KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

Norris e Ahmed sul tetto del mondo con RFM

Norris e Ahmed sul tetto del mondo con RFM
Gare

Il mondiale KF e KFJ si conclude in modo eccezionale per Lando Norris, Enaam Ahmed e Ricky Flynn Motorsport. Un dominio assoluto che premia il lavoro estenuante e certosino del team inglese con una storica doppietta.


Nella KF, Norris (FA Kart/Vortex) parte bene ma è il compagno di squadra Daruvala a prendere il comando, mentre Joyner (Zanardi/Parilla) scivola in mezzo al gruppo. Dietro al duetto di testa, Nikita Mazepin (Tony Kart/Vortex) è altreattanto veloce, e per i primi 10 giri i tre sono separati da una manciata di decimi. Intanto Norris prende un buon ritmo, ne ha di più e si vede, perché aumenta il suo margine e lascia gli altri due a lottare per il podio. L’inglesino è inarrestabile, fa segnare il giro veloce e agguanta una vittoria meritata, cogliendo la doppietta per RFM dopo la vittoria del compagno di squadra Ahmed in KFJ mezz’ora prima. Negli ultimi giri la bagarre per il podio si fa incandescente, Mazepin ne ha di più, attacca Daruvala che cerca di difendersi come può ma viene infilato dal russo a poche curve dal traguardo. Incredibile rimonta di Callum Ilott (Zanardi/Parilla), da 32esimo in griglia a 4o sotto la bandiera a scacchi.
 
Nella KFJ, Enaam Ahmed è imbattibile. Si fa infilare da Daniel Ticktum (Zanardi/Parilla) alla partenza, ma non si scompone tanto che nella curva successiva il pilota di Strakka apre il gas troppo in fretta e si gira, creando scompiglio. Ahmed lo evita, gli altri fanno lo slalom e l’inglese si ritrova con 1 secondo e mezzo di vantaggio dopo il primo giro. Unico a provare a tenergli testa è il belga Benjamin Lessennes (Kosmic/Parilla) con Mick Junior (Tony Kart/Vortex) che segue attardato in 3° posizione. Il belga chiede troppo al suo mezzo e al giro 8 è costretto al ritiro, fermo dopo il misto. Mick Junior eredita la 2° piazza, ma il distacco è cospicuo, oltre 6” alla bandiera a scacchi. Rimonta da annali anche per il venezuelano Baiz (Kosmic/Parilla) risalito dal fondo della griglia fino al terzo gradino del podio.
 

Download: 

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY