Circuito Internazionale Napoli XIII Trofeo Grifone 2010 – La gara

Domenica 28 febbraio 2010. Paddock nuovamente gremito, 174 piloti provenienti da tutta Italia e l’Europa, 11 le categorie in pista e temperature serene e quindi miti. Si è presentato con questi dati per il primo appuntamento della stagione corse 2010 l’università del karting ai piedi del Vesuvio. I vincitori nelle varie classi tutti da Roma, Avellino e Napoli. Ed è già tutto pronto per la tappa italiana del Campionato Europeo Cik Fia classi SuperKF, KZ1 e KZ2 programmato 8-11 aprile 2010. Naturalmente sui 1699 metri di pura passione del Circuito Internazionale Napoli

Junior ROK + Super ROK (Class. Combinata) – PREFINALE
Gara d’esordio ed in trasferta per la fortunata serie della Tony ed il suo motorista Vortex. L’area di competenza è quella Lazio/Campania. La classe per questo schieramento è accorpata includendo la Junior ROK e la Super ROK. Per la prima, la romana Arianna Armati (JR) conquista la migliore piazza al termine delle qualifiche del mattino. Per la SR, è il capitolino Lorenzo Caponi a fare la migliore prestazione. Schieramento, giro di installazione e qualche toccata di troppo in coda. L’episodio non rallenta il programma e si inaugura con il semaforo verde la stagione corse a Sarno. Prima finale ufficiale del 2010. In testa Caponi ed un agguerrito Panatta. Per la Junior ROK, la terribile Arianna, Armati inizia al meglio regolando anche piloti della classe superiore. Agresta della Junior sempre, imita la Armati e si fa notare fra i più prestazionali. In testa, Caponi tiene ben salda la posizione ma alle sue spalle è ora Emiliano Cervoni, romano, a farsi vedere. I distacchi fra i concorrenti sono minimi, nell’ordine dei centesimi. Intanto è letteralmente guerra nella classe inferiore fra Agresta ed Armati. Così in pratica fino alla fine con Caponi che si aggiudica la Prefinale e Arianna Armati prima della sua categoria.
Classifica Prefinale. 1) Caponi L. (SuperROK) 10 giri in 11.31.056; 2) Cervoni E. (id) a 3.333; 3) Murzilli D. (id) a 3.860; 4) Panatta R. (id) a 4.370; 5) Armati A. (JuniorROK) a 16.115
 
125 ROK – PREFINALE
Chiara Felici è la donna da battere. La pole position grazie alla prestazione nelle qualifiche è sua. Chiara parte benissimo, ma si forma una muta dietro di lei. A capeggiarla sono Cervoni Ezio e Senesi. Anche Bellini appare in forma e splendidamente conclude la rivoluzione in testa. Purtroppo Chiara Felici lascia prima posizione, è comunque ottima terza, Senesi si piazza secondo e scende dal podio Cervoni. Anche qui, e logicamente, distacchi minimi per uno spettacolo assicurato. Ed infatti, anche dalle posizioni di rincalzo si lanciano per il podio altri protagonisti. E’ il caso di Marco De Padovanis che sembra spettatore ma in realtà costruisce giro dopo giro una splendida gara. Arriva in seconda piazza. Chiara Felici non è appagata ed il finale di gara diviene rovente. Spinge e si prende di prepotenza la prima posizione. Bellini ne fa le spese. E’ Terzo. Secondo invece De Padovanis. Che spettacolo!
Classifica Prefinale. 1) Felici C. (125ROK) 12 giri in 14.05.118; 2) De Padovanis M. (id) a 2.971; 3) Bellini F. (id)a 6.315; 4) Elia A. (id) a 6.359; 5) Galasso N. (id) a 8.924
 
Junior ROK + Super ROK (Class. Combinata) – FINALE
Finale conclusiva con categorie accorpate. Per Arianna Armati è un bel fine settimana, letteralmente a comandare la  sua classe. Per i più prestazionali SuperROK anche qui la questione si delimita fra Caponi, Sciarra e Cervoni. Questi ultimi due animano la gara finale ed all’ultimo giro è Cervoni ad agguantare la seconda piazza. Benvenuti a Sarno ROKisti ed arrivederci alla prossima.
Classifica Finale. 1) Caponi L. (SuperROK) 13 giri in 14.59.606; 2) Cervoni E. (id) a 2.181; 3) Sciarra A. (id) a 2.768; 4) Murzilli D. (id) a 4.665; 5) Panatta R. (id) a 6.698;
 
 
125 ROK – FINALE
Chiara Felici da Roma che partiva al palo ripete lo show della prefinale e si aggiudica la gara. Alle sue spalle la solita bagarre dovuta ai risicati distacchi fra i concorrenti. Purtroppo esce di scena un protagonista, Senesi a concludere un week-end sfortunatissimo. Entra in scena Galasso nelle posizioni che contano, mentre Cervoni e De Padovanis forse stanchi, sono autori di una finale grigia. Elia in crescendo, è stupendo secondo. Si inizia sgranare il gruppo ed a consolidarsi le posizioni per la bandiera a scacchi che sventolerà ancora una volta prima per la pilotessa Chiara Felici da Roma
Classifica Finale. 1) Felici C. (125ROK) 15 giri in 17.37.212; 2) Elia A. (id) a 1.078; 3) Galasso N. (Fa/Vortex) a 4.983; 4) De Padovanis M. (125 ROK) a 8.506; 5) Mencaglia F. (Birel/Vortex) a 8.704.
 
