Tanti i nomi nuovi sui podi di Triscina

Anche la trasferta in terra di Sicilia è andata in archivio e si può dire che la doppia sfida insita nell’assegnazione della seconda gara di Open al Circuito Triscina Castelvetrano è stata vinta. La prima riguardava la localizzazione del tracciato, a cui poi si aggiungeva la collocazione temporale, coincidente con il week end di Pasqua: entrambi i fattori avevano in un primo momento contribuito a suscitare perplessità in merito alla buona riuscita della manifestazione, dubbi che poi si sono dissolti di fronte al successo di quella che è stata una vera e propria festa dello sport.

I 140 piloti provenienti da ogni estremità della penisola hanno infuocato il tracciato trapanese,entusiasmando il folto pubblico riversatosi sulle tribune. Ottime le performances dei piloti di casa, distintisi in ogni categoria, prodotti di una tradizione motoristica, quella siciliana, che affonda le proprie radici in un lontano e storico passato. Non si sono lasciati scappare l’occasione di correre nella propria terra due driver di fama internazionale, ovvero Angelo Lombardo, campione europeo 2009 nella classe KZ2 e Giuliano Maria Niceta, vincitore della Coppa del mondo della KF3, che si sono creati uno spazio nella loro fitta tabella di impegni, per rendere omaggio alla loro regione. Ma ecco cosa è successo in pista.

Nella 60 Mini, la vittoria è andata a Christian Castelli (Tony Kart-Lenzo-Vortex). Il pilota romano, partito dalla pole dopo la vittoria in prefinale, è scattato in testa allo spegnersi dei semafori, ma ha faticato non poco a tenere a bada un arrembante Alessandro Maiorana (Top Kart-Lenzo-Vega). I due hanno percorso tutti i 10 giri della gara all’unisono, con il siciliano che ha tentato più volte di prendere il comando della corsa, ma ha dovuto arrendersi alla superiorità dell’avversario. Sul terzo gradino del podio è salito un altro pilota locale, il piccolo Pietro Mazzola (Top Kart- Iame-Vega), che ha contenuto abilmente due ossi duri come Garofano (Top Kart-Vortex-Vega) e Nifosì (FA-Lenzo-Vega). Meno brillante del solito il vincitore della gara di Castelletto, Danilo Albanese (Fa-Iame-Vega), solo 12°, mentre Vincenzo Paparo (Top Kart-Iame-Vega) si è visto fuori gioco al primo giro. La classe KF3 ha visto in Speedy (Top Kart-Comer-Vega): il dominatore assoluto: dopo il primo tempo qualifica, ha dovuto arrendersi soltanto in finale 1 al siciliano Riccardo Vullo (Tony Kart-Tm-Vega) dopo una bella battaglia, per poi prendersi la rivincita nella gara conclusiva e festeggiare sul gradino più alto del podio. Terzo al traguardo il campano Gianni Vigorito (TonyKart-Vortex-Vega) del Team Imparato, resosi protagonista di un’entusiasmante rimonta dalla trentesima posizione della prefinale. Dietro di lui si sono piazzati Alessio Profeta (Tony Kart-Tm-Vega), in evidenza l’intero week end, e Federico Pezzolla (Top Kart-Vortex-Vega), che inizia con il piede giusto la sua avventura nell’Open Masters. Oscar alla sfortuna va a Paolo Ippolito (Intrepid-Tm-Vega), fermo in partenza per problemi tecnici, riesce a ripartire solo in ultima posizione, ma è lui ad attirare l’attenzione generale, esprimendosi ad altissimi livelli con sorpassi e giri veloci, che gli hanno permesso di conquistare la settima piazza finale, magra consolazione considerato il potenziale dimostrato. Senza l’inconveniente allo start avrebbe certamente potuto lottare per la vittoria. Buono l’exploit di Alessio Piccini (Tony Kart-Vortex-Vega) in questa seconda tappa di campionato: il giovane figlio d’arte, molto veloce, si è ritrovato fuori nelle battute conclusive della prefinale a seguito di un contatto con Niceta, mentre viaggiava con il gruppo di testa. La prima curva miete subito vittime eccellenti al via della KF2: finiscono fuori Marco Moretti (Maranello-Tm-Vega), vincitore della prefinale e il francese Alexandre Arrue (Righetti Ridolfi-Tm-Vega), che riprendono la pista, ma solo in fondo al gruppo. Ne approfitta l’idolo locale Rosario Ingoglia (Tony Kart-Tm-Vega), portacolori del Team TRT, che ha infiammato gli animi dei numerosi tifosi accorsi in circuito, conquistando una splendida vittoria in ai danni di Vittorio Maria Russo (Tony Kart-Vortex-Vega), in forza al Team Pacitto, dopo una lotta accesissima fatta di continui avvicendamenti fino alla bandiera a scacchi. Terzo classificato il pescarese Alessio Santilli (Intrepid-Tm-Vega) del Team TKR, che ha avuto la meglio sull’esperto Riccardo Cinti (Kosmic-Vortex-Vega) e Alessio Costantini (Tony Kart-Vortex-Vega). Matteo Gasparrini (Tony Kart-Vortex-Vega) riesce a precedere il suo diretto avversario in campionato Lorenzo Nistri (LGK-Iame-Vega), un po’ in difficoltà in questa trasferta siciliana: concludono rispettivamente in 8^ e 9^ piazza. Sul podio della classe con il cambio, la KZ2, suona forte l’inno siciliano ad inneggiare l’affermazione di Angelo Lombardo (Tony Kart-Vortex-Vega) che dopo un’ottima partenza, si è preso la testa della corsa per non mollarla fino al traguardo. Ottimo secondo il diciassettenne Biagio Amato (Tony Kart-Maxter-Vega), di Milazzo, la vera sorpresa del fine settimana, che ha dato davvero del filo da torcere al più navigato avversario, riuscendo persino a precederlo in prefinale. A completare il podio è il marchigiano Matteo Massatani (Intrepid-Tm-Vega), del Team TKR, che è riuscito nelle ultime battute a guadagnare margine sul duo di inseguitori formato da Massimo Aceto (Righetti Ridolfi-Tm-Vega) e Nicola Nolè (Crg-Tm-Vega), rosicchiando loro punti preziosi per la classifica generale.Davvero entusiasmante la finale della Rotax Max, la nuova arrivata nell’Open, che ha visto protagonista indiscusso un terzetto formato da Edoardo Di Gangi (Crg-Rotax), Gianluca Tranchida (Crg-Rotax) e Antonino Sardo (Crg-Rotax). Fin dal via i tre hanno dato spettacolo con continui avvicendamenti, rimanendo a filo di paraurti, fino alla bandiera a scacchi, che ha sancito la vittoria di Di Ganci, davanti al compagno di squadra Tranchida, entrambi in forza al Team Gamoto, con Sardo a completare il podio. Va così in archivio la seconda prova dell’Open Masters di kart. L’appuntamento si rinnova tra più di un mese in terra salentina, sul Circuito La Conca di Muro Leccese.








Created by: admin - 06/04/10

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!