Chiusura dei Campionati di Area EASYKART

Ecco i campioni di Area 2009: per l'Area Nord Drudi (60cc), Rosa (100cc), Ruggeri (Light) e
Mercatelli (Heavy), mentre nel centro ancora Drudi nella 60cc, Bono nella 100cc, Scaioli nella
Light e Buttò nella Heavy.

Mercatelli (Heavy), mentre nel centro ancora Drudi nella 60cc, Bono nella 100cc, Scaioli nella
Light e Buttò nella Heavy.
Grande successo di presenze (oltre 180 piloti) a Pomposa per l'appuntamento conclusivo (validità
doppia) dell'Area Nord e Centro che ha visto le vittorie di Drudi (60cc), Arone (100cc), Scaioli
(Light), Mercatelli (Heavy) e Zanoni (Shifter), oltre alla presenza di ben 27 giovanissimi piloti del
programma promozionale 50 Training.
Il nuovo format dei campionati di Area 2009, ridotti a due rispetto ai quattro delle passate stagioni,
si è rivelato un successo, come testimoniano gli oltre 180 piloti che si sono dati appuntamento a
Pomposa per il round conclusivo di entrambe le aree. La gara romagnola, oltre ad aver assegnato
tutti i titoli di Area grazie alla doppia validità (Nord e Centro), è stata anche un ottima prova
generale del Campionato Nazionale che si disputerà sempre sul circuito di Comacchio il prossimo
27 settembre. Una bellissima giornata di sole ha reso il weekend particolarmente piacevole, mentre
in pista lo spettacolo è stato garantito dal consueto equilibrio tecnico epresso dal monomarca BIrel,
capace di esaltare le qualità dei piloti. Nella classe 60cc l'attesa passerella per il dominatore della
stagione Mattia Drudi è stata trionfale, con l'ennesima vittoria (ottenuta davanti a Travisanutto,
Pillon, Waldherr e Lazzari, tutti protagonisti di una gara spettacolare) conquistata dal portacolori
della Drumel kart che lo laurea campione sia dell'Area Nord, sia dell'Area Centro, in entrambi i casi
davanti all'ottimo Roberti (solo 14° a Pomposa) . Nella classe 100cc, grazie ad un ottimo 2° posto
alle spalle di Riccardo Arone, il portacolori del team Alemar Daniele Rosa ha trionfato nel
Campionato Nord, mentre Bono nonostante un uscita di pista al via, ha vinto di misura su Bertonelli
(anch'esso ritirato a metà gara). Relativamente alla classifica della gara, va sottolineata la bella
prestazione di Dario Orsini, 3° classificato davanti a Fontana e Balsamo. La 125 Light ha
incoronato il vincitore della gara Scaioli campione dell'Area Centro, mentre il 2° classificato
Ruggeri si è imposto nell'Area Nord. Alle spalle dei due mattatori della stagione si sono classificati
Fossati, Buseghin e De Castro. Nella 125 Heavy Stefano Cobianchi ha ottenuto il successo in pista,
ma nel post gara è stato escluso dalla classifica per aver sostituito il motore a causa di un problema
tecnico. La vittoria è quindi passata nelle mani di Daniele Mercatelli che festeggia così il titolo
dell'Area Nord nel modo più bello, dal gradino più alto del podio. Al 2° posto ha chiuso Mantori
che ha preceduto Lucchese e Alessandrini. I piloti in corsa per il titolo dell'Area centro, Buttò e
Ambrogetti hanno chiuso rispettivamente all'8° e 11° posto controllandosi a vicenda, con il titolo
andato così a Federicò Buttò. La Shifter, infine, ha disputato la penultima gara della Serie
Nazionale: il successo è andato a Zanoni che ha preceduto Simoni e Ranieri.Va detto anche per le
classi 60 e 100 sono state necessarie le Finali "B" con i successi andati rispettivamente a Passa e
Sciaguato. Nella Finale "B" della 60cc sono stati protagonisti della corsa anche due piloti debuttanti
selezionati con una bella iniziativa dalla FAMS, la Federazione di San Marino: si tratta di De
Marini, giunto 2° e qualificato per la Finalissima e Lisi che, purtroppo, si è dovuto ritirare per un
contatto. Entrambi i piloti sono stati selezionati attraverso una scuola di pilotaggio promossa dalla
FAMS in collaborazione con la Birel e seguiti in gara dal team Emilia Kart. Alla luce del grande
successo dell'iniziativa che ha interessato oltre 70 potenziali piloti, nel 2010 l'esperienza verrà
riproposta coinvolgendo un numero maggiore di ragazzi.

