Viganò velocissimo, ma ancora una volta sfortunato

World Cup KF2
Alcaniz (E) -17.20.09.2009

Viganò velocissimo, ma ancora una volta sfortunato Il portacolori del team MGM fermato a due giri dal termine da un problema tecnico dopo aver vissuto un weekend da dominatore. Bene anche Basz, Cucco e Rossler, mentre il titolo è andato a Da Luz.

La bella pista di Alcaniz ha ospitato la World Cup della KF2, l'evento che, in prova unica, ha assegnato il titolo iridato di categoria. In casa Birel l'attesa era tuta per Matteo Viganò, il veloce pilota del team MGM protagonista sfortunato del recente Campionato Europeo, in gara con i favori del pronostico e una grande voglia di riscatto. E il lombardo non ha deluso le aspettative fino a pochi km dalla bandiera a scacchi, quando un problema alla valvola del suo motore ha mandato la temperatura alle stelle costringendolo al ritiro mentre si era appena portato in testa alla gara per sferrare l'affondo decisivo. Fino a quel momento Viganò era stato nuovamente (come al campionato Europeo) l'autentico dominatore della manifestazione, ottenendo il 2° tempo in qualifica, oltre a vincere tre manche e chiudendo al 2° posto la 4ª. Così da conquistare la pole per la Pre-Finale, gara che l'ha visto ancora protagonista con il 3° posto ottenuto alle spalle di Maisano e Tiene. Ma come detto in Finale la sfortuna l'ha ancora una volta privato di un risultato di rilievo che sarebbe stato ampiamente meritato, sia da lui, sia dal suo team (MGM di Mauro Pozzi). Nella gara decisiva Viganò ha dimostrato una grande maturità, portandosi al comando già al primo giro dopo aver sfruttato al meglio la posizione di partenza interna, quindi ha controllato la gara facendo passare Maisano e Tiene, fino a quando a tre giri dal termine ha preparato l'attacco finale sugli avversari. Ma proprio nel momento decisivo la temperatura del motore è salita a causa di un problema tecnico alla valvola e la gara di Viganò è quindi finita con un mesto parcheggio nel prato a pochi metri dal traguardo. Al comando sono rimasti quindi Tiene e Maisano che si sono in seguito toccati retrocedendo al 5° e 6° posto, favorendo così l'inaspettata vittoria di Da Luz. Ancora una volta un fattore esterno ha penalizzato la gara di Viganò e ancora una volta il format dell'evento in prova unica ha palesato i propri limiti sportivi rispetto ad una Serie su più prove, come può essere ad esempio la WSK. Per quanto riguarda gli altri piloti Birel va sottolineata la prestazione di Stefano Cucco, il compagno di team di Viganò, capace di ottenere il 6° tempo in qualifica, quindi un 5°, un 6° e un 9° posto nelle manche. Purtroppo, però, perdendo la 4ª manche il piemontese è stato costretto al 27 posto in griglia per la Pre-Finale dove ha in seguito accusato alcuni problemi e un uscita di pista. In Finale risalendo dalle retrovie ha chiuso in 13ª posizione facendo segnare ottimi crono. Bene anche Basz (RK), 10° in Finale e protagonista fin dalle manche di qualificazione dove ha ottenuto per tre volte il 4° posto. Purtroppo, però, nella 2ª manche un problema al cablaggio l'ha costretto al ritiro precludendogli un posto tra i top 6 allo start della Pre-Finale, gara dove è stato poi  protagonista all'ultimo giro di un contatto con Michelle Gatting. Molto veloce per tutto il weekend si è rivelato anche Rossler, mentre un contatto in due manche ha precluso la Finale a Munkholm.

I commenti dei piloti Birel:


Matteo Viganò (team MGM): " Sono molto deluso: ancora una volta siamo stati veloci per tutto il wekend e non abbiamo potuto fare nostro un risultato che, tutto il team, la Birel e la Iame, meritavano. Purtroppo i titoli assegnati in prova unica sono così: il minimo problema lo paghi e nel nostro caso devo dire che l'abbiamo pagato molto caro, in quanto accusato nel momento decisivo, a due giri dal termine. Fino a quel momento non avevamo sbagliato niente, dalle qualifiche alle manche, fino alla Pre-Finale dove ho chiuso al 3° posto per avere le garanzie di partire all'interno senza avere i problemi delle spinte che mi sono costate l'Europeo. Tanto che, al termine del 1° giro, ero già al comando e fino al momento del problema tecnico stavo controllando Maisano e Tiene rispetto ai quali sono sempre stato più veloce. Al termine della stagione mancano ancora due prove della Serie WSK nelle quali cercherò di recuperare su Cooper e dimenticare questi due ultimi appuntamenti CIK molto sfortunati.

Karol Basz (RK): " Il nostro pacchetto tecnico si è rivelato molto veloce grazie al telaio e al motore Iame che si sono adattati molto bene alle caratteristiche del circuito. In termini di prestazione siamo stati quindi molto veloci, ma purtroppo ancora una volta una serie di episodi hanno compromesso la nostra gara: nelle manche ho perso una gara per un problema al cablaggio, mentre in pre-Finale ho avuto un contatto con la Gatting. In Finale così non era possibile andare oltre il 10° posto, anche se il nostro potenziale era da podio. 
 

Birel SpA
Ufficio Stampa Centrale
PH: +39.039.2145204
FAX: +39.039.462333
E-Mail: ufficiostampa@birel.it

DOWNLOAD COMUNICATO

Created by: admin - 21/09/09

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!