I commenti dei lettori su "Come ti vorrei"

Come ricorderete, sul sito internet www.vroom.it abbiamo avviato il sondaggio su come vorreste fosse il kart del futuro (per oggi ormai è tardi...) con domande e risposte. Che ha avuto un riscontro clamoroso: ma di questo ne abbiamo già parlato sugli scorsi numeri di Vroom. Ricordiamo però che era anche possibile inserire dei commenti: ovviamente solo una parte di chi ha partecipato ha sfruttato questa opportunità, ma chi lo ha fatto ha dato indicazioni che si sono rivelate altrettanto indicative di quelle che sono le vere richieste dei kartisti. Che - guarda caso... - differiscono da quanto affermano in proposito i costruttori e i responsabili dell'autorità sportiva. Per questo abbiamo deciso di raccogliere tali commenti qui a seguire, dividendoli semplicemente per argomento.

LA QUESTIONE ECONOMICA

Fate correre anche chi ha pochi soldi!!!!
-------------------------------------------------------------------------------
Bisognerebbe creare una categoria nazionale tipo KF4, rendendo i motori economici come prezzo d'acquisto, livellandoli al ROK o il Rotax
-------------------------------------------------------------------------------
Si deve creare una categoria popolare di ingresso con kart completi a euro 2000, semplici, ad aria, leggeri, con gomme dure, 100cc, disegno unico prodotti da tutti.
-------------------------------------------------------------------------------
Sono per la creazione di una categoria promozionale federale di basso costo.
-------------------------------------------------------------------------------
Il kart ha costi di gestione FOLLI, ad iniziare dal costo iniziale del mezzo: follie pure.
-------------------------------------------------------------------------------
Bisogna ridurre i costi, eventualmente con motori piombati tipo Champion Kart.
-------------------------------------------------------------------------------
Il problema principale del karting attuale sono i costi di esercizio stratosferici! E poi se ci aggiungi pure la federazione che non ha tecnici e direttori di gara all'altezza della situazione...
-------------------------------------------------------------------------------
Il kart, oltre una passione, è un'impegno, fisico ed economico. La federazione si dovrebbe attivare per far sì che anche chi non ha grosse possibilità economiche possa gareggiare e divertirsi.
-------------------------------------------------------------------------------
Costa troppo!!!
-------------------------------------------------------------------------------
Questo sport è troppo costoso! Non tutti possono permettersi non di acquistarne uno ma di poterlo mantenere, è inammissibile che un minimo motore (nuovo) costi 2000 euro!
-------------------------------------------------------------------------------
Vorrei che diminuissero i costi elevati nel kart (in generale, anche per i monomarca).
-------------------------------------------------------------------------------
Per ridare linfa vitale al kart bisogna prendere decisioni finalizzate ad abbattere i costi.
-------------------------------------------------------------------------------
Serve tutto ciò che porti a ridurre i costi! Sia di acquisto che (soprattutto) di gestione. Non è giusto che chi più spende più ha modo di andare forte!
-------------------------------------------------------------------------------
Voglio gomme durevoli, motori meno spinti senza necessità di revisioni continue o rifacimenti pistone.
-------------------------------------------------------------------------------
Bisogna dimezzare i costi di licenze ed iscrizioni alle gare, oltre a ragionare un pochino sui ricambi.
-------------------------------------------------------------------------------
Solo un motore, solo un telaio, solo un treno di gomme per prove e gara.
-------------------------------------------------------------------------------
Costi più bassi e mezzi pronto gare a tutti coloro che vogliono divertirsi in sicurezza, esame per poter portare un kart in pista con oltre 20 cavalli per non creare problemi a tutti.
-------------------------------------------------------------------------------
I kart sono stati inventati perché le corse in macchina costavano troppo; ma ora anche i kart costano troppo!
-------------------------------------------------------------------------------
Ci vogliono gomme dure con prestazioni costanti nel tempo per fare almeno 2-3 gare.
-------------------------------------------------------------------------------
Si devono limitare i costi nelle categorie di accesso. Per correre in un week end brucio tra iscrizione e gomme (2 treni nuovi obbligatori) minimo 500 euro. Per non parlare del fatto che in una Mtl mi trovo a correre con gente che scende da categorie superiori ma resta comunque con il camion officina, il meccanico personale e il kart ultima generazione e fuori omologazione perché tanto nelle Mtl non viene controllato! Io penso che se riuscissero a organizzare "garette" dal costo più limitato la gente parteciperebbe numerosa e si avvicinerebbero altri a questo mondo tanto bello ma tanto incoerente... Si dice che si vogliono abbattere i costi, invece negli ultimi 20 anni non ci sono stati progressi sostanziali, ne è la riprova che un Dap può ancora competere; io farei girare una Ferrari F1 di Villeneuve contro quella di Massa oggi, credo che il risultato sia ben diverso... Quello che chiedo sostanzialmente è: come mai senza progresso aumentano sempre di più i costi?
-------------------------------------------------------------------------------
Tutti dicono che c'è crisi, e che tutti dobbiamo essere parsimoniosi, ma a me non sembra, sia per i produttori che non diminuiscono i prezzi (l'ultima è stata proprio grande: le gomme Vega TL che costavano 110 euro, dopo l'appalto costano ben 125 euro! Siamo sicuri che era una gara al ribasso, perché a me sembra di no) e i kartisti che pur di stare là davanti sono disposti a spendere qualsiasi cifra, anche gli amatoriali. Penso che se per l'anno prossimo nessuno prende provvedimenti seri, io lascio questo sport e se sono intelligenti anche altri appenderanno il volante al chiodo.


BISOGNA SEMPLIFICARE!

La semplicità, o chiamiamola pure essenzialità, deve tornare ad essere la base ispiratrice nella costruzione del kart
-------------------------------------------------------------------------------
Voto per la semplicità assoluta, anche se giro in kart da 15 anni per divertimento e dal punto di vista professionale delle gare non penso di poter dare dei suggerimenti validi.
-------------------------------------------------------------------------------
Riguardo il regolamento tecnico dovrebbe essere limitato a cilindrata e diametro del carburatore, lasciando tutto il resto libero, e riguardo l'accensione un ritorno a quella analogica non risolverebbe il problema perché è facilmente taroccabile con un variatore d'anticipo. La soluzione sarebbe un'accensione programmabile mediante una eprom, così si eliminano tutti i problemi ad un costo basso. Ormai tutti hanno un computer e visti i pochi parametri da inserire sarebbe facilmente programmabile
-------------------------------------------------------------------------------
Possibilità di preparazione limitate in modo che la sfida sia tra piloti e non tra i team.
-------------------------------------------------------------------------------
Io sono un kartista amatoriale, e non mi vergogno a dirlo, ma giro con un vecchio Tony Esprit, un vecchio 100 ancora ad aria. È vero, il mio kart va molto meno rispetto a quelli attuali, ma è più bello. Non ho avviamento elettrico né tantomeno tutti i cablaggi. Ho solo un vecchio contagiri e basta. Non mi serve altro, e tutte le volte che guardo i nuovi kart, beh mi fanno anche un po' pena... Avviamento elettrico? No grazie, preferisco spingerlo: sarà più faticoso, ma molto più bello, per non parlare del resto. Secondo me si sta perdendo il senso del kart, la sua anima. Si vuole avvicinare il mondo del kart alle auto normali, e non è bello: il kart è l'anima, è il cuore di un pilota, e ciò deve restare.
-------------------------------------------------------------------------------
Basta elettronica.
-------------------------------------------------------------------------------
Vorrei semplicemente dei 125 che abbiano le stesse caratteristiche dei vecchi 100 oltre alla cilindrata diversa, freni anteriori a pedale come sui KZ e un sistema per facilitare l'avviamento tipo una frizione manuale o qualcosa simile, eliminando tutto il superfluo: batteria, cablaggi, valvola allo scarico, pompa integrata, contralbero... ecc.
-------------------------------------------------------------------------------
Motori ad aria, non ad acqua.
-------------------------------------------------------------------------------
Kart più semplici e con alcune soluzioni di derivazione motociclistica di serie.
-------------------------------------------------------------------------------
Si dovrebbero semplificare i motori senza ridurre la potenza, insomma ritornare e ciò che era una volta, come la 100 Junior e la 100 Ica.



MA SI DEVE ANCHE DIFFERENZIARE

Differenziare più nettamente i mezzi e le gare per professionisti e amatori.
-------------------------------------------------------------------------------
Gomme dure per le categorie amatoriali. Differenziazione delle categorie per fasce di età. Ritorno al 100 cc per i monomarcia.
-------------------------------------------------------------------------------
Differenziare di più le categorie amatoriali con piloti amatoriali dai "professionisti".
-------------------------------------------------------------------------------
Se la categoria amatoriale deve esistere, l'ambiente all'interno deve essere tale (costi, tecnologie, ecc). Deve essere normale, poi, pensare che nelle massime categorie tutte le tecnologie a disposizione debbono essere usate per tirar fuori la massima prestazione.
-------------------------------------------------------------------------------
Il suggerimento è una categoria amatoriale... veramente amatoriale, dove i costi sono dimezzati veramente, dall'iscrizione, alle gomme, ai motori. Soprattutto ci deve essere più divertimento e meno stress.
-------------------------------------------------------------------------------
Creare categorie dove tutti, e dico tutti da 6 a 70 anni, possono gareggiare con i propri coetanei senza doversi trovare la domenica a vedere ragazzini di 20 anni confrontarsi con gente di 50 che ha lo stesso diritto di divertirsi.
-------------------------------------------------------------------------------
Farei una 100 o 125 unica, poi la dividerei per età. Tutti con lo stesso regolamento, così ci sarebbero categorie numerose con batterie e eliminatorie, dove gli eliminati fanno gara a sé. Avendo tutti lo stesso materiale (gomme ecc.) i piloti più "spendiosi" producono materiale per i piloti amatoriali, che avendo finali a parte non entreranno in competizione con piloti più facoltosi, restando nella stessa categoria e avendo qualche possibilità, a volte, di competere con piloti di primo livello.
-------------------------------------------------------------------------------
Per me il kart con l'entrata della KF a livello regionale è morto. Poi come si fa a chiamarle Mtl se hanno il kart o il motore tutto di prima scelta. Io penso: a questo punto o si fa tutti Mtl o tutti il campionato del mondo.
-------------------------------------------------------------------------------
Abolire la categoria 125 Italia, in quanto il materiale è identico alla KZ2 e i piloti sono gli stessi che in KZ2 arrivano dietro; creare una categoria che ricalchi la 100 Cadetti ma solo per le gare di basso livello (regionali, Mtl).
-------------------------------------------------------------------------------
Creare una specie di graduatoria dei piloti anche a livello regionale, i quali per scendere di categoria devono stare almeno 3 anni fuori dalle gare.
-------------------------------------------------------------------------------
Più categorie veramente amatoriali, più spettacolo e meno velocità, di conseguenza meno rischi e meno costi.
-------------------------------------------------------------------------------
KF/KZ per chi può spendere (e ce ne sono); AMATORIALE concreto per chi non disdegna un certo impegno; MTL serio ed effettivo per chi vuole divertirsi; CLASSIC gare revival con kart anni '85-90.
-------------------------------------------------------------------------------
Fare delle categorie x veri amatori, con un tipo unico di gomma, non come c'è adesso che non si sa mai che gomma usare, e poi + controlli sulle gare Mtl per tutelare i veri amatori come il sottoscritto, che a volte si trovano insieme a semiprofessionisti, poi anche nelle gare Mtl dividere le categorie x età: non si può gareggiare con ragazzi giovani.
-------------------------------------------------------------------------------
Per quanto riguarda le categorie KF, lasciamole alle gare internazionali, nelle gare nazionali sono una presa in giro per noi piloti, le classifiche parlano da sole. Nel regionale andavano bene le vecchie 100. Nelle 125 Mtl bisognerebbe far rispettare i regolamenti, visto che si corre con telai di nuova omologa anche se il regolamento lo vieta (ma tanto nessuno in parco chiuso le controlla); inoltre nelle categorie Mtl le licenze vengono rilasciate alla buona (lasciamole a piloti che non hanno corso mai o che sono fermi almeno da due anni...) poi in federazione mettiamoci chi di kart e tecnica ne capisca qualcosa.


IL RITORNO AL PASSATO

Per le categorie monomarcia tornare ai 100, abbandonare il concetto KF, magari con l'avviamento a spinta con un sistema tipo 125.
-------------------------------------------------------------------------------
Torniamo ai vecchi 100, datemi retta, è lì che si sono fatti le ossa i veri campioni di Formula 1 di tutti i tempi.
-------------------------------------------------------------------------------
Rivogliamo i vecchi 100!
-------------------------------------------------------------------------------
Dovrebbero far sparire le KF e i vari trofei di marca e tornare alle vecchie categorie di qualche anno fa.
-------------------------------------------------------------------------------
Un ritorno al passato con applicata la tecnologia di oggi non farebbe male a nessuno!
-------------------------------------------------------------------------------
Voglio tornare alle gare come fino al 2007.
-------------------------------------------------------------------------------
Basta tornare ai regolamenti di inizio anni '90, soprattutto per la tutela delle licenze e delle categorie, e il kart tornerà a popolarsi.
-------------------------------------------------------------------------------
Far tornare la 100 Junior per costi molto contenuti, affidabilità e divertimento uguale alle altre categorie.
-------------------------------------------------------------------------------
Il kart deve tornare come gli anni '80.


MA NON SOLO...

Bisogna garantire la regolarità delle gare, sia dal punto di vista sportivo (sanzionando pesantemente i piloti scorretti), sia dal punto di vista tecnico (cacciando via i taroccatori) e la durata dei giorni di gara deve essere ridotta. Se continua così io e mio figlio smettiamo di correre.
-------------------------------------------------------------------------------
Parlo per la mia categoria, 100 ICA-KF2: motori monomarcia stile 100 ICA, quindi lamellari a presa diretta, ma da 125 cc con limitatore a 18000 giri. Prenderei in considerazione il carburatore a ghigliottina da 30 mm dei KZ. Riguardo al campionato Open ritengo si possa arrivare ad adottare un sistema organizzativo tipo Rotax, con distribuzione di propulsori piombati direttamente in pista al momento del check-in; categorie affidate in appalto a un costruttore (esempio: KF2-Vortex, KZ2-TM, 60-IAME, ecc.); telai liberi, gomme CIK-M e sistema di protezione posteriore tipo Rotax (l'unico realmente efficace). Mi piace molto l'idea di emulare l'organizzazione Rotax: è un sistema studiato per dare importanza ai piloti e non ai materiali. Sono idee molto coraggiose e forse un po' utopistiche, ma ritengo sia l'unico modo per capovolgere la situazione, in quanto limitarsi a migliorarla ormai non è più sufficiente!
-------------------------------------------------------------------------------
Eliminare i KF perché penalizzano troppo i piloti alti e pesanti, perché si usano dei rapporti molto lunghi per non far "limitare" il motore. Tornare in tutte le categorie monomarcia alla 100 senza però mettere limiti al regime dei motori!
-------------------------------------------------------------------------------
Basta aggiungere a un ICA il motorino e la frizione centrifuga.
-------------------------------------------------------------------------------
Da quasi cinquantenne penso che mi divertirei anche con il World Formula della Briggs & Stratton, con regolamenti non raggirabili, gomme dure e un sano spirito di goliardia, che non guasta mai. Ho un Easy, non faccio gare per motivi di tempo e per quanto leggo quella voglia di gareggiare, prendendomi due giorni di ferie, mi passa.
-------------------------------------------------------------------------------
Tornerei immediatamente ai 100 raffreddati ad aria con un decompressore per facilitarne l'avviamento a spinta e un limitatore di giri per preservare (per quanto possibile) l'affidabilità. Le protezioni direi che quelle attuali sono ragionevolmente sicure, e preferirei i freni anteriori se non altro per ragioni di sicurezza (rottura dell'impianto frenante posteriore). Nessuno ne parla, ma la sicurezza la possono migliorare anche gli impianti: in Formula 1 hanno degli aeroporti come vie di fuga; nel kart dove la maggior parte dei praticanti sono amatori, se non puri domenicali, le vie di fuga sono millimetriche... Boh...?
-------------------------------------------------------------------------------
Vorrei giudici di gara più collaboranti al dialogo nelle varie situazioni che li riguardano, più preparati qualitativamente e vigili ai controlli, soprattutto nelle categorie inferiori dove il pilota prende le radici .
-------------------------------------------------------------------------------
Poche regole ma chiare. Sono difficili da violare, semplici da controllare e non necessariamente portano ad un incremento dei costi. Il moltiplicarsi delle regole porta intrinsecamente una maggiore difficoltà di verifica, innesca la tentazione alla loro violazione e, per riuscirci con successo, un incremento dei costi.
-------------------------------------------------------------------------------
Propongo di comporre un organo di controllo (fatto di persone competenti in materia) che verifichi la sicurezza su tutte (e dico tutte) le piste aperte di karting, perché quello che è successo a Knopper può succedere anche ad uno di noi (per adesso amatoriale) che va in kart solo per divertirsi.
-------------------------------------------------------------------------------
Diminuire il peso. Strozzature per limitare la potenza e anche aumentare la cilindrata per permettere ai motori di durare almeno 300/400 litri prima di fare il basamento.
-------------------------------------------------------------------------------
Copiare le federazioni che funzionano meglio e non avallare sempre le richieste delle case costruttrici.
-------------------------------------------------------------------------------
Il peso dei kart deve essere riveduto e portato a livelli più bassi specialmente nelle categorie 60 e monomarca: meno peso, più semplicità, meno pericolo.
-------------------------------------------------------------------------------
Gomme dure, un solo treno a week-end; mantenere il motore ad acqua; allargare paraurti anteriore.
-------------------------------------------------------------------------------
Per le categorie 125 a marce amatoriali il peso complessivo di 175 kg è esagerato: il pilota per essere in regola dovrebbe pesare 85 kg. Io ho 46 anni e peso 70 kg, quindi correrebbero solo obesi.
-------------------------------------------------------------------------------
Togliere di mezzo i KF.
-------------------------------------------------------------------------------
Solo un po' più di organizzazione in tutte le piste e, per quanto riguarda i calendari dei campionati regionali, un'assurdità che quest'anno un campionato regionale Campania si sia svolto su solo cinque gare: non è possibile una cosa del genere. Infine una riduzione non dico eccessiva dei costi, ma almeno un'agevolazione sui materiali, sulle gomme, sulle iscrizioni. Tutto è diventato quasi insostenibile e questo è un vero peccato perché tra un po' penso che il mondo del kart andrà a finire, di questo passo.
-------------------------------------------------------------------------------
Ridurre la tensione agonistica, limitare il numero e la presenza dei team. Consentire a tutti di avvicinarsi a questo sport anche ai "poveri".
-------------------------------------------------------------------------------
1) Gomme che facciano almeno 200 giri con un decadimento contenuto in 1,5 sec/giro.
2) Raffreddamento ad aria senza pompa.
3) Decompressore in testa per aiutare gli avviamenti.
4) Telai più leggeri con assali e tubi telaio di diametri contenuti (il grip inferiore delle gomme stresserebbe meno questi componenti).
5) Freno con comando meccanico nell'ottica del contenimento dei costi.
6) Cerchi scomponibili in lamiera per facilitare ulteriormente il montaggio delle gomme.
7) Motori in grado di sopportare intervalli di manutenzione più lunghi, magari imponendo misure di alesaggio e corsa opportuni, pistoni bifascia ecc. ecc.


E C'È CHI LA PENSA DIVERSAMENTE

Viva la KF!
-------------------------------------------------------------------------------
Per me va bene la KF2.
-------------------------------------------------------------------------------
Con le frizioni attuali la KF è perfetta.
-------------------------------------------------------------------------------
I kart sono belli come sono... Sono inutili questi sondaggi. W i kart!


Created by: admin - 18/10/09

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!