KARTING

EMOZIONE & PASSIONE

FacebookTwitterInstagramYoutubePocketMags

Kerpen: il leggendario tracciato sta per scomparire

Kerpen: il leggendario tracciato sta per scomparire
Speciale

Nel 2020, nella zona attuale del circuito, la pista di Kerpen verrà convertita in una miniera di lignite.

Dopo l’autodromo di San Pancrazio a Parma e la pista d’Oro di Roma, l’ennesima kartodromo sta per scomparire.

Questa volta è il turno del Kerpen Racetrack in Germania, la pista su cui gli Schumacher e Sebastian Vettel hanno iniziato la loro carriera. "È un peccato: qui la tradizione e la promozione dei giovani di successo stanno morendo allo stesso tempo" ha commentato Ralf Schumacher, proprietario di KSM Motorsport e team manager. I 550 membri del club di kart (inclusi 150 bambini) di Michael Schumacher devono dire addio al famoso Erftlandring. La pista era una seconda casa per generazioni di ragazzi e ragazze che hanno imparato l'ABC da gara, la stessa pista che ha prodotto ben sei piloti di Formula 1.

La miniera di lignite sarà di proprietà di RWE Group, la società tedesca che opera nei settori commerciali della generazione convenzionale di energia e del commercio di energia. La concessione del terreno su cui si trova l'autodromo scade nel 2020 e i tentativi di trovare una soluzione, che includesse l'opzione di una nuova e vicina ubicazione, sono stati vani. "Non ci sarà una nuova pista di go-kart e la ricerca congiunta con RWE di un nuovo sito che ha il supporto dei vicini non ha funzionato", ha detto Ralf Schumacher.

Secondo 'Express', il terreno è valutato tra 8 e 12 milioni di euro e il sindaco di Kerpen, Dieter Spürck, afferma che mantenere la pista significherebbe solo una riduzione dello 0,25% dell'area di estrazione di RWE. Nonostante tutto, è arrivato il rifiuto di spostare i limiti per evitare di creare precedenti in situazioni future e il kart di Kerpen, così come il club dove si allenano più di 150 bambini, sarà storia. "Per noi, l'importante non è il risarcimento, abbiamo bisogno di una pista di go-kart, senza una struttura sportiva per i nostri membri, non ci sarà neanche un club", afferma Gerhard Noack, presidente del KSM Racing Club.

Lascia il tuo commento:

OKKART srl © COPYRIGHT 2016 | P.IVA 02629390598 | PRIVACY POLICY