei primi, per poi completare l’opera stabilendosi in testa. Il confronto è continuato per la seconda posizione fra Midrla e Siebecke, fino a quando un contatto tra i due ha fatto scivolare il tedesco al quarto posto. Joudvirsis è salito per primo sul podio, seguito da Midrla e dall’irlandese John Norris (Mach1-TM-Bridgestone), terzo. Midrla è stato poi penalizzato per il contatto con Siebecke, salito così al terzo posto dietro Norris. La vittoria odierna consente a Juodvirsis di prendere il comando in Campionato, con sette punti di vantaggio sul bresciano Andrea Dalè (CRG-Maxter-Bridgestone), che è rimasto indietro per tutto il fine settimana.

Nell’Academy è Vromant il vincitore
Grandi battaglie anche nel CIK-FIA Academy Trophy, dove il francese Alexandre Vromant ha preso il comando delle operazioni a metà gara, quando è riuscito a prevalere in una lotta tra cinque piloti, che ha coinvolto l’olandese Richard Verschoor, il giapponese Kakunoshin Ota, il turco Berkay Besler e l’olandese Rinus van Kalmthout (tutti sui Parolin-FIM-Bridgestone), che hanno concluso nell’ordine. Con i punti conquistati oggi, che si aggiungono a quelli del precedente successo di Genk (B), Ota raggiunge la vetta della classifica di Campionato, con soli due punti di vantaggio su van Kalmthout.
 
 

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY