Tre nuovi Campioni Rok, una riconferma e…. tanta adrenalina.

Tre nuovi Campioni Rok, una riconferma e…. tanta adrenalina.
L’International Final Rok cresce anno dopo anno e ad ogni candelina spenta corrisponde un saltò di qualità dell’evento in tutto il mondo.

Con i suoi 35 paesi presenti e 298 Rokker al via la Rok International Final si proietta di diritto tra gli eventi kartistici più attesi della stagione.
Sono stati ben quattro i giorni di gare quest’anno in una cornice organizzativa fantastica e piloti competitivi che oramai hanno raggiunto un vette agonistiche mirabili.
Quest’anno alla finalissima di Lonato sono arrivati per la prima volta paesi quali la Russia, l’Iran, la Giordania ed il Principato di Monaco. Dal sud america sono scesi in pista i forti argentini e Panama ha saggiato la ribalta del karting internazionale.  
Al termine dei quattro gironi, iniziati con la pista bagnata e conclusi con uno splendido sole, sono usciti i nomi dei Rok campioni 2009.
Le quattro finalissime hanno regalato emozioni intense e sono vissute anche con scontri all’ultima curva.
Si è passati dalla “noiosa” fuga di Vantini nella Super Rok alla volata tra Fioravanti e De Beer nella Rok Junior. Per concludere con le “spallate” di Mini e Rok che hanno incoronato, rispettivamente, Corberi e Midrla, incendiando l’entusiasmo del pubblico.

MINI ROK – Al verde della finalissima il canadese Stroll, in prima fila, resta al palo, abbandonando ogni possibilità di giocarsi la vittoria.
Luca Corberi, dalla seconda fila, si catapulta in pochi metri in testa alla gara, scavalcando Alessio Lorandi.
Non ci vuole molto a capire che la gara sarà un affare tutto tra i due italiani, Corberi e Lorandi. La coppia di testa scappa veloce, i due si studiano, si sorpassano con manovre spettacolari ed arrivano nell’ultima parte di pista, all’ultimo giro, incollati. Corberi nella sequenza di tornantini che chiude la pista South Garda lascia la porta aperta al rivale, Lorandi non esita e entra nello spiraglio. Nell’incrocio di traiettorie i due kart si sfiorano, Corberi ha la peggio e Lorandi va a vincere.
La manovra di quest’ultimo viene però giudicata irregolare dai commissari sportivi e così scatta la squalifica. Il successore di Steven Brotto nell’albo d’oro diventa Luca Corberi. Distanziati, a completare il podio, arrivano lo svedese Robin Hansson e l’italiano Tommaso Mosca.
Il poleman Rozycki si conferma il più forte sul giro secco con il best lap e l’Italia, con la coppia Corberi-Buran vince la Coppa per nazioni.

DOWNLOAD COMUNICATO

Created by: admin - 02/11/09

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!