3° Trofeo dei Trabocchi al Circuito Internazionale d'Abruzzo

Press Release by:
Columns: Gare

Primo importante appuntamento della stagione karting sul Circuito Internazionale d’Abruzzo che ha ospitato la terza edizione del Trofeo dei Trabocchi, gara valida come quarta prova della Coppa CSAI Zona 4 e del Regional Challenge Cup e come terza prova del Trofeo Rok Cup Area Est.

Foto: sport.net

Sul tracciato abruzzese si sono sfidati 60 piloti provenienti dal Centro e dal Sud Italia per aggiudicarsi i punti validi nel campionato interregionale istituito dalla CSAI e nel Trofeo di Marca organizzato dalla Vortex Rok.
Per quanto concerne la Coppa CSAI gli iscritti sono stati 41, suddivisi nelle categorie 60 Babykart, 60 Minikart, 125 KZ2, 125 Prodriver AM e 125 Prodriver PRO. Ciascuna categoria ha disputato due gare valide per l’assegnazione dei punti nella classifica del campionato. Nella Rok Cup gli iscritti sono stati 19, suddivisi nelle categorie 60 Mini Rok, 125 Junior Rok, 125 Rok e 125 Super Rok.
A contorno della competizione si è disputata una manifestazione promozionale riservata ai kart 50 Delfino. L’evento organizzato dall’Associazione abruzzese Italia Dream Team ha riscosso un discreto successo, infatti ben dieci i piccoli kartisti si sono divertiti nelle tre gare in programma.

 

 

 

 

Cronaca delle gare.

La 60 Babykart registra 11 piloti iscritti, un dato molto interessante in quanto la categoria è riservata agli esordienti che rappresentato il vivaio del karting nazionale. In gara 1 la vittoria non è sfuggita al pugliese De Luca, tallonato per l’intera gara dall’abruzzese Camplese. Al terzo posto un altro pilota abruzzese: Pierannunzio.
In gara 2 il protagonista è stato Di Pasquale che dalla quarta posizione risale fino al primo posto inseguito da Camplese. Nel finale di gara un contatto tra i due piloti fa retrocedere Di Pasquale in quarta posizione, mentre Camplese può continuare la gara e si aggiudica la vittoria davanti a Tassone e Benedetti.

Nella 60 Minikart si sfidano sette piloti. In gara 1 è l’abruzzese Nocella a tagliare per primo il traguardo distanziando di quasi due secondi Pandolfi e di oltre cinque secondi Di Gregorio. In gara 2 Nocella si porta di nuovo al comando della gara, ma Pandolfi non demorde e riesce a superare l’avversario a pochi giri dal termine. Al traguardo Pandolfi precede di un secondo e due centesimi Nocella. Terzo posto per Marseglia che arriva con un secondo e otto decimi di distacco dal vincitore.

La 125 Prodriver PRO e la 125 KZ2 gareggiano accorpate in quanto quest’ultima categoria registra un solo iscritto, Prescendi. Nella Prodriver gli iscritti sono 11. In gara 1 gli abruzzesi Tassone e Dell’Elce occupano le prime due posizioni dopo il semaforo verde. Al quarto passaggio un incidente toglie di scena entrambi i piloti e ne approfitta il marchigiano Moretti che si ritrova al comando della gara tallonato dal campano Covino. Al traguardo i due piloti sono divisi da appena un millesimo di secondo. Il pugliese Centonze si aggiudica la terza posizione davanti agli abruzzesi Del Greco e Maria Laura Di Muzio. In gara 2 si ripete il duello tra Moretti e Covino, questa volta però i ruoli sono invertiti. Covino riesce a contenere gli attacchi di Moretti per tutti i 12 giri in programma. Al traguardo i due piloti sono divisi da soli 25 centesimi di secondo. Spettacolare la lotta per la terza posizione. Nelle prime fasi di gara la terza piazza è per Carbone che precede Del Greco, Morcelli, Bertipaglia, Dell’Elce e Tassone. Carbone perde terreno a favore di Del Greco e Dell’Elce. All’ultimo giro il colpo di scena: Del Greco è costretto al ritiro e cede la terza piazza a Dell’Elce, risalito dall’ultima posizione in griglia di partenza.

Nella 125 Prodriver AM gli iscritti sono 11. In gara 1 il poleman Antonello Sebastiani parte male e lascia via libera al toscano Barberini che si impone con ampio margine proprio su Sebastiani e sul marchigiano Brannetti. In gara 2 Sebastiani si prende la rivincita e taglia per primo il traguardo davanti a Barberini e Mardocheo.

Mini Rok. Sono solo in due gli iscritti alla gara: l’abruzzese De Santis ed il pugliese Laganella. I due piloti ingaggiano un bel duello sia in Prefinale che in Finale, ma in entrambe le occasioni è Laganella ad avere la meglio sul rivale.

Junior Rok. Prefinale dominata dall’abruzzese Iacone che vince con ampio margine sul marchigiano Pelosi e sull’altro abruzzese D’Antoni. La Finale è ricca di colpi di scena: Iacone scivola in ultima posizione dopo un contatto in fase di partenza. Al comando si porta D’Antoni che precede Pelosi, Pierucci e  Placido. Dalle retrovie Iacone inzia la sua rimonta, mentre D’Antoni guadagna terreno nei confronti degli avversari. Pierucci strappa la seconda piazza a Pelosi, ma un contatto con Iacone gli fa perdere quattro posizioni. All’ultimo giro Iacone è sulla scia di D’Antoni, ma la bandiera a scacchi sancisce la fine della gara.

Rok + Super Rok. Le due categorie corrono accorpate. Due soli iscritti nella Rok: il molisano Spallone e l’umbra Federica Scarscelli. Nella Super Rok gli iscritti sono sei. Il mattatore della giornata è il romano Petrossi che si impone sia nella Prefinale che nella Finale. Alle spalle del vincitore si classificano in entrambe le gare Spallone e la Scarscelli.

Press Release by: Circuito Internazionale Ortona - 12/06/12

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!