Francesco Laudato annuncia il ritiro dalla corse

Il pilota della Birel Motorsport rimarrà nel mondo del karting seguendo un proprio team che utilizzerà materiale tecnico RK. Ma metterà la propria esperienza a disposizione anche della casa madre per alcune iniziative che si stanno definendo.

Era dal weekend dell'ultima World Cup 125 di Sarno che la notizia era nell'aria, ma la conferma ufficiale è giunta solo la prima settimana di Novembre: Francesco Laudato si ritira ufficialmente dalle corse. Dopo una lunga ed eccezionale carriera ( oltre 15 anni di corse con all'attivo 2 titoli mondiali, tre Europei e innumerevoli titoli nazionali), il pilota di Cava dei Tirreni ha valutato tutte le opzioni per il futuro scegliendo di interrompere la carriera da pilota a favore di quella da team manager, ovviamente sempre legato alla casa di Lissone. La decisione è stata certamente sofferta, ma anche molto ponderata. Per chi ha fatto delle corse la sua vita, questo "passaggio" è certamente difficile. Ma Laudato, oltre che un pilota di talento, è anche un ottimo tecnico e una persona molto professionale, tanto da fare le migliori valutazioni di opportunità in modo razionale. Proprio la razionalità e la voglia di nuove sfide l'ha portato alla decisione di smettere con le corse per dedicarsi a tempo pieno al nuovo ruolo di operatore RK (Robert Kubica Kart). Le incognite legate alla prossima stagione nella sua categoria, la 125 KZ1 erano troppe. Infatti, le nuove omologazioni dei motori determineranno uno scenario difficilmente prevedibile che caratterizzerà, con ogni probabilità, tutta la stagione 2010. Per questo motivo trovare le giuste motivazione sarebbe stato difficile. Le motivazioni, invece, non mancano nelle nuove sfide e proprio in una nuova dimensione Francesco Laudato si rimetterà in gioco. Dal mese di Dicembre, infatti, sarà rivenditore ufficiale per la Campania del marchio RK, oltre a gestire in pista il suo team Laudato Racing (http://www.laudatoracing.it/). Va detto che, già da qualche anno, Laudato seguiva in prima persona il proprio team in ambito nazionale, dove ha colto anche vari successi, tra cui un titolo Nazionale della 125 Icc. Il passaggio al suo nuovo ruolo è stato quindi graduale e ponderato. Ma oltre alla sua attività personale, Laudato sarà coinvolto con ogni probabilità anche in ulteriori iniziative della casa-madre, come lo stesso Laudato conferma: " Prima di decidere i miei programmi 2010 mi sono preso tutto il tempo necessario, anche se qualche giornale aveva anticipato le mie intenzioni. E tra i motivi che mi hanno convinto a lasciare le corse in qualità di pilota, c'è proprio lo scenario da team manager e operatore di settore che si apre per me. Era scontato che non avrei potuto correre in eterno, anche se il karting e le corse sono la mia passione e la mia vita. Così ho valutato bene insieme a Ronni Sala le prospettive per il futuro e abbiamo trovato un intesa che mi consentirà di proseguire a lavorare in questo ambiente da protagonista, se pur con una veste nuova. Mi occuperò di un centro vendite ufficiale del marchio RK, seguirò il team Laudato Racing che sarà protagonista in ambito nazionale e lavorerò a stretto contatto con la Birel anche su altre iniziative molto stimolanti che si stanno sviluppando. La mia è stata una scelta razionale fatta valutando tutti gli aspetti, compreso il fatto che, in ambito agonistico in KZ1, è diventato troppo determinante il ruolo del motore e sul 2010, per via delle nuove omologazioni, non è possibile fare valutazioni attendibili. Oggi si chiude ufficialmente la mia carriera da pilota di kart, ma si apre un futuro da operatore che mi consentirà di fare comunque ciò che mi piace di più: le corse. Avrò un ruolo diverso, ma la mia determinazione per raggiungere i risultati sarà sempre la stessa. In questo momento per me è doveroso fare alcuni ringraziamenti. Il primo è certamente per mio padre, che mi ha portato la prima volta in pista e mi ha seguito fino alle prime vittorie in ambito nazionale. Questo sport ha reso il mio rapporto con lui ancora più stretto e bello. Un'altra persona fondamentale per la mia carriera è stato Ronni Sala: mi ha sempre dato fiducia credendo in me e mi ha portato ai vertici del karting Mondiale. Inoltre, la mia ragazza e attuale moglie, che mi ha incoraggiato sempre sapendo che, il karting per me, prima di un lavoro e la mia passione. Per questo mi ha sempre appoggiato nonostante tutto il tempo che devo sottrarre alla famiglia. "  


Birel SpA
Ufficio Stampa Centrale
PH: +39.039.2145204
FAX: +39.039.462333

Created by: admin - 18/11/09

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!