Hamilton, il predestinato

Con l’avvento del nuovo millennio anche nel circus internazionale karting prese corpo la filosofia dell’esperienza karting per chi come Lewis Hamilton sarebbe dovuto approdare in tempi brevi nella massima espressione dell’automobilismo sportivo, la F1. Il luogo comune che individuava il futuro campione di F1 già dal vivaio karting non era, e non lo è ancora oggi, una verità assoluta. E come potrebbe esserlo? I fattori che determinano tale risultato sono molteplici… E poi, come per Hamilton, c’è l’eccezione che conferma la regola. E cioè l’appoggio di un Ron Dennis che scommette sull’inglese di colore fin dai primi passi in kart. Una favola dei nostri tempi. Una bella storia. E Lewis Hamilton ne è il protagonista.

Nel tornare indietro nel tempo non ho potuto fare a meno di coinvolgere Dino Chiesa che mi ha supportato per meglio raffigurare queste due figure così appariscenti del motorismo internazionale… quasi avessero un alone luminoso. E forse è proprio così. La nuova era dell’immagine karting è iniziata proprio con i due pupilli della Mercedes Benz/McLaren: MBM, e Dino Chiesa era stato incaricato di dirigere il team sponsorizzato dal team anglo tedesco. I mezzi erano quelli della Crg. Ma partiamo con ordine.
Alla fine del 1999 nacque il team MBM, acronimo appunto di Mercedes Benz/McLaren. Dino Chiesa, allora ds del team Crg, venne scelto per dirigere e formare Rosberg ed Hamilton, entrambi 15enni all’epoca. Mentre in Crg fu promosso come direttore sportivo Danilo Rossi. Questa scelta è stata anche una logica conseguenza del fatto che Nico Rosberg correva già dal ’98 in Crg con Dino Chiesa, mentre Lewis Hamilton è approdato direttamente dal team inglese e concessionario TopKart/Comer Zip Kart di Martin Hines. Il fautore di questo connubio tra la Crg, Dino Chiesa e i rispettivi piloti è stato Keke Rosberg, papà di Niko (campione del mondo F1 nell’82 e manager di Mika Hakkinen, campione del mondo ‘98/99 sempre su McLaren).

L’immagine patinata per il circus del karting per la presenza di un marchio così prestigioso come la Mercedes Benz/McLaren, è durata solo 2 anni, dal 2000 al 2001. Una meteora che lasciò però il segno perché i due alfieri della MBM guidati da Dino Chiesa conquistarono l’europeo della FA con Hamilton davanti a Rosberg, mentre nel mondiale dello stesso anno non andò così bene, perché sia Rosberg che Hamilton incapparono in avarie meccaniche. Lewis si fece valere però nella Coppa del Mondo a Motegi (J) la classica giapponese che normalmente si disputa a Suzuka. Il passaggio in FSA, nel 2001, non fu dei più felici. È stato l’anno dell’avvento del motore raffreddato ad acqua. Nel 2003 Hamilton vinse in Inghilterra con la Formula Renault, mentre Nico si fece largo in F3. Nel 2004 anche Lewis approda in F3, mentre Rosberg si cimenta nell’Euro Series. Il finlandese nel 2005 conquista la GP2, mentre Lewis si fregia del titolo in F3. Il 2006 è l’anno che promuove Nico Rosberg in F1 con la Williams, mentre Hamilton ricalca le gesta del suo ex compagno di team conquistando il titolo GP2. Il 2007 è storia attuale con l’inglese di colore della McLaren che sorprende tutti balzando in testa al campionato misurandosi con un compagno di squadra del calibro di Fernando Alonso e mancando di un soffio la conquista del titolo iridato proprio all’ultimo appuntamento in Brasile. Una situazione che si è ripetuta anche quest’anno, ma questa volta a favore di Hamilton, e anche in questo in maniera rocambolesca, e solo all’ultimo giro.


Dino Chiesa ci aiuta a mettere in luce le caratteristiche basilari dei due piloti ai tempi del kart. Entrambi veloci, irrilevanti le differenze nei tempi cronometrati. Ma Nico Rosberg evitava i rischi accontentandosi del risultato, mentre Hamilton era più grintoso (determinato) e in gara faceva la differenza. Un altro pregio di Hamilton era quello di non scoprire tutte le carte, ma di usare il 90% del potenziale che aveva a disposizione e solo all’occorrenza, quasi sempre sul finale di gara, sparare tutte le cartucce. Una strategia che sembra applicare ancora oggi in F1.

di W. Gucci - foto archivio Vroom

Created by: admin - 07/11/08

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!