EASYKART 60 - Finale B

Le prime fasi di gara vedono Yuri Passa scattare bene dalla pole e guidare il gruppo degli inseguitori
composto da De Marini, Giulia Buttò, Villa, Lisi e Zanini. Ma al 7° passaggio dopo un bel pressing
è De Marini a rilevare Passa al comando, mentre Zanini con un doppio sorpasso ai danni di Baldon
e Villa si inserisce al 4° posto. In questa fase è in evidenza anche Lisi che occupa la 6ª posizione
davanti a Fiaccadori e Cobellini; purtroppo però, al 10° giro un contatto lo retrocederà favorendo
così Malucelli che si insedia al 5° posto. Nelle fasi finali torna alla ribalta Passa che scavalca
nuovamente De Marini andando a vincere la corsa davanti al pilota della FAMS (Federazione di
San Marino) che, comunque, alla gara del debutto si è posto in grande evidenza guadagnando la
qualificazione tra i 34 Finalisti. Va detto, infatti, che De Marini e Lisi hanno effettuato la loro
prima gara in Easykart con l'aiuto della FAMS che li ha selezionati nell'ambito di un iniziativa
promozionale legata al settore giovanile. L'operazione ha previsto delle selezioni e dei corsi gestiti
in collaborazione tra la stessa FAMS, la Birel, la Drumel Kart di Luca Drudi ed Emilia Kart, un
iniziativa lodevole e di successo che sarà riproposta anche nel 2010. Tornando alla gara, il 3° posto
è stato ottenuto dalla brava Giulia Butto che ha preceduto Zanini, Baldon e Malucelli. Ma la lista
dei sei piloti qualificati nel post gara è stata modificata con la penalizzazione di 10" per mancato
allineamento al via inflitta a Baldon. Si è così qualificato Nicosanti che aveva chiuso la gara al 7°
posto davanti a VIlla, Fiaccadori, Brigatti, Cobellini, Lisi, Iannace, Segù e MIlanesi.
EASYKART 60 - Finale A
Per Mattia Drudi si annuncia una pura formalità chiudere a proprio favore la questione titoli di Area
( conquistando una doppia affermazione), ma il romagnolo nonostante si possa permettere una gara
tranquilla tra i top 15, non fa tattiche e fa segnare l'ennesima pole della stagione andando a vincere
con autorità, oltre a far segnare il giro più veloce della corsa. Va sottolineato che il romagnolo ha
vissuto la gara dal "parco chiuso" dove al suo kart su disposizione dei commissari tecnici e sportivi
sono state sostituite tutte le parti elettroniche, incluso la centralina. Drudi ha preso subito il
comando della corsa fin dal primo giro, mentre un contatto con Ucci relegava l'avversario diretto
Roberti al 26° posto. La bagarre del primo giro ha eliminato anche Panseri e attardato Rinaldi,
mentre Travisanutto e Pillon sono stati protagonisti di ottimo spunto insediandosi rispettivamente al
2° e 3° posto. Nelle prime fasi si mettono in evidenza anche Waldherr e Lazzari che occupano la 4ª
e 5ª posizione davanti a Tommasin e Reicher, così come è in grande spolvero Colombo che, per un
problema tecnico al via, si è dovuto accodare al gruppo in ultima posizione e al 5° giro si è già
riportato al 14° posto. Al 10° passaggio Drudi ha allungato su Travisanutto che, a propria volta, ha
qualche metro di vantaggio Waldherr e Lazzari che hanno scavalcato Pillon. Ma l'epilogo nella lotta
per il 3° posto arriva all'ultimo giro quando Lazzari attacca Waldherr agevolando Pillon che si infila
recuperando la 3ª posizione. Sotto alla bandiera a scacchi, quindi, Drudi festeggia l'eccezionale
doppia affermazione nei campionati Nord e Centro, Travisanutto conquista un bel 2° posto e Pillon
precede in volata Waldherr e Lazzari, tutti autori di una gara tiratissima e avvincente. Ottimo anche
il 6° posto di Tommasin, ma il veneto sarà poi escluso per carburante non conforme avendo
sbagliato la miscelazione della benzina, così che, al 6° posto si inserisce l'ungherese Norbert Toth
del team FG Racing, autore di una gara sempre tra i big. A seguire, Reicher ha preceduto Havasi e i
giovani in costante crescita VItali e Grimaldi, tutti saliti con grande merito sul podio. In 11ª
