Domande social a… Dino Beganovic!

- Speciale
Il nuovo orgoglio del karting, Dino Beganovic, è il personaggio del mese per il consueto Spazio Social.

Beganovic ha rappresentato per il karting un chiaro esempio di progressi e passi da gigante con impegno e dedizione stagione dopo stagione. Vero e proprio simbolo della Ward Racing, Dino ha portato in alto i colori del proprio team riuscendo a primeggiare in classi dallo spessore enorme come OKJ e soprattutto OK dove più volte ha lottato con gli attuali mostri sacri della categoria. Benvoluto da tutti nel paddock, Dino non si è mai fatto trovare impreparato in quel racing mood che l’ha sempre contraddistinto e che sicuramente lo guiderà in macchina, una maturità sportiva rara per la sua età. Il coronamento di tutto ciò, tuttavia, oltre alla Formula 4, parla ancora italiano e risponde al nome di Scuderia Ferrari. Beganovic è infatti nel programma Academy della rossa da inizio anno, una soddisfazione enorme dopo gli anni del karting. Grazie ai virtual GP, Beganovic ha inoltre già rappresentato la Ferrari correndo nel GP del Bahrain e battagliando con nomi del calibro di Nico Hülkenberg. Oltre al simracing e ai sogni da pilota, con le consuete modalità, Beganovic ha risposto alle vostre domande!

In questo momento così difficile come ti stai tenendo in forma sia fisica che psichica?
«Questi sono indubbiamente tempi molto difficili in ogni parte del mondo a causa della pandemia. Per quanto mi riguarda sto proseguendo gli allenamenti il più possibile a casa per fare in modo di farmi trovare pronto per quando tutto questo finirà. Mi preparo come sempre fisicamente, ma sto portando anche avanti un programma di mental training con FDA da remoto».

Ti abbiamo visto molto attivo in Esports, anche con i colori del FDA Hublot Esports Team. Ci stai prendendo gusto?
«Si, gareggiare negli eventi organizzati da Formula 1 è stato molto divertente. Ringrazio FDA Hublot Esports Team per la splendida opportunità che mi ha offerto. Per un pilota potersi esercitare al simulatore è divertente ma è anche importante, perché permette di tenere in allenamento i riflessi e non perdere l’abitudine con certe situazioni. Inoltre il fatto di poter giocare in rete mi consente di misurarmi con diversi altri piloti reali, alcuni dei quali miei cari amici, con i quali non vedo l’ora di confrontarmi per davvero in pista».


Dino che cosa ti ricordi della tua prima volta su un kart?
«Fin dal primo giro il kart mi ha trasmesso una sensazione meravigliosa. Quell’esperienza ha segnato la mia vita ed è per questo che amo tanto quello che faccio. L’emozione della velocità sui rettilinei e la forza G in curva restano ancora oggi qualcosa di molto speciale per me».

Quale è stata la tua gara più bella in assoluto?
«Fino a questo punto la mia gara più bella è stata quella della WSK Euro Series disputata a Sarno nel 2019, quando abbiamo vinto dimostrando di avere una velocità pazzesca. Ricordo che avevamo lavorato duro per ottenere la vittoria con il mio team, Ward Racing, e ci siamo riusciti con pieno merito, dominando la corsa».

Cosa provi a essere un pilota della famiglia Ferrari? 
«Essere parte della famiglia Ferrari è un sogno che si avvera. Faccio fatica a raccontare a parole quanto sia felice e al tempo stesso orgoglioso di essere parte della Ferrari Driver Academy. Spero di dimostrarlo in pista!»

Quali sono i tuoi obiettivi per il 2020?
«In senso assoluto il mio bersaglio stagionale non cambia rispetto agli anni precedenti: voglio imparare qualcosa ogni volta che scendo in pista per costruire il mio bagaglio di pilota. So che qualche piccolo errore ci sarà, perché fa parte del gioco, ma il mio obiettivo è quello di entrare in tempi rapidi nel gruppo che si può giocare la vittoria ad ogni gara e divertirmi».
 

 

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!
Follow Us on Facebook