Viverone - Round 3, Report

Press Release by:
Columns: Gare
Spettacolo ed emozioni non sono mancate a Viverone dove le categorie Briggs Kart Championship si sono confermate in grande ascesa nel panorama karting nazionale, sia per numero di piloti (elevato anche in Piemonte), sia per qualità degli stessi.

Dal punto di vista tecnico i Kart CRG equipaggiati con il motore 206 di Briggs & Stratton hanno ancora una volta confermato di rappresentare un mix tra prestazioni e affidabilità perfetto, soprattutto in grado di esaltare le doti di guida dei piloti e il lavoro dei team. In tutte le categorie si è assistito a confronti avvincenti, a partire dai più “piccoli” della Mini, categoria che ha visto Samuele Cecchetto sfruttare al meglio l’assenza dei rivali Moretto e Girardello conquistando un doppio successo che lo proietta ai vertici della classifica provvisoria a pari merito con Galesso (ottimo 3° a Viverone in entrambe le gare). Anche la categoria Junior ha avuto un protagonista assoluto con Casarini, vincitore di entrambe le Finali. Molto più incerto, invece, il risultato nelle classi Senior e Master. Nella Senior in Gara 1 si è imposto Ceccato, mentre in Gara 2 il successo è andato a Bettinelli. Nella Master, ha vinto entrambe le Finali Castiglioni, ma la lotta per il podio è stata allargata fino a 6-8 piloti, che hanno offerto uno spettacolo eccezionale. 
 

MINI - Samuele Cecchetto del Team Raceland Vicenza ha iniziato il proprio weekend alzando al cielo il Trofeo Greentire per la pole postion e si è confermato perfetto anche in entrambe le Finali. In Gara 1 si è imposto su Fabio Ferlicca, anche approfittando di un contatto alle loro spalle, che ha consentito ai due leader di prendere subito un margine di sicurezza sul gruppo. Ferlicca ha guidato la corsa fino al penultimo giro tallonato da Cecchetto, che proprio a poche centinaia di metri dalla bandiera a scacchi ha saputo portare a termine il sorpasso sull’avversario. In 3ª posizione, invece, è risalito bene Giacomo Galesso, mentre gli ultimi due gradini del podio di Gara 1 sono andati a Emanuele Romano e Andrea Costa della K-Dad. Positivo anche Magistro, 6° al traguardo davanti a Farro, Difino, Kerdal e Marchesi. In Gara 2 Samuele Cecchetto si è confermato fuori portata per tutti, questa volta guidando la corsa dalla partenza all’arrivo. Ferlicca e Galesso si sono confermati gli avversari più concreti e hanno terminato nell’ordine al 2° e 3° posto, guadagnando punti preziosi per la classifica di campionato. A seguire, Andrea Costa ha ottenuto il 4° posto e Gabriele Magistro la 5ª posizione. Di pochi millesimi è rimasto fuori dal podio Kerdal, che ha preceduto Farro, Speroni, Marchesi e Carbone. In Campionato Cecchetto si è portato al vertice della classifica a pari punti con Galesso (96 lunghezze), mentre Moretto è sceso al 3° posto staccato di un solo punto. 

JUNIOR - Lorenzo Casarini ha dominato la scena nella Junior per i colori dello Zena Karting conquistando il successo in entrambe le Finali. Si sono alternati sul 2° e 3° gradino del podio, invece, Cambiaso e Mele, con quest’ultimo 2° in Gara 1 e 3° in Gara 2, mentre Cambiaso ha chiuso Gara 1 al 3° posto per poi conquistare la piazza d’onore nella 2ª Finale. In Campionato Casarini è passato a condurre la graduatoria con 125 punti, solo 2 lunghezze in più di Mele, mentre Cambiaso è 3° con 114 punti. 

SENIOR - In Gara 1 Andrea Ceccato ha colto un successo importante in chiave campionato, approfittando della giornata non fortunata di Nicolò Tarocco, solo 4° al traguardo nonostante abbia fatto segnare anche il giro più veloce della corsa. Il pilota di Raceland Vicenza ha preceduto un ottimo Diego Colella e Wesley Bettinelli, che hanno portato i colori dello Zena Karting sul 2° e 3° gradino del podio. Molta positiva anche la prova di Alessandro Tecchio e Diego Valmassoi, che hanno chiuso rispettivamente al 5° e al 6° posto precedendo Giulio Strafurini. A seguire, Monfrini ha preceduto Maci e Danese. In Gara 2 Bettinelli ha portato nelle prime fasi di gara il proprio attacco a Ceccato prendendo la testa della corsa dove si è composto un trenino di 6 piloti al comando che ha lottato fino al traguardo. Sotto alla bandiera a scacchi Bettinelli ha potuto festeggiare la prima vittoria stagionale, mentre Ceccato ha chiuso al 2° posto staccato di soli 148 millesimi controllando gli attacchi di Colella, 3° al traguardo. In 4ª posizione ha concluso ancora Tarocco, mentre al 5° posto si è classificato Tecchio davanti a Valmassoi, Strafurini, Monfrini, Castelli e Danese. Va segnalato un contatto di gara che ha eliminato Prendin e Pozzati già al 2° giro, oltre a un successivo incidente che ha coinvolto Maci e Padoan, con il primo poi escluso dalla classifica per aver iniziato l’azione di sorpasso con le bandiere gialle esposte. In Campionato Andrea Ceccato si è portato al comando con 130 punti davanti a Bettinelli e Tarocco, divisi da un solo punto, rispettivamente a 119 e 118 lunghezze. 

MASTER - La pole position è stata conquistata da Simone De Martini, al debutto stagionale e subito capace di inserirsi nel gruppo dei pretendenti alla vittoria. Tra questi il più in evidenza sulla pista piemontese fin dalle qualifiche è apparso Marco Castiglioni, che ha preso il comando di Gara 1 nelle fasi iniziali per andare a conquistare il primo meritato successo stagionale. Alle sue spalle De Martini ha chiuso staccato solo di 108 millesimi, mentre Giuliano Ghidini ha conquistato il 3° posto a 188 millesimi dal vincitore. Nella maxi volata finale si erano inseriti bene anche Puddu e Frealdo, con quest’ultimo che aveva anche preso la testa della gara a pochi giri dal termine, ma nel corso dell’ultimo giro a causa di una leggera uscita nel prato, Frealdo ha dovuto accontentarsi del 5° posto alle spalle di Puddu. In 6ª posizione ha chiuso Marco Strafurini, quindi Galiazzo ha preceduto Russo, Pienovi e Gastaldi. Da segnalare il ritiro per un contatto di gara di Ferlito. In Gara 2 Castiglioni ha concesso il bis, ma questa volta alle sue spalle ha concluso il compagno di team (Miout) Marco Strafurini, mentre De Martini che aveva chiuso al 3° posto è stato penalizzato di 5” per un contatto di gara. Sul 3° gradino del podio è salito quindi Russo, mentre Ligotti ha preceduto Frealdo. Giù dal podio è rimasto per un’uscita di pista Ghidini, solo 9° preceduto anche da Ottini, Puddu e Pienovi. In campionato, Giuliano Ghidini del team Paprika rimane il leader con 115 punti, uno in più del compagno di team Frealdo che segue al 2° posto, mentre Marco Castiglioni ha recuperato molti punti portandosi a sole 20 lunghezze dal leader.

Press Release by: Briggs e Stratton - 08/09/20

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!