Buona la prima per la Rotax Italia a Viterbo

Columns: Gare
È andato in scena sul Circuito Internazionale di Viterbo la XI edizione del Rotax Mojo Trophy, valevole come campionato di Zona Nord, Centro Sud e come prima tappa del Trofeo Nazionale Rotax Italia 2023.

Come da regolamento sportivo, infatti, la classifica di gara-2 assegna punti valevoli come prima manche del Trofeo Nazionale 2023, immutate invece le regole di assegnazione dei punti su gara-1 e gara-2 per le classifiche di zona. 

Condizioni meteo mutevoli per tutto il fine settimana, con un clima insolitamente fresco per il periodo, ma, fortunatamente, le gare della Domenica si sono svolte in modo lineare e con pista asciutta. 

La Rotax Mini è stata la categoria più divertente e incerta dell’intero weekend di gara. Il poleman Andrea Lavazza (Krono Racing) ha visto la sua leadership subito sotto assedio da parte del team mate Paolo De Grandi, che prende la prima posizione subito dopo il via di gara-1 e, sfruttando la bagarre tra Lavazza ed il leader del campionato nord Nik Berceij, prende un leggero margine che lo porterà alla vittoria di gara-1, con un ottimo Giovanni Pistore (Drake Motorsport) che approfitta anch’egli della bagarre serratissima per issarsi al terzo posto, con Lavazza relegato al quarto. In gara-2 è ancora lotta serratissima tra i primi, con Lavazza che questa volta riesce a spuntarla su Berceij e De Grandi. 

Molta meno incertezza ha regnato nella Rotax Junior, che vede in Kiko Fracassi (Infinity) il dominatore del weekend, con pole position e vittoria in tutte e due le gare per distacco. In gara-1 la lotta per la P2 ha premiato un rimontante Diego Triggianese, che, scattato quinto, rimonta fino alla piazza d’onore, con Lorenzo Giaquinto (MKC) che riesce a risalire fino al terzo posto dopo un brutto avvio di gara, con un sorpasso sul compagno di squadra Matteo Natino proprio nel giro finale.                   In gara-2, alle spalle del sempre fuggitivo Fracassi, si issa Lorenzo Giaquinto, che prova da metà gara in poi a chiudere il gap con Fracassi, il quale però, in ottima gestione gara, mantiene sempre 2 secondi di margine. A chiudere il podio è Natino, che precede Badoni e Triggianese a completamento della top-5.

Meno calda del solito la Rotax Max, che, questa volta, ha in Elia Pappacena (MKC) il perfetto dominatore. In qualifica, la pole è del pilota elvetico, davanti a Pietro Pons (LKA). In seconda fila Nicola Guerra e Giacomo Marchioro, portacolori del team Infinity. Allo start Pappacena parte benissimo, trascinandosi dietro Guerra e Marchioro, con Pons che perde posizioni sia da Matteo Pianezzola (54SC), che da Marco Bernardi (Krono). Il serpentone della corsa resta invariato fino alla fine, con Pappacena vincitore su Guerra e Marchioro. Il colpo di scena è nel post-gara, ove Guerra vede perdere la P2 per sottopeso. In gara-2 Pappacena prende subito il largo, aiutato anche dalla bagarre alle sue spalle con protagonisti Matteo Pianezzola ed il duo LKA composto da Pons e Perduca. Alla corsa alla seconda posizione si aggiunge, nel finale, anche Bernardi, ma le posizioni restano sostanzialmente immutate, con Pappacena che vince su Pianezzola, Pons, Perduca e Bernardi. 

Appena 1 centesimo separa i primi due piloti della Rotax DD2 dopo le prove cronometrate, con Leonardo Baccaglini (Drake Motorsport) che ottiene la pole position su Michael Rosina (54 SC). Allo spegnimento dei semafori, è bruciante la partenza di Rosina, che passa in testa davanti a Baccaglini e Daniel Giliberti (infinity). I primi 3 prendono gap, mentre, alle loro spalle, Francesco Palladino (Laudato Racing) riesce a sorpassare Bertocco, per poi avviarsi a chiudere il gap da Giliberti per la P3, senza mai però riuscire ad attaccarlo. Vince Rosina su Baccaglini e Giliberti. In gara-2 Rosina parte bene ed allunga subito, mentre Baccaglini deve sorpassare Giliberti, che dopo un ottimo avvio, si era inserito in seconda posizione. Al secondo giro, anche Palladino riesce a sorpassare Giliberti, che sarà poi costretto al ritiro a seguito di un contatto nella bagarre con Bertocco e Trolese (anche’egli attardato dai contatti). Doppia vittoria quindi per Rosina, con il podio di gara-2 completato da Baccaglini e Palladino. 

Nella DD2 Master doppia vittoria per Federico Rossi (54SC), autore di una grande rimonta in gara-1 dopo essere rimasto attardato per contatti al via, mentre in gara-2 ha controllato il diretto rivale Domenico Palumbo, che ha chiuso entrambe le gare al secondo posto. 

I prossimi appuntamenti Rotax Italia avranno luogo sul Cremona Circuit il 4 Giugno per quel che concerne la zona Nord, e il 2 Luglio a Casaluce per la zona Centro Sud.

RISULTATI

La prossima gara con valenza nazionale si disputerà invece a Castelletto di Branduzzo il 17 Settembre.

a cura di Filippo Laghi


 

Created by: cggiuliano - 16/05/23

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!