posizione si è classificato Fongione che ha preceduto Colombo, autore di una rimonta eccezionale,
quindi si è classificato Roberti alle prese con alcuni problemi tecnici, oltre che penalizzato dal
contatto del 1° giro; a seguire Iannotta ha preceduto Ucci. In campionato Drudi ha vinto l'Area Nord
su Roberti con 466 punti e l'Area Centro sempre sul pilota lombardo facendo segnare ben 504 punti.
EASYKART 100 - Finale B
Domina la scena Nicola Sciaguato nella Finale "B" della 100cc, andando a conquistare la
Finalissima con una bella vittoria davanti ad Adrenalina Blu con cui a cavallo del 15° passaggio si è
Roda (autore del giro più veloce e di un contatto con Adrenalina Blu che l'ha privato della
possibilità di giocarsi le proprie chance per il successo) e Colaluce. A seguire si è classificato Enrico
Navacchia, al debutto nella classe 100cc e subito qualificato tra i top 34 della Finalissima. Di un
soffio ( soli 2 decimi), invece, è rimasto fuori Ruga che ha conquistato il 7° posto davanti a Stroppa,
Adele Ciavolella, Incerti, Berti, Vettori e Bonacini.
EASYKART 100 - Finale A
Nel primo giro della 100cc un contatto alla 3ª curca elimina il leader dell'Area Centro Bono e
Bissolo, l'antagonista di Rosa per il titolo dell'Area Nord. Anche Bertonelli va in testacoda e non fa
quindi tesoro del ritiro di Bono, così come transita attardato Motta e si ritira, sempre per incidente,
il vincitore della Finale "B" Sciaguato. Al comando, invece, Arone precede Orsini, Fontana e Rosa.
Al 5° passaggio Rosa si è portato al 3° posto scavalcando Fontana e pochi giri più tardi avrà la
meglio anche su Orsini lanciandosi alla rincorsa di Arone. Al comando si forma quindi un terzetto
con Arone, Rosa e Orsini raccolti in pochi millesimi, mentre al 4° posto Fontana precede Balsamo,
TRanquillin, Grigoletto, la Brena, Tagliacollo e Porta. Più indietro, lottano ruota a ruota Laghi,
Grison, Paschina, Iannacone e Oprandi. La gara prosegue senza grandi colpi di scena con Rosa che
fa segnare più volte il giro veloce della corsa, ma non riesce a scavalcare Arone che andrà a vincere
la 3ª gara stagionale. Rosa con la piazza d'onore può comunque festeggiare il titolo dell'Area Nord,
conquistato con grande costanza di rendimento, mentre Antonio Bono nonostante il ritiro festeggia
il titolo dell'Area Centro conquistato con 16 punti di vantaggio su Bertonelli. Il toscano, infatti, a 4
giri dal termine conclude la sua gara tra le reti dopo un contatto con Di Folco compromettendo
definitivamente le sue ambizioni. Tornando alla classifica della gara, Dario Orsini si conferma in
grande evidenza facendo suo il 3° posto davanti a Fontana e Balsamo che chiudono la gara in
volata. Positiva anche la gara di Tranquillin, 6° al traguardo davanti a Porta, Grigoletto, Laghi e
Tagliacollo. Appena fuori dalla top ten del podio, si sono classificati Grison, Paschina, Oprandi,
Rovera, Geltrude, Motta e Iannacone, con quest'ultimo penalizzato da un contatto all'ultimo giro
con Alessandra Brena ( terminata 20ª dietro a Noviello e Morselli). Purtroppo nel post gara si
appreso che Bissolo nell'incidente del via ha riportato una lieve frattura alla mano che gli impedirà
di partecipare alla Finale Italiana: a lui vanno gli auguri di tutto il circus easykart che l'aspetta per
una gara da protagonista a Siena il prossimo 18 Ottobre.
EASYKART 125 Light
Scaioli dalla pole si porta subito al comando, mentre alle sue spalle sfilano Vender, Zani, Buseghin
e Ruggeri. Ma già alla 3ª curva il gruppo di vertice perde Vender che per un contatto esce di pista
rientrando in 15ª posizione. Al 3° passaggio Ruggeri, dopo un doppio sorpasso ai danni di Zani e
Buseghin, si porta alle spalle di Scaioli che nel frattempo ha guadagnato 2" di vantaggio. Al 3°
posto, invece, risale un ottimo Fossati che si trascina in scia anche De Castro. Al 10° passaggio
Scaioli controlla Ruggeri con ben 4" di vantaggio, Fossati è saldamente al 3° posto, mentre a
