Rotax Max Challenge Italia 2023 a Jesolo chiude una stagione in crescita continua

Columns: Gare
La stagione 2023 ha visto il monomarca Rotax compiere un ulteriore step in avanti, con sempre più piloti che hanno scelto questo campionato nella loro stagione agonistica. La gara di Jesolo non fa eccezione, con 91 piloti che hanno preso il via, divisi nelle 5 categorie ormai note: la Mini, la Junior, la Max, la Dd2 e la Dd2 Masters.

A Jesolo si sono disputate le ultime 3 finali che assegnano punti per il titolo nazionale 2023, che insieme alle gare di Viterbo, Castelletto e al punteggio accumulato nella zona, decretano la graduatoria finale della stagione.
Nella categoria Mini, Nik Brecelej si è confermato mattatore della categoria, andando a vincere tutte e tre le gare in programma nel fine settimana e rendendo vane le residue speranze di Paolo De Grandi di poter portare a casa il titolo. In gara-1, è lotta fino all’ultimo giro con il francese Quessada ed il piccolo ousider “TurboKevin”, mentre in gara-2 è proprio Paolo De Grandi a chiudere in seconda posizione mettendo in cassaforte il secondo posto in campionato. In gara-3 ancora dominio di Brecelj, questa volta seguito da Rakusa e De Grandi. Il titolo tricolore 2023 va quindi a Brecelj, mentre Paolo De Grandi si aggiudica il ticket di partecipazione alla Rotax Grand Finals 2023 in Bahrain, essendo primo classificato tra i piloti italiani. Il podio della classifica nazionale 2023 è chiuso da Andrea Lavazza, autore però di un weekend complicato in quel di Jesolo, così come Giovanni Pistore, che chiude quarto assoluto.
La Rotax Junior era forse la categoria che riservava meno suspense, in quando a Kiko Fracassi bastava un semplice piazzamento per aggiudicarsi il titolo. Il pilota veneto, però, per essere sicuro del risultato e mettere in chiaro le gerarchie di questa stagione, mette a segno il successo pure in gara-1, l’ennesimo di un’annata che lo ha visto dominatore. Le attenzioni, quindi, si spostano verso la lotta per la piazza d’onore, che significa vittoria del secondo dei due ticket per il Grand Final a disposizione della classe Junior. I pretendenti sono 3: Brando Badoni, Lorenzo Giaquinto e Matteo Natino. Giaquito mette a segno la pole position, ed in gara-1 conclude secondo, subito alle spalle di Fracassi, con Natino più staccato in P3. Più in difficoltà invece Badoni, che chiude in sesta piazza e non sembra aver la velocità dei diretti avversari. In gara-2 la zampata che non ti aspetti, quella di Matteo Natino, che, partito dalla P3, riesce a sfruttare al meglio il secondo set di gomme nuove a disposizione, per andare a vincere in maniera inaspettata su Fracassi e Badoni. Con Giaquinto solo in P5 i giochi sono rimandati a gara-3. In gara-3 è Fracassi che sale in cattedra e allunga sul gruppo, mentre in grande spolvero è lo sloveno Levar, che prende la P2 sorpassando Natino. Nella fase finale di gara, Lorenzo Giaquinto raggiunge Levar, lo supera e ottiene la seconda posizione, che significa ticket e secondo posto in campionato, dato che i diretti rivali chiudono in P7 e P9. Saranno quindi Fracassi e Giaquinto a rappresentare l’Italia alla XXIV Rotax Grand Finals.
La lotta per il titolo era aperta anche nella Rotax Max, dove Elia Pappacena mette a segno una pole position monstre che vale ¾ del risultato, dato che i diretti competitor per il titolo, Pietro Pons e Giacomo Marchioro, scattano soltanto in P6 e P19, con Matteo Pianezzola che ottiene invece una partenza in prima fila che potrebbe rilanciare le sue ambizioni di podio finale. In gara-1 Pappacena vince con ampio margine sulla concorrenza, con Nik Trobec che ottiene una solida P2 in rimonta anche a seguito di una squalifica nel post gara di Riccardo Perinazzo, che lo priva di un risultato a podio. Terzo è un rimontante Bernardi a seguito di una penalità di 5” per jump-start inflitta a Pons che lo priva del terzo posto e consegna, fondamentalmente, il titolo 2023 in mano a Elia Pappacena. Proprio Pappacena è autore di un’altra prestazione maiuscola in gara-2, dove vince un’altra volta con margine su un ottimo Matteo Pianezzola che ha la meglio nel duello finale con Bernardi e Perduca, che chiudono la top4. In gara-3 le emozioni le regala Nik Trobec, il quale, essendo anche tra i pochi che avevano risparmiato il secondo set di gomme nuove, rimonta 6 posizioni in pochi giri andando a prendersi la leadership e vincendo poi di misura su Pappacena. Il podio è completato da Riccardo Perinazzo, mentre il campionato viene vinto da Elia Pappacena (che ottiene il ticket di accesso alla XXIV Grand Finals) davanti a Pietro Pons e Giacomo Marchioro.
La Rotax DD2 sembrava essere la categoria più scontata del fine settimana, con il campionato che sembrava aver già preso la direzione di Leonardo Baccaglini. Invece, al termine di gara-1, una penalità per jump-start inflitta proprio al vincitore, Baccaglini, porta Daniel Giliberti, che aveva anche ottenuto la pole, a vincere la prima gara in carriera in dd2, davanti a Michael Rosina e Gregorio Bertocco, rivali di Baccaglini nella corsa al titolo. Momenti di alta tensione proprio in gara-2, quando al via, Baccaglini esce di pista in curva 1, dovendo di conseguenza ritirarsi. Michael Rosina coglie in pieno l’occasione per vincere la gara e rimettere tutto in discussione: se dovesse vincere in gara-3 con Baccaglini fuori dalla top-3, il titolo sarebbe suo. In gara-3, invece, in gara-3, è l’outsider di lusso Mauro Simoni a fare la parte del leone, mettendosi in testa e andando a vincere con autorità. In seconda posizione Gregorio Bertocco, mentre chiude in P3 Rosina, che vede sfumare il titolo in favore di Baccaglini, ma che può comunque dirsi contento, in quanto ottiene il secondo ticket di partecipazione alla Rotax Grand Final. La sesta posizione in gara-3 è comunque sufficiente a consegnare il titolo dd2 2023 e Leonardo Baccaglini, che con Rosina sarà uno degli alfieri italiani della categoria.
La DD2 Masters vede Federico Rossi vincitore di tutte e 3 le gare, ottenendo, dopo una stagione che lo ha visto sempre al top e spesso davanti ad alcuni avversari della “under”, il ticket di partecipazione alla XXIV Grand Final.

 

Created by: fmarangon2 - 13/10/23

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!