125 IT – Finale
In pole Mario Covino. Quindici giri da pazzi. Covino parte benissimo, mentre è Feola ad accusare non al meglio la fase del semaforo verde. Invece la interpretano benissimo Di Fuccia ed Izzo. Il gruppo di testa è raccolto in pochi centesimi e via al valzer delle posizioni. Covino e Cozzolino seguiti da uno scatenato Izzo. La differenza fra di loro a metà gara è in meno di un secondo. Ottimo a ridosso del podio Petillo con D’Alelio che partito in sordina a guadagnare posizioni su posizioni. Purtroppo però non durerà molto. E la stessa sorte toccherà al big Di Fuccia. E’ tutta la griglia che comunque gira benissimo quasi a formare un unico serpentone. Nuovo mezzo, stesse motivazioni. Vince la gara Mario Covino da Napoli in un finale che ha visto consolidarsi le posizioni e sgranarsi il gruppo.
NOTE. Concorrente n. 8 Izzo G. retrocesso in ultima posizione
           Concorrente n. 36 Feola P. retrocesso in ultima posizione
Decisione CC.SS.
Classifica Finale. 1) Covino M. (AMV/Tm) 15 giri in 16.48.459; 2) Cozzolino S. (Fa/Tm) a 3.732; 3) Petillo C. (Parolin/Tm) a 8.355; 4) Mollo C. (Crg/Tm) a 13.981; 5) Acconcia C. (Am/Pavesi) a 14.578
 
KZ2 – Finale.
E’ stata questa una delle gare più attese in occasione del tredicesimo Trofeo Grifone sulla pista del Circuito Internazionale Napoli. Rispettato il tetto massimo di iscritti, circa 25, è stato un ottimo banco di prova in vista della tappa europea di aprile a  Sarno che ospiterà anche questa categoria. Presenze internazionali in pista ma è Francesco Celenta da Salerno a mettere tutti in riga fin dalle qualifiche. In gara parte benissimo mantenendo la posizione dagli attacchi di un altro probabile protagonista dell’Europeo di aprile ovvero il ceco della Tony-Vortex Patrik Hajek. Di Poto e Lucati a guardar le spalle al duo di testa dagli attacchi insistenti degli alfieri del team KDP racing dall’Olanda. Gara incolore per l’altro big Catapano ma sfortunatissima per Bifulco. Buona la prova degli italiani Redina e Gioacchini. Di nuovo in testa con il salernitano Celenta autoritario fin dal primo giro che purtroppo deve dire addio alla gloria nel finale. Viene sorpassato dal Hajek e dal veronese Lucati. Di Poto sornione e forse sfortunato è quarto.  Colpo di reni spettacolare per Celenta che ruba almeno la seconda piazza consegnando la prima al ceco Hajek e la terza a Lucati. Bravo Hajek, primo al traguardo. Ottime premessa per l’Europeo di aprile.
NOTE. Concorrente n. 23 Lucati Y. escluso dalla classifica (sotto peso).
           Concorrente n. 32 Di Poto L. esclsuso dalla classifica (comport. scorretto in gara)
Decisione CC.SS.
Classifica Finale. 1) Hajek P. (Tony/Vortex) 15 giri in 16.32.464; 2) Celenta F. (Am/Pavesi) a 0.980; 3) Vander Burgt Ryan (Tony/Tm) a 6.231; 4) Rico VD Eijrden (id) a 7.258; 5) Rendina G. (Brm/Tm) a 7.422
 
KF2 – Finale.
In pole position Marco Raia (Kosmik/Iame) da San Giuseppe Vesuviano, praticamente in casa. Allo start dei quindici giri sembra farsi sorprendere ma mantiene la leadership con alle spalle Cinti (Kosmik/Vortex) e Gasparrini (Tony/Vortex) entrambi da Roma. I tre viaggiano con meno di un secondo di distacco e se lo porteranno per gran parte della gara. Cinti nell’ultimo terzo della corsa decide di sovvertire il podio e supera Raia. Lotta ancora viva ed aperta per Gasparrini e Pettinari con un attentissimo Carlo Borghese da Napoli quinto. Raia affila le armi per un finale strabiliante. Si riprende la posizione di testa e va a vincere con Cinti che purtroppo da forfait a pochi momenti dalla gloria. Positivi nel complesso anche Gatto e Spavone.
Classifica Finale. 1) Raia M. (Kosmik/Iame) 15 giri in 16.54.916; 2) Gasparrini M. (Tony/Vortex) a 2.687; 3) Pettinari F.(Kosmik/Tm) a 5.223; 4) Gatto N. (Fa/Tm) a 6.471; 5) Spavone A. (Fa/Vortex) a 8.796
 
