WSK Super Master Series, Lonato – Qualifiche

Columns: Gare
Il weekend di gara riparte dalla lotta al cronometro. Pole position assolute per Irlando (KZ), Trulli (OK), Badoer (OKJ) e Kastelic (60 Mini).

Le qualifiche di Lonato aprono il secondo weekend targato Super Master Series dando il benvenuto al nuovo corso della KZ2.

KZ2 – Birel sempre al top
Birel Art
prosegue la sua striscia positivi replicando quanto visto sette giorni fa nel corso della Winter Cup. Al termine delle qualifiche è ancora 1-2 per la casa di Lissone con Alex Irlando e Riccardo Longhi rispettivamente davanti per i gruppi A e B, best lap di Irlando in 45.589. Terzo tempo assoluto per il protagonista dell’ultima gara del 2019, Dougas Lundberg (Novalux), davanti per il raggruppamento B. Ultime due pole di gruppo assegnate al Campione Italiano 2018 Giacomo Pollini (NGM Motorsport) al primo appuntamento stagionale, top five per il terzo dei Birel Art, Matthew Payne. Seconde posizioni illustri per Puhakka (Tony Kart) nel gruppo B e Palomba (Birel Art) nel gruppo E. Prime due manche nel corso della giornata.

OK – Trulli che spettacolo
Con un giro indiavolato, Enzo Trulli (KR) porta a casa la pole position assoluta per la Senior. L’italiano ha fatto registrate un buon 46.616, valido per la pole position del gruppo A e primo dell’armata Kart Republic. Alle spalle del poleman, replica il compagno di marca Andrea Kimi Antonelli (KR), in alto nel raggruppamento B e davanti ad un ritrovato Rafael Camara (Forza Racing). Il team britannico sorride anche grazie a Dilano Van T’Hoff, sempre al top in questo avvio con la pole del gruppo D. Ultimo primatista è il Campione del Mondo in carica e primo di casa Tony Kart, Lorenzo Travisanutto per il raggruppamento E. In seconda piazza per i rispettivi gruppi, ecco riemerge Taylor Barnard (Rosberg Racing), Nikita Bedrin (Ward Racing), Theo Wernesson (TK Racing) e il duo Tony Kart, Joseph TurneyPedro Hiltbrand.

OKJ – Tripletta KR, comanda Badoer
Brando Badoer
(KR) continua a dimostrare l’ottimo stato di forma nelle prime gare del 2020. L’italiano piazza la zampata finale con 47.857 fisso sul cronometro, utile per mettere in cassaforte la pole del gruppo A. Alle sue spalle, come detto, caccia grossa per KR che porta in pole per il gruppo B un buon Igor Cepil, per il gruppo C Arvid Lindblad. Ultime tre pole assegnate a Akshay Bohra (TB Racing) per il gruppo D, Karol Pasiewicz (Tony Kart) nel gruppo E, chiude Tymoteusz Kucharczyk (Birel Art) nel gruppo F. Seconde posizioni di rilievo per Severiukhin (Ward Racing), Ho (Sauber Karting Team), Dedecker (KR), Bertuca (Birel Art) e Giltaire (Sodikart).

60 Mini – Kastelic spiazza i russi
La classe dei più piccoli cambia nazionalità, almeno in parte. Con il best lap fatto segnare in 52.928, è Mark Kastelic (Team Driver) a strappare i titoli del venerdì pomeriggio di Lonato. In seconda e terza piazza seguono Luka Savu (Gulstar Racing) e Antonio Apicella, primo degli italiani, rispettivamente nei gruppi B e C. Restanti tre pole per Jan Przyrowsky (AV Racing), James Egozi (Tony Kart) e Shimo Zhang (Parolin).

Seguiranno aggiornamenti nel corso del weekend.

S.C.
Credits: FM Images

Created by: scorradengo - 21/02/20

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!