Alti e bassi per i piloti CRG nel 2° round della WSK Master

Press Release by:
Columns: Gare
Prosegue la fase di preparazione della stagione internazionale per il CRG Racing Team, protagonista lo scorso weekend del 2° Round della WSK Master a Lonato.

Per i piloti CRG e lo staff tecnico è stato un weekend che ha fornito importanti indicazioni tecniche, anche se purtroppo per varie ragioni non ha portato risultati di rilievo. Nelle gare l’obiettivo è sempre il risultato, ma per un Factory Team il lavoro di sviluppo tecnico ha uguale importanza e in questa fase dell’anno è prioritario, in quanto si stanno svolgendo le prime prove reali per i telai 2022 di confronto in pista con i principali competitor.

Dal punto di vista tecnico il programma di lavoro previsto per questo meeting di WSK era importante, soprattutto per le classi KZ e OK, dove si sono provati e comparati 2 diversi telai e si è svolto un lavoro di raccolta dati, anche sulla nuova pompa freno ABA e più in generale sull’impianto frenante VEN 13. Grazie a 5 giorni di tempo metereologico ottimo, il piano di lavoro è stato completato e si sono già potuti apprezzare molti feedback positivi dalla pista, soprattutto in KZ, dove Viktor Gustavsson è stato il pilota CRG più brillante con prestazioni sempre allineate ai migliori. Il pilota svedese aveva aperto il weekend con il 4° posto generale nelle prove di qualificazione su 93 piloti e in seguito ha vinto 2 heat eliminatorie, ma in Finale un contatto al primo giro l’ha relegato fuori dalla top ten, impedendogli di lottare per il podio.

Molto positivo è stato anche Jeremy Iglesias, soprattutto nelle fasi di qualificazione, ma poi in Finale non ha trovato il miglior set up, non riuscendo quindi a capitalizzare il lavoro e le potenzialità fatte vedere nel weekend. Anche Paavo Tonteri in Finale non ha avuto il passo per entrare in top ten, mentre nelle heat è stato sempre tra i più veloci. Per quanto riguarda Alex Irlando, il suo fine settimana è stato in crescendo e la sua velocità in Finale è stata molto buona, ma purtroppo partendo a metà schieramento, non è riuscito a fare meglio del 12° posto. Più complicata la gara di Jorge Pescador, rallentato da un problema tecnico in Finale, così come non è stato un weekend positivo per Brandon Nilsson, Andrea Bosetto e Natalia Balbo, che sono rimasti fuori dalla Finale.
A causa di due incidenti nelle heat e di un problema tecnico avuto nelle prove di qualificazione, è rimasto fuori dalla Finale anche Gabriel Gomez in OK, mentre il debuttante Oliver Rasmussen nella Mini ha disputato una gara positiva, facendo molto bene nelle prove cronometrate e nelle heat. In Finale è stato invece attardato da un contatto nei primi giri.
Bilancio positivo anche per Sebastian Garzon Orozco nella OK Junior, penalizzato da un problema nelle prove di qualificazione, che ha reso il suo weekend tutto in salita, ma capace a tratti di far vedere un ottimo potenziale.

La WSK Master tornerà tra tre settimane con l’appuntamento di Muro Leccese, dove non è prevista la presenza della KZ, ma ancora prima il CRG Racing Team tornerà in pista a Franciacorta per la Winter Series di fine febbraio.
Tutti i risultati del weekend di Lonato sono disponibili sul sito ufficiale di WSK: www.wskarting.it
 
Il commento dei piloti: 
 
Viktor Gustavsson (KZ): “Sono molto contento del weekend, nonostante il contatto in Finale alla partenza che ci ha impedito di lottare con i migliori per le posizioni di vertice. Sono soddisfatto perché la nostra velocità è sempre stata buona in tutte le condizioni, il telaio gestisce bene le gomme nell’ambito di tutte le fasi di gara e anche il feeling con nuovo freno VEN 13 è veramente eccellente. Abbiamo ancora molto margine di miglioramento e lavorando in questa direzione sono certo che arriveremo pronti per l’appuntamento con le gare FIA di Campionato Europeo. Credo che l’appuntamento con il mio primo podio con CRG è solo rimandato”.

Gabriel Gomez (OK): “Abbiamo fatto un percorso dalle prove libere di mercoledì a domenica, continuando a migliorare dal punto di vista tecnico e questo è un aspetto positivo. Purtroppo nelle prove cronometrate ho rotto la catena dopo un giro e partendo sempre ultimo nelle heat, mi sono trovato troppo spesso nelle bagarre e per ben due volte fuori gara. Questo ha reso più difficile completare il mio programma di lavoro e reso impossibile il passaggio in Finale. Ma voglio guardare in ogni caso gli aspetti postivi e anche questo weekend ne ha evidenziati molti. Già questa settimana torneremo in pista e tra due saremo a Franciacorta per la Winter Series, tutti motivati per fare bene e avere risultati con continuità”.

Oliver Rasmussen (MINI): “È stata un’esperienza incredibile lavorare questa settimana con il team ufficiale di CRG: ho imparato molto e ho potuto vedere le potenzialità di un Factory Team, sia dal punto di vista tecnico, sia per quanto riguarda lo staff tecnico. Con il telaio mi sono trovato subito bene e in molte fasi di gara sono riuscito ad avere performance in linea con i migliori. In Finale sono rimasto bloccato nella bagarre e ho perso il contatto con i più veloci, ma al di là del risultato, sono molto contento per questa opportunità e vorrei davvero che il mio programma 2022 potesse proseguire su questa strada”.

Press Release by: CRG Racing Team - 15/02/22

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!