Claudio Flenghi ci ha lasciati

- News & Anteprime
Ci ha lasciati, in questa torrida domenica di luglio Claudio Flenghi, patron della TM Racing, uno dei personaggi più importanti del karting degli ultimi 35 anni.

Flenghi, così come lo chiamavano tutti in pista,era un punto di riferimento per tutti: per gli altri costruttori, per le autorità sportive, ma anche per tutti i team e piloti.
Non ha studiato ingegneria meccanica, non aveva un master in economia aziendale ad Harward, eppure con ingegno, passione e dedizione è riuscito a trasformare una piccola officina in una delle più blasonate aziende motoristiche del nostro Paese. Laddove grandi nomi navigano in cattive acque, sotto la sua guida la TM ha conquistato vittorie in pista e sul mercato, superando indenne momenti di crisi profonda in cui altre storiche aziende hanno alzato bandiera bianca. Merito suo, della sua visione, della sua capacità di rimanere legato alla sua azienda in modo viscerale. Ricordo quando andai ad intervistarlo a Pesaro. Arrivai e lui era li, con le maniche della camicia rigorosamente arrotolate intento a risolvere qualche problema. E, quando sul punto di andarmene vidi la gomma a terra della mia auto, si preoccupò egli stesso di gonfiarla e di indicarmi un gommista di sua conoscenza in zona. Claudio Flenghi era così: se poteva darti una mano, si faceva in due. Non aveva peli sulla lingua e andava dritto al sodo, senza fare troppi giri di parole per mandarti a quel paese, per correggerti o per farti un complimento. Il karting deve molto a Flenghi. Se la 125 ancora esiste, resistendo ai deliranti regolamenti delle federazioni (che hanno ucciso le categorie monomarcia...), è anche merito suo. La sua filosofia, da uomo semplice, è sempre stata quella di realizzare un prodotto di qualità, ma facile da usare. Economico, ma con enormi margini di sviluppo. E la sua grande abilità è stata anche quella di creare un mercato capillare (famoso il detto "i ricambi del TM li trovi pure al supermercato...") spiazzando la concorrenza.
A nome della redazione di Vroom porgo le mie condoglianze alla famiglia e ai collaboratori più stretti: la sua mancanza si fa già sentire.

 

Lascia il tuo commento:

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!
Follow Us on Facebook