Kart Prix of Germany KZ/KZ2/FIA Academy – Anteprima

- Campionato Europeo CIK FIA
Archiviato il primo appuntamento con il Campionato Europeo FIA OK e OKJ, anche le classi a marce e l’Academy FIA aprono il sipario sulla stagione continentale.

Sul tracciato di Wackersdorf (Germania), i protagonisti di KZ, KZ2 e FIA Academy Trophy sono pronti a scendere in pista per darsi battaglia nel primo round del calendario.

KZ – Sodi vs Tony Kart?
Visti i recenti appuntamenti con la classe regina, quello che ci si aspetta per il primo weekend a marchio FIA è l’ennesimo capitolo della sfida al vertice che, almeno per ora, sembra un duetto Sodi Kart – Tony Kart.
Bas Lammers e Adrien Renaudin proveranno fin da subito a imporre il proprio ritmo, già dimostrato negli appuntamenti WSK. L’olandese ha dalla sua la vittoria della Super Master Series e la voglia di tornare ai piani alti, il collega Renaudin proverà invece a bissare il successo dello scorso anno in KZ2.
Oltre al team francese, gli altri top team non resteranno di certo a guardare, ecco dunque la grande attesa per l’armata Tony Kart con Marco Ardigò, Simo Puhakka e Matteo Viganò. Il tridente di Prevalle ha dato buoni segnali nel pre-stagione, cosa che vorrà fare anche per l’inizio di questa nuova sfida europea.
Cresce l’attesa anche per Paolo De Conto, ad un passo dall’ennesimo titolo nella passata stagione con i colori CRG, stesso discorso per Pedro Hiltbrand chiamato all’anno delle verità. Altrettanto attesi i possibili outsider di lusso come Kremers e Irlando (Birel Art), Dreezen (KR), Celenta (Praga), Pex (KR), Abbasse (Sodi) e Iglesias (Formula K).

KZ2 – Italiani pronti al riscatto
Dopo la sfida tutta “alpina” della passata stagione, la KZ2 si appresta a vivere l’ennesimo anno di bagarre e incertezza fino a fine stagione. Orfana di Renaudin e Viganò, la classe gemella della KZ troverà facilmente altri nomi caldi tra i numerosi volti dell’entry list 2019.
Dopo il secondo posto della passata stagione, occhi puntanti su NGM Motorsport e il Campione Italiano Giacomo Pollini, pronto a dare seguito a quanto di buono fatto fino a questo momento. Pollini non sarà l’unico italiano a lottare per la corona, grandi attese anche per Riccardo Longhi (Birel Art), già protagonista del 2018 e Alessio Piccini (Tony Kart). I driver italiani, ampliati da Marco Valenti e Filippo Berto per i colori CRG, lotteranno presumibilmente fin da subito con le giovani promesse della categoria, David Vidales (Tony Kart) e soprattutto Emilien Denner (CPB). Il francese, già vincitore in questa stagione, è il grande atteso della categoria, merito anche del sedile ereditato proprio dal campione uscente Renaudin.
Tra le tante possibili sorprese, occhio soprattutto ai padroni di casa tedeschi come Maximilian Paul per i colori DR e Alexander Schmitz (Renda Motorsport). 

FIA Academy Trophy – Tutti in pista!
Il trofeo a marchio FIA e OTK, è pronto a scrivere l’ennesima pagina della sua storia. Dopo la vittoria di Mari Boya (Spagna) della scorsa stagione, nuovi protagonisti e nuove nazionalità prenderanno parte alla kermesse. Tra i favoriti, senza alcun dubbio, spiccano alcuni dei protagonisti della stagione FIA OKJ come Doods (GBR), De Haan (OLA), Ho (SIN) e Delbart (FRA) tra gli altri. Come possibili outsider, Ferrari (ITA), Wurz (AUT) e Rauer (GER).

La battaglia inizierà già da domani con le prime qualifiche della stagione, appuntamento con le manche nella giornata di sabato 4, gran finale domenica 5 maggio.

S.Corradengo
Credits: FIA - KSP

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!
Follow Us on Facebook