seguire Buseghin precede De Castro, Zani, Spreafico, Zamperlini, Bosak e Rossi. Al 12° giro
Vender in rimonta è protagonista di un nuovo contatto con Moretti ed entrambi perderanno molte
posizioni. Nel finale Ruggeri ripone le armi su Scaioli accontentandosi della piazza d'onore che gli
vale il successo in campionato nell'Area Nord con 310 punti contro i 215 di De Castro. Ma anche
Scaioli festeggia il suo titolo, conquistando l'Area Centro con 352 punti su Rizzi e Zani,
rispettivamente 2° con 272 punti e 3° con 234. Al 3° posto la gara di Pomposa vede concludere
Fossati, mentre al 4° si classifica Buseghin, autore di un ottimo weekend. Positivo anche De Castro,
5° al traguardo davanti a Zani, Spreafico, Zamperlini, Bosak e Rossi, tutti sul podio dopo una gara
da protagonisti. In 11ª posizione conclude Di Fabrizio, quindi Vanessa Polonia ha preceduto
Guerini, Tisi e Galeni.
EASYKART 125 Heavy
Un problema elettrico costringe all'ultimo istante il poleman Cobianchi a sostituire il motore pur di
partire e, quindi, l'emiliano disputerà la gara sapendo di venir escluso dalla classifica finale. Per lui
sarà una vittoria morale, agevolata anche da un contato che al via si verifica subito alle sue spalle
tra Collini, Smelov e Benelli. Al 2° posto sfila quindi Mantori che precede Alessandrini, Ferri,
Mercatelli, Pizzolato e Lucchese. Al 5° passaggio la lotta di vertice vede 4 piloti raccolti in un
fazzoletto con Cobianchi tallonato da Mantori, Alessandrini e Mercatelli. Staccati di mezzo secondo
seguono Pizzolato, Lucchese, Ferri, Di Bartolo e Buttò, con quest'ultimo che precede di misura
l'avversario diretto per il titolo del centro Ambrogetti. Al 12° giro Ferri si tocca con Pizzolato nel
tentativo di sorpasso e sarà costretto al ritiro, mentre Suriano da centro gruppo si è portato al 6°
posto scavalcando in successione Di Bartolo e Buttò. Al 17° giro Mercatelli si inserisce al 3° posto
alle spalle di Mantori iniziando un pressing serrato sul virtuale leader della gara. Nelle fasi finali
sono decisivi i doppiaggi che compattano Mantori, Mercatelli e Lucchese: sul traguardo la spunterà
Mercatelli che, grazie all'esclusione di Cobianchi, conquista così nel modo più bello la vittoria del
campionato Area Nord. Mantori termina al 2° posto una bella gara che lo pone tra i big anche in
chiave Finale Nazionale, mentre al 3° posto si classifica Lucchese che precede Alessandrini e
Suriano. Ottima anche la gara di Nicolò Baroni che, in qualifica, ha subito l'arretramento di 10
posizioni in griglia per aver cambiato kart e dalle retrovie è risalito fino ad un ottimo 7° posto. Alle
sue spalle ha chiuso Federico Buttò che si laurea così campione dell'Area Centro battendo
Ambrogetti, solo 10° al traguardo dietro a Leonardi e Di Bartolo. In 11ª posizione si classifica
Pizzolato, quindi Scotti precede Benelli, Pelanconi e Di Terlizzi.
EASYKART 125 Shifter
Al via Zanoni non ha esitazioni e sfila davanti a Simoni, Montagnani, Ranieri e Scuto. Al 2° giro
Montagnani si porta al 2° posto scavalcando Simoni, ma poco più tardi il pilota del team
Gomme&Service sarà costretto al ritiro restituendo a Simoni la piazza d'onore. A metà gara Zanoni
è sempre più leader favorito anche da alcuni problemi al cambio accusati da Simoni, mentre Ranieri
controlla agevolmente Scuto. Le posizioni quindi si congelano e al traguardo Zanoni conquista il 2°
successo stagionale consecutivo, mentre Simoni si consola con la soddisfazione del giro più veloce
con il tempo di 58".000. Sul 3° gradino del podio sale Ranieri, mentre Scuto è 4° davanti a
Reggiani. Il campionato nazionale Shifter si concluderà a Pomposa in occasione della Finale
Nazionale, gara che i piloti non potranno scartare e risulterà quindi decisiva per il titolo.

Birel SpA
Ufficio Stampa Centrale
PH: +39.039.2145204
FAX: +39.039.462333
E-Mail: ufficiostampa@birel.it

DOWNLOAD COMUNICATO

Created by: admin - 09/09/09

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!