Siena - Round 3, Report

Press Release by:
Columns: Gare
È stato un altro weekend di emozioni sportive di altissimo livello quello vissuto dalla Serie Briggs in Toscana nel 3° appuntamento stagionale, dove a rendere ogni risultato ancora più incerto, dopo le qualifiche (svolte su pista asciutta), nel pomeriggio è arrivata la pioggia. Tanto lavoro per i team sul fronte degli assetti, ma anche condizioni molto difficili per i piloti che si sono trovati direttamente in gara con gomme “rain", senza aver mai fatto un giro con la pista bagnata. Non sono mancati quindi i colpi di scena, come una bandiera rossa che ha interrotto Gara 1 della Master, perché in quel momento pioveva troppo e la pista era diventata impraticabile, oppure alcuni ritiri eccellenti per uscite di pista, come quelli di Liberiano Guerra e Wesley Edoardo Bettinelli nella Senior o di Massimo Cavalieri nella Master.

Ma andando per ordine, nella Mini si sono divisi i successi Federico Chenda di Scuola Karting Abruzzo Academy e Alessandro Cereda (Edilpardo 115 Team Kart Racing), nella Junior Rodolfo Cambiaso del team Keystone & Ldc si è imposto in Gara 1, mentre Alessio Zacchi ha vinto Gara 2, nella Senior Andrea Ceccato per Raceland Vicenza è salito in cattedra con un doppio successo e, infine, nella Master Enrico Ferdusi di Zena Karting ha vinto Gara 1 e Simone Frealdo del Paprika Racing Team si è imposto in Gara 2.
In Campionato, nella Mini dopo tre Round comanda la graduatoria Mattia Finadri con 112 punti davanti a Cereda e Chenda, rispettivamente con 110 e 95 lunghezze, nella Junior il leader è Cambiaso con 115 punti su Nicali (102) e Zacchi (87), nella Senior con il doppio successo Ceccato si è portato al comando con 114 lunghezze su Guerra (91) e Colella (85), mentre nella Master, dopo che Gara 1 ha attribuito punteggi dimezzati per l’interruzione anticipata è Ferdusi al comando con 71,5 punti contro i 66,5 di Ottini e i 61,5 di Domenico Ferlito, che seguono al 2° e 3° posto. Il prossimo appuntamento di campionato è in programma a Viverone in Piemonte il 15 maggio.
 
MINI - La Mini ha inaugurato le Finali nel pomeriggio di Siena ed è stata la prima categoria a scendere in pista con gomme rain (tutti tranne Calendi). Federico Chenda, partito dalla pole, non è stato esente da errori compiendo un testacoda nelle prime fasi di gara, ma nel finale ha recuperato su Alessandro Cereda e con un attacco vincente all’ultima curva ha ottenuto il suo 3° successo stagionale. Cereda ha comunque disputato un’ottima gara, guadagnando la pizza d’onore con merito, come Finadri, 3° al traguardo davanti a Iacopino e Polloni. A seguire, Falcone ha preceduto Monti e Calendi. In Gara 2 pronta rivincita di Alessandro Cereda, che questa volta ha battuto Federico Chenda, mentre sul 3° gradino del podio si è confermato Finadri, divenuto nuovo leader di Campionato. Il podio è stato completato da Falcone e Calendi, mentre al 6° posto ha chiuso Polloni, davanti a Monti e Iacopino.
 
JUNIOR - In Gara 1 disputata in condizioni di grip al limite e con la pioggia che nel finale è tornata a cadere in modo importante, è stato molto bravo Rodolfo Cambiaso a cogliere un successo netto su Mattia Masciarelli, mentre un errore a 3 giri dal termine ha costretto al ritiro Emanuele Romano, mentre era in lotta per con i due avversari per il successo. Al 3° posto ha chiuso così Nicolò Murgia, bravo a difendersi all’ultimo giro dagli attacchi di Alessio Zanchi (4°), mentre sull’ultimo gradino del podio è salito Alessandro Nicali. A seguire, Mancasola ha preceduto Costa, Difino, Panisi e Ceola. In Gara 2 si è imposto con una gara autorevole e senza il minimo errore Alessio Zacchi, autore anche del giro più veloce. Alle sue spalle, positivo ancora una volta Rodolfo Cambiaso, mentre al 3° posto si è classificato Nicolò Murgia che, nelle prime fasi di gara, aveva anche guidato la corsa. Bella gara anche per Simone Grasso, che chiude in 4ª posizione, davanti a Marco Difino. Al 6° posto si è classificato Nicali, che ha scontato anche una penalità per un contatto di gara, mentre in 7ª posizione Masciarelli ha preceduto Mancasola, Ceola e Costa.
 
