Al via le Rotax Grand Final in Bahrain

- Eventi
Prende il via questo fine settimana l’evento clou della stagione Rotax, al Bahrain International Karting Circuit in Sakhir. Come sempre, mezzi uguali per tutti forniti dall’organizzatore di un evento globale che non ha eguali nella storia del karting e che ha ispirato ogni monomarca, di cui l’azienda Austriaca è stata pioniera. (fm)

Tutto è pronto al Bahrain International Karting Circuit in Sakhir per l’inizio di una settimana di gare, che culminerà nella Finale di Sabato 9 Dicembre, per la competizione kartistica che può essere definita, senza esagerare, una vera e propria Olimpiade del Motorsport. Primo, perché chi è qui ha gareggiato, vinto e guadagnato questo ticket presenza grazie solo ai risultati ottenuti, secondo perché in uno sport dove notoriamente il mezzo a disposizione può fare la differenza a discapito del talento, i mezzi sono forniti dall’organizzatore, rigorosamente identici e testati perché non vi siano differenze significative di prestazioni e ultimo ma non meno importante, perché è una lunga festa di sport con 386 piloti in pista facenti parte di squadre nazionali che arrivano in pista da tutto il mondo, letteralmente. La filosofia del ‘concentrarsi solo sulla guida’ è da sempre il baluardo del mondo Rotax, che è divenuto uno standard per le gare nazionali di kart praticamente in tutto il mondo. Sono innumerevoli i piloti di auto professionisti, primo fra tutti Max Verstappen, che hanno mosso i primi passi nelle categorie Rotax ma è altrettanto vero che dal suo lancio, questo Campionato ha messo al centro di tutto un motore, il 125 Max, che fosse performante e affidabile nello stesso tempo (ad oggi, i tempi sul giro di un Rotax Max Evo sono gli stessi di un OKN, a circa 2 secondi da un OK Senior) che ha consentito e consente a molte persone comuni, senza budget faraonici, di gareggiare nel karting di alto livello. I fornitori dei telai della Finale in Bahrain sono 4, suddivisi per categorie: Birel Art nella DD2 (la classe col cambio di velocità) e Mini MAX, IPKarting nella Micro MAX e nella Junior MAX,CL Kart nella DD2 Master e Sodikart per la Senior MAX e le due categorie elettriche E10 ed E20Master, motori tutti rigorosamente identici e testati da Rotax prima dell’evento. Il pronostico è come sempre difficile, ma va detto che lo squadrone Inglese, paese dove la categoria gode di grandissima popolarità, è sempre uno dei favoriti, insieme ai tanti piloti dell’area BNL che molto probabilmente vedremo tra i protagonisti anche se le condizioni di parità tecnica lasciano ampio spazio ai tanti outsiders e newcomers.

ROTAX MAX GRAND FINALS SITO UFFICIALE e LIVE STREAMING: https://grandfinals.rotax-racing.com/
 

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!
Follow Us on Facebook