Il meteo instabile e qualche incidente ha ridimensionato le ambizioni dei piloti

In KZ1 Laudato è stato per tutto il weekend tra i più veloci, ma due contatti l'hanno escluso dalle
posizioni di vertice. Sempre un incidente ha eliminato nella classe regina Cesetti (nelle manche) e
Mich ( in Finale), oltre ad Agostini in KF3. Positiva, invece, la gara di Antonio Piccioni con il telaio RK, 6° nella Finale iridata.

Sarno - Come spesso accade un singolo episodio può condizionare una gara in prova unica. Nel
caso della World Cup delle classi KZ1 e KF3 disputata lo scorso weekend a Sarno è stata la leggera pioggia ad intermittenza caduta durante le qualifiche a generare una lotteria capace di alterare in modo importante i valori in campo. Sopratttutto nella KF3, dove sono stati previsti ben tre gruppi e quindi alcuni piloti sono stati molto favoriti. Così non è stato per i piloti Birel, con Agostini e Savona, entrambi molto veloci nell'ultimo turno di prove libere prima delle qualifiche, relegati rispettivamente al 72° e 60° posto. La stessa sorte è toccata anche ad altri big, come Kvyat, Sainz e Marcello, mentre De Vries favorito dal sorteggio è stato il più veloce. In KZ1, invece, essendoci meno piloti il gap creato dal meteo è stato meno significativo e in qualifica Francesco Laudato è risultato il migliore dei piloti Birel conquistando il 6° tempo assoluto a pochi millesimi dalla pole (ottenuta da Iglesias). Positivi anche Cesetti, Mich e Piccioni (RK), quest'ultimo alla 3ª gara in carriera nella KZ1. Al termine delle manche Laudato avrebbe potuto ottenere un posto tra i top 5, ma purtroppo nella prima manche la rottura del motore gli è costata 23 penalità. Pur rifacendosi con un 2°, un 3° e un 6° posto, il salernitano ha ottenuto così solo il 17° posto in griglia per la Pre-Finale. Il francese Mich ha ottenuto il 12° posto assoluto e Piccioni il 20°. Sauro Cesetti, invece, ha subito l'esclusione dalla manifestazione per un contatto ritenuto volontario con Tilloca che, in precedenza, aveva tamponato il pilota Birel. L'episodio, frutto con ogni probabilità del nervosismo e delle tensioni proprie di una gara titolata, ha compromesso definitivamente il weekend di Cesetti che, nella prima manche disputata, aveva ottenuto il 3° posto facendo segnare tempi di assoluto rilievo. La Pre-Finale della World Cup in seguito per Laudato è stata caratterizzata ancora da molta sfortuna: un contatto infatti l'ha costretto al ritiro. A parziale consolazione per lo staff BIrel rimane il 2° miglior tempo della gara, segno oggettivo delle potenzialità del pacchetto Birel-Tm a Sarno. Il francese Mich ha invece chiuso al 12° posto e Piccioni in 18ª posizione. La Finale iridata si è quindi rivelata tutta in salita per Laudato che, nel tentativo di recuperare, al 4° giro è nuovamente volato fuori mettendo così fine ad un weekend sfortunato. Purtroppo la stessa sorte è capitata anche a Mich, mentre molto positiva è stata la gara di Piccioni, risalito fino al 6° posto grazie ad una serie eccellente di sorpassi e giri veloci. La vittoria, invece, è andata a Thonon che si conferma dopo al vittoria del 2008 precedendo Iglesias e Lammers. Va detto che, il team Birel, ha trovato un ottimo riscontro dalle ultime evoluzioni di telaio portate in gara, evoluzioni che rappresentano la base tecnica dei telai 2010. La testimonianza delle potenzialità Birel è espressa al meglio dalle prestazioni corali di tutti i piloti Birel, ottenute a prescindere dal motore adottato (Tm ufficiale per Laudato, Tm preparato da una struttura esterna per Mich e Cesetti e Maxter per Piccioni). Ulteriori conferme si cercheranno in questo senso nella prossima prova della WSK. Per quanto riguarda la KF3, infine, la gara di Agostini già ampiamente compromessa in qualifica, è finita dopo la 2ª manche in cui un maxi incidente è costato al pilota Birel la frattura di un dito della mano. Anche Savona ha pagato le qualifiche difficili, ma nelle manche ha espresso un ottimo potenziale poi vanificato dai ritiri in Pre-Finale e Finale. La gara di Walsh, invece, è stata caratterizzata da alcuni problemi tecnici che gli hanno precluso la qualificazione alla Finale dove, il successo, è stato ottenuto dall'italiano Niceta.

I Commenti dei piloti Birel:

Francesco Laudato (KZ1): "Il risultato non può certamente soddisfarci e sono deluso per
l'incidente che mi ha costretto al ritiro, ma la prestazione che abbiamo espresso invece è ottima: il
nuovo telaio che abbiamo svilupato per questa gara e che sarà la base di partenza tecnica per la
prossima stagione ha fatto una differenza netta rispetto all'inizio di stagione. Trovare il
bilanciamento è sempre molto facile, sostanzialmente abbiamo toccato pochissime cose di set-up
per tutto il weekend andando sempre forte in tutte le condizioni di mercato. Per quello che sono gli obiettivi di mercato, dove ci viene richiesto un telaio competitivo, ma anche molto versatile e facile, abbiamo intrapreso una strada eccezionale. Sono contento anche dei motori Tm ufficiali che si sono dimostrati all'altezza della situazione, risultando capaci di inserirsi alla pari con i motori di
Savard che equipaggiano tutti i piloti di vertice."


Riccardo Agostini (KF3): "La pista in qualifica è cambiata radicalmente tra un gruppo e l'altro a causa della pioggia e il nostro potenziale evidenziato nell'ultima sessione di prove libere, dove eravamo agevolmente con i migliori, è rimasto inespresso. Nella prima manche, comunque, nonostante sia partito ultimo sono risalito fino all'11° posto confermando che le scelte tecniche che avevamo definito nei test pre-gara erano davvero efficaci. Poi, purtroppo, l'incidente nella 2ª manche ha messo la parola finale alla mia gara. Spero davvero di poter tornare presto in pista e che la mano non mi crei problemi, perchè sono certo che in questo momento abbiamo un ottimo pacchetto telaio-motore e sarà possibile raccogliere quei risultati che, per vari motivi, fino ad oggi ci sono sfuggiti. "

Birel SpA
Ufficio Stampa Centrale
PH: +39.039.2145204
FAX: +39.039.462333
E-Mail: ufficiostampa@birel.it

DOWNLOAD COMUNICATO

Created by: admin - 08/09/09

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!