SENIOR - Alcuni piloti si sono presentati in pre-griglia puntando sulle slick, ma la pioggia tornata poco prima del via gli ha impedito di prendere il via: tra questi sfortunati piloti Domenico e Salvatore Ferlito. La pioggia ha tradito anche due dei grandi protagonisti del Campionato, Liberiano Guerra e Wesley Bettinelli, entrambi usciti di pista e costretti al ritiro nelle prime fasi di gara. Chi non ha sbagliato nulla in Gara 1 è stato Andrea Ceccato, che dopo aver preso il comando della corsa a suon di giri veloci ha ottenuto il successo su Marco Ferazzini, mentre al 3° posto si è classificato il debuttante Mirko Laurito. Sul podio sono saliti anche Diego Colella e Giorgio Rosin, mentre per il 6° posto Bruno Santarelli ha battuto in volata Nicolò Tarocco. A seguire, top ten anche per Nicola, Brundu e Valmassoi. Gara 2 è partita con due penalità per mancato allineamento al via per Laurito e Rosin, mentre al comando della corsa Andrea Ceccato ha subito una maggiore pressione da parte di Ferazzini, ma il pilota di Raceland ha gestito bene la situazione precedendo sotto alla bandiera a scacchi l’avversario di 3”. La grande sorpresa di Gara 2, invece, è stato Thomas Brundu che ha ottenuto un ottimo 3° posto, facendo segnare anche il giro più veloce della corsa. Positivo ancora una volta anche Mauro Nicola, 4° al traguardo davanti a Dmytro Kryzhanovskyi. Al 6° posto si è classificato Laurito che ha scontato 3” di penalità perdendo il podio, mentre al 7° posto Colella ha preceduto Rosin, Santarelli e Castelli.
 
MASTER - Gara 1 della Master è scattata con la pioggia battente e a causa delle condizioni della pista difficili e molti top driver della categoria sono incappati in errori e contatti. Tra questi Barletta, Ligotti e Pienovi, tutti scivolati oltre il 20° posto, ma anche Perseghin e Vailati hanno perso alcune posizioni retrocedendo a centro gruppo. Al comando della corsa, invece, è stato quasi perfetto Enrico Ferdusi che si è portato davanti a Gastaldo e Frealdo prima che, l’aumento della pioggia obbligasse la direzione gara ad esporre bandiera rossa per ragioni di sicurezza. La classifica è stata così aggiornata al 5° giro e i punteggi di Campionato assegnati al 50% con Ferdusi vincitore davanti a Gastaldi, Frealdo, Domenico Ferlito e Di Giulio. Gara 2, invece, se pur ancora con la pista molto bagnata si è svolta regolarmente e ha visto Simone Frealdo ed Enrico Ferdusi battersi fino all’ultimo giro in un duello bello e corretto. Sotto alla bandiera a scacchi è stato Frealdo del team Paprika ad imporsi per 141 millesimi, ma Ferdusi ha comunque ottenuto un 2° posto molto importante in chiave Campionato, dove è passato a condurre la graduatoria provvisoria. Molto positivo anche Ruben Gastaldi, ancora in top 3 davanti a Domenico Ferlito e Andrea Ravaglia, che hanno completato il podio. A seguire, Stefano Perseghin ha ottenuto il 6° posto precedendo Ligotti, Guglielmetti, Barletta e Ottini. Per quanto riguarda la speciale graduatoria Master - Over, va detto del successo in entrambe le gare di Andrea Ravaglia. 

Press Release by: Briggs e Stratton - 26/04/22

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!