Castelletto - Round 4, Report

Briggs e Stratton
Gare
Sole e pioggia si sono alternati nella tappa di Castelletto di Branduzzo, contribuendo ulteriormente a generare colpi di scena e ribaltamenti delle classifiche.
E lo spettacolo in pista, come sempre incredibile per l’elevato numero di piloti e il grande equilibrio dei mezzi in gara, è stato ancora più avvincente.
La pioggia è iniziata a cadere proprio pochi istanti prima delle prove di qualificazione nel primo pomeriggio, vanificando tutto il lavoro fatto dai piloti nei 3 turni di prove libere del mattino su pista asciutta. Quasi alla cieca per quanto concerne i set-up, quindi, sono stati molto bravi ad andare in pole Gabriele Magistro (Mini), Leonardo Gianello (Junior), Diego Colella (Senior) e Stefano Perseghin (Master). La manifestazione è proseguita con pista bagnata per tutte le Gare 1 e solo Gara 2 della Junior e della Senior si sono disputate con gomme slick.
I successi nelle prime Finali bagnate sono andati a Samuele Cecchetto (Mini), Leonardo Gianello (Junior), Mauro Nicola (Senior) e Domenico Ferlito (Master), mentre in Gara 2 sul gradino più alto del podio sono saliti Gabriele Magistro (Mini), Alessio Zacchi (Junior), Diego Colella (Senior) e Ruben Gastaldi (Master).
In Campionato Fabio Ferlicca guida la graduatoria Mini con 170 punti, Andrea Costa è il leader della Junior con 162 punti, Wesley Bettinelli comanda la Senior con 135 punti e Ruben Gastaldi si è portato al comando della Master, salendo a quota 128 punti. Con questi “campioni d’estate" il Campionato si fermerà per il mese di agosto per tornare a settembre con il doppio Round di Pomposa e poi gli ultimi 2 appuntamenti di Adria a ottobre e di Cremona a novembre. 
MINI - Gabriele Magistro (K-Dad) è apparso il più in forma sulla pista di Castelletto e molto a suo agio sulla pista bagnata, tanto da dominare la scena in Gara 1, fino a pochi metri dalla bandiera a scacchi, quando un piccolo problema al motore gli ha fatto perdere la posizione a favore di Samuele Cecchetto del team Raceland, bravo a tallonare l’avversario per tutta la corsa e cogliere l’opportunità appena si è presentata. Per Cecchetto si tratta della 2ª vittoria stagionale, mentre Magistro ha comunque fatto un bel balzo in avanti in classifica con la piazza d’onore, avendo preceduto il leader provvisorio di campionato Ferlicca, che ha concluso al 3° posto. A seguire, ottimo 4° piazzamento per Marco Difino, che ha preceduto Adrian Speroni salito sull’ultimo gradino del podio disponibile. Al 6° posto si è classificato Finadri, quindi si sono classificati nell'ordine Calendi, Iacopino, Cereda e Polloni. In Gara 2 è arrivato il pronto riscatto di Magistro, che ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale, facendo segnare il giro più veloce della corsa e precedendo Cecchetto di 4” sotto alla bandiera a scacchi. Sul 3° gradino del podio, dopo una gara concreta, è salito Marco Difino, mentre ha finito la corsa nelle protezioni per una uscita di pista Fabio Ferlicca, che lascia così punti importanti per il Campionato, pur mantenendo la testa della classifica. Hanno approfittato della battuta di arresto di Ferlicca, sia Speroni che Cereda, che hanno concluso rispettivamente al 4° e 5° posto sul podio. A seguire, Iacopino ha preceduto Calendri e Finadri. In Campionato rimane leader Ferlicca con 170 punti, ma hanno accorciato le distanze sia Magistro che Cecchetto, rispettivamente 2° e 3° in classifica con 159 e 128 punti. 
 