KF3 – Finale. Bentornata KF3 a Sarno. E’ ancora fervido e presente il regalo che in occasione del mondiale dello scorso settembre ci fece G.M. Niceta. Sicuramente c’è stato un avvicendamento di protagonisti, ma le avvisaglie già c’erano state a fine stagione scorsa. E’ una conferma per il campionissimo Speedy, calabrese di Cosenza che guadagna la pole. Allo start però è l’irpino di Sturno Gianni Vigorito a scattare a molla ed a guidare la gara. Romano si colloca ottimo quinto e Pezzolla che studia per diventare un grande è ottavo. Distacchi in pista risicati e suspance assicurata. Nell’ultimo terzo di gara i primi tre provano a scappare. Sono i già citati Vigorito, Speedy e Albano Adriano da Lecce. Peccato per Rosario Lupo sfortunato in questa tornata. Racchiusi in meno di un secondo comunque i primi tre a due giri dalla fine. Ed infatti Speedy si mangia Vigorito e guida la gara, in un qualcosa di già visto. Penultimo giro e l’irpino ricambia il favore, nuovamente primo. Albano è di ghiaccio e mantiene la terza piazza. Al traguardo è primo Gianni Vigorito. Che gara!
NOTE.
Concorrente n. 12 Romano L. retrocesso in ultima posizione (sotto peso)
Decisione CC.SS.
Classifica Finale. 1) Vigorito G. (Tony/Vortex) 15 giri in 17.09.741; 2) Speedy (Corse/Comer) a 0.132; 3) Albano A. (Tony/Vortex) a 0.297; 4) Leone M. (Zanardi/Vortex) a 4.227; 5) Lanza PL. (Tony/Vortex) a 9.643
 
100 Prodriver – Finale. Franzese, semplicemente Franzese. E volutamente non si inserisce più nulla. Con questa gara è aperta la caccia al simpaticissimo ed interessantissimo pilota di Ottaviano. Cacciatori pretendenti Monteleone, uno splendido ma sfortunato Cimmino, Borghese ecc. Ma logicamente, la caccia diventata oramai importante, è aperta a tutti
Classifica Finale. 1) Franzese G. (Tony/Tm) 11 giri in 13.01.798; 2) Monteleone G. (Tecno/Tm) a 5.631; 3) Borghese PL. (Birel/Tm) a 10.087.
 
125 Prodriver – Finale. Sta diventando un affare a tre ovvero Polisi, Merano e Aulisio. Questo è stato anche l’ordine di partenza che ne è fuoriuscito dalle qualifiche. Ed allora, Merano e Polisi come un razzo lasciano la terza piazza ad Aulisio. Primo scossone quindi. Secondo scossone, con Aulisio terzo che mantiene i tempi sul giro, ma gran battaglia fra Merano e Polisi. Polisi agguanta la vetta della gara. Il distacco fra i tre è a metà gara nell’ordine del secondo e pochi decimi. La lotta sembra spostarsi fra i compagni di scuderia Merano e Aulisio che letteralmente tallona lo scarico del compagno secondo. Polisi primo, sembra volersi allontanare dalla battaglia interna al MRT, battaglia che vale per ora la seconda e la terza posizione. Valestra, Pulcinaro e Merillo in attesa degli eventi fanno una gara attentissima e di attesa. Aulisio inizia a macinare giri veloci e dalla terza posizione si colloca secondo. Mancano due giri ed il distacco dal leader Polisi si restringe. Dura solo un giro perché Polisi vola e Merano agguanta nuovamente il compagno Aulisio. Gabriele Merano e di nuovo secondo con Aulisio alle sue spalle. Tutto finito, assolutamente no. Manca un giro. Aulisio sfreccia, forse ha il kers ed è primo, Pasquale Polisi diviene logicamente secondo e terzo Merano. Gara fantastica. Comunque come da pronostico.
Classifica Finale. 1)Aulisio P. (RK/Tm) 11 giri in 12.26.988; 2); Merano G. (Birel/Tm) a 2.928; 3) Valestra M. (id) a 3.499; 4) Pulcinaro G. (Crg/Tm) a 4.773; 5) Merillo M. (Pcr/Tm) a 6.276
Note.
Concorrente n. 18 Polisi P. escluso dalla Classifica finale per decisione CC.SS

Scarica comunicato

Created by: admin - 28/02/10

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!