Linee guida (anti-Covid) per l’attività in pista Briggs

Press Release by:
Columns: Gare
In attesa di avere l’ufficialità del calendario con l’inizio della stagione nel mese di aprile, la serie Briggs Kart Championship, come tutti gli sport individuali, deve monitorare costantemente la situazione legata alle possibili restrizioni in arrivo con i prossimi DPCM.

A questo proposito, ricevendo ogni giorno richieste di chiarimenti in base alle restrizioni differenziate attive in Italia, di seguito cerchiamo di fare chiarezza riguardo le norme di carattere generale che riguardano l’attività in pista per i piloti Briggs.

L’orientamento del Governo proseguirà nel differenziare le zone del paese con colori diversi in base al numero dei contagi e questa scelta potrebbe condizionare alcune gare e anche gli allenamenti nelle eventuali regioni e province “rosse". Briggs Kart, infatti, è una serie Karting Nazionale che si svolge sotto l’egida dell’ASI che, in quanto Ente di Promozione, vedrà tutte le attività bloccate in caso di zona rossa e/o lockdown. Al momento, quindi, l’attività di allenamento (test) e le gare sono sempre consentite tranne se una regione o una provincia diventasse rossa.
Purtroppo la situazione non è ancora fluida e i ritardi della campagna vaccinazioni potrebbero creare delle nuove zone rosse e questi eventuali provvedimenti dovranno essere monitorati ogni settimana. Nelle regioni bianche, gialle e arancioni l’attività di allenamento e le gare sono consentite in quanto le gare della serie Briggs sono iscritte al calendario approvato dal CONI. Va detto, però, che è possibile l’allenamento solo per i piloti che intendono partecipare alle gare in calendario, mentre non è autorizzata la pratica amatoriale. La discriminante tra l’attività legata alle corse e il divertimento è stata stabilità dal possesso o meno della licenza da conduttore, che è stata resa obbligatoria per ogni allenamento.

Per questo motivo, Briggs Kart ha deciso di attivare il tesseramento via e-mail per i piloti che intendono allenarsi in vista dell’imminente inizio della stagione. I requisiti necessari saranno la registrazione al sito ufficiale Briggs nella sezione pilota e il certificato medico in corso di validità. Ovviamente i piloti che non devono andare in pista nell’immediato potranno richiedere la licenza alla prima gara alla quale parteciperanno.

Il costo della licenza annuale è stato confermato in Euro 60,00. A margine di queste disposizioni, sono ovviamente attive sotto la responsabilità delle piste e dei singoli organizzatori l’obbligo della mascherina in ogni zona della pista, il distanziamento e procedure online per le registrazioni ai test sui siti delle singole piste per limitare eventuali assembramenti.  
 
Di seguito le indicazioni e i documenti necessari per richiedere la licenza via e-mail scrivendo a info@kartcampus.com:
 
- Nuovi tesserati: inviare copia del certificato medico in corso di validità (sana costituzione), codice fiscale, copia di un documento di identità e copia del bonifico di Euro 60,00 indicando come causale il tesseramento 2021. 
- Rinnovi (piloti già tesserati tramite Kart Campus nel 2020): inviare copia del certificato medico in corso di validità (sana costituzione) e copia del bonifico di Euro 60,00 indicando come causale il tesseramento 2021. 
 
Per maggiori chiarimenti è attiva anche la Segreteria organizzativa del Campionato: marketing@kartcrg.com  - 030.9912604

Press Release by: Briggs e Stratton - 09/03/21

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!