JUNIOR - In Gara 1 Leonardo Gianello del team Raceland, dopo aver ottenuto la pole sul bagnato, si è confermato il pilota da battere anche in gara, conquistando un successo netto nei confronti di Lorenzo Casarini, 2° classificato davanti al compagno di colori (Zona Karting) Cambiaso. Bella anche la gara di Alessio Zacchi, 4° al traguardo davanti a Romano, Zane, Costa e Grasso. In Gara 2 la pista si è andata gradualmente asciugando e ha premiato chi ha puntato su gomme slick come Alessio Zacchi (Zona Kart), bravo a cogliere la prima vittoria stagionale davanti a Emanuele Romano. Sul 3° gradino del podio è salito Lorenzo Casarini, mentre Andrea Costa ha preceduto Matteo Zane per il 4° posto. Solo 6ª posizione per Leonardo Gianello, che ha sbagliato la scelta delle gomme e del set up, mentre Cambiaso ha chiuso in 7ª posizione davanti a Grasso. In Campionato Costa si è portato al comando con 162 punti, contro i 150 di Gianello e i 132 di Romano. 
 
SENIOR -  Mauro Nicola dello Zena Karting è la grande sorpresa di Gara 1, che ha vinto quasi in volata su Nicolò Tarocco, uno dei big della categoria. Al 3° posto si classifica Wesley Bettinelli, bravo a risalire molte posizioni dopo delle qualifiche non al top, mentre il suo compagno di team (Zena Karting) Diego Colella, dopo essere scattato dalla pole, ha chiuso solo in 7ª posizione, per un contatto con Brundu (poi sanzionato con 5” di penalità). Al 4° posto si è classificato Salvatore Ferlito, che ha preceduto proprio Brundu e Liberiano Guerra. In top ten hanno chiuso Gara 1 anche Domenico Ferlito, che paga una penalità per mancato allineamento allo start, Andrea Ceccato, un po’ sotto tono sul bagnato e Marco Ferazzini, che ha chiuso al 10° posto. In Gara 2 Diego Colella ha riscattato l’uscita di pista di Gara 1, andando a vincere la corsa su Liberiano Guerra, molto veloce sulla pista tornata asciutta e autore del best lap in gara. Al 3° posto ancora un ottimo piazzamento di Salvatore Ferlito, che ha preceduto Andrea Ceccato, molto più competitivo in Gara 2. A seguire, 6° posto per Marco Ferazzini, quindi Bosino ha preceduto Brundu, Valmassoi e Tarocco, mentre il vincitore di Gara 1 Mauro Nicola si è classificato in 11ª posizione. Va detto infine, che a causa di un contatto e il danneggiamento del paraurti, Wesley Bettinelli è stato costretto al ritiro, ma è riuscito comunque a mantenere la testa della classifica provvisoria con 135 punti, solo un punto in più del compagno di squadra Colella e 8 su Ceccato. 
 
MASTER - Domenico Ferlito per i colori del team Copat Ferlito ha saputo fare la differenza sul bagnato in Gara 1 e approfittando anche della bagarre alle sue spalle, ha vinto con un ampio margine su Davide Trombetta, facendo segnare il giro veloce della corsa. Va detto che Trombetta è stato molto bravo per tutta la corsa nel respingere gli attacchi di Gastaldi e del poleman Perseghin, che hanno concluso nella sua scia, rispettivamente al 3° e 4° posto. Più staccato si è classificato al 5° posto Stefano Albanese, che porta così a casa punti importanti per la classifica, come Andrea Ravaglia, 6° al traguardo e autore di una delle sue più belle gare stagionali. Positivo anche Enrico Ferdusi, 7° classificato davanti al campione in carica Ghidini, Di Giulio e Cazzolli. In Gara 2 è stato Ruben Gastaldi, passato sotto i colori del team Abruzzo Academy, ad interpretare al meglio la pista che si stava gradualmente asciugando, vincendo su Domenico Ferlito e Lorenzo Vailati, autore di una strepitosa rimonta dalla 33ª posizione in griglia. Positiva ancora una volta la gara di Stefano Perseghin, 4° classificato davanti Trombetta che ha perso terreno dai leader per un contatto con Domenico Ferlito, poi sanzionato con 5” di penalità. A seguire, 6° posto per Albanese, che ha preceduto Nicolas Russo, Cavalieri, Pienovi e Ferrando. In Campionato la classifica è cortissima e almeno in 5 potranno giocarsi il titolo 2021: guida la graduatoria Gastaldi con 128 punti, seguito da Trombetta con 120 e Serafini con 113.