I BIG RADDOPPIANO AD AL AIN

Columns: Gare

In modo del tutto straordinario l’edizione del Rotax Grand Finals disputata negli Emirati arabi sarà ricordata come quella dove tre campioni di precedenti edizioni hanno conquistato il secondo titolo esattamente nella medesima categoria. Ukyo Sasahara ha riconquistato il titolo nella Junior (come nel 2009), Ben Cooper nella Senior (come nel 2008), e Pier-Luc Ouellette nella DD2 (come nel 2007 sempre su questo tracciato). Cristiano Morgado, campione della Senior nel 2003, si è ripetuto nella DD2 Masters.
testo Vroom / foto Rotax

Sembra ovvio iniziare con la notizia che tutti aspettavano dall’inizio e come di routine è stata annunciata durante il party di chiusura. L’edizione 2012 del Rotax MAX Challenge Grand Finals sarà disputata sul Kartodromo Algarve di Portimao, Portogallo, dal 27 Novembre al 1 Dicembre.

Per quanto concerne le gare, dopo tre giorni molto intensi nei quali si sono disputate prove libere, qualifiche e manche, il sabato è stato il grande giorno dei verdetti con le prefinali e finali.
Nella Junior, il giapponese Ukyo Sasahara, dopo aver brillato nelle precedenti giornate, si è tenuto fuori dai guai in prefinale accontentandosi del 3° posto dietro all’Australiano Mawson e all’altro componente del team nipponico Makino. In finale invece Sasahara ha rotto gli indugi e si è involato verso la vittoria che ha colto quasi indisturbato con un margine di oltre 2 secondi su Mawson, con l’inglese James Singleton a completare il podio, mentre Makino (altro protagonista delle manche) si è dovuto ritirare nelle fasi iniziali della gara.
Nella Senior, Ben Cooper non ha lasciato speranza ai rivali. Ha dominato la prefinale davanti all’espertissimo australiano David Sera e al giovane inglese Sean Babington, con Brand e Sasaki a completare la top 5 in pochi decimi. Ma la finale è un film già visto, con Cooper che taglia il traguardo davanti a Sera, e Sasaki che si prende la 3° piazza con il duo inglese Babington-Brand ritiratosi in precedenza.
La DD2 invece ha visto il canadese Pier-Luc Ouellette lasciare letteralmente le briciole agli avversari, dopo aver vinto tutte le sessioni alle quali ha preso parte. Qualche scaramuccia tra l’altro canadese Latifi e il finlandese Huttunen ad inizio gara si è rivelata amara dopo il traguardo per Huttunen che ha chiuso 3° ma è stato retrocesso a causa di una penalità di 10” inflittagli dai commissari di gara. L’australiano Jason Pringle e l’estone Georg Vann hanno completato il podio.
Nella DD2 Masters, Cristiano Morgado ha fatto il vuoto in finale dove ha rifilato 4”8 all’esperto pilota belga Danny Brand, con il francese Guillaume Berteaux 3° a 9” dal vincitore.

E gli italiani?
Solo tre presenze per i colori italiani, a dimostrazione che c'è ancora molto da fare nel Belpaese attecchisca il programma Rotax come nel resto d'Europa. Alessandro Trombelli (Junior) e Mirco Rossi (DD2) non vanno oltre le manche, visto e considerato l'alto livello di competizione e scaltrezza agonistica richiesta nelle competizioni internazionali. Claudio Pagliarani rimane l'unico portabandiera azzurro dando prova di grande maturità. Non si lascia intimorire dai nomi altisonanti in griglia e si piazza 14esimo dopo le manche, dopo aver fatto segnare il 15esimo tempo in qualifica. La prefinale è tostissima e Claudio perde svariate posizioni andando a chiudere 28esimo. Ma in finale si riscatta parzialmente risalendo di otto posizioni per 20esimo (con la soddisfazione di aver realizzato l'ottavo miglior giro della corsa.

Created by: www.vroomkart.it - 28/11/11

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!