L’INTERVISTA: GIANCARLO TININI

Press Release by:
Columns: Intervista
È un appuntamento classico di fine anno la chiacchierata informale con il patron di CRG Giancarlo Tinini, un incontro nel quale si stilano i bilanci della stagione appena conclusa e si guarda all’anno che sta per iniziare parlando di obiettivi, sia sportivi, sia commerciali. L’occasione è sempre molto interessante anche per trattare temi di carattere generale che riguardano il karting, grazie a opinioni e punti di vista autorevoli, consolidati in oltre 40 anni di esperienza nel karting di alto livello.

La prima domanda riguarda, ovviamente, il bilancio sportivo della stagione agonistica appena conclusa:  

“Le corse internazionali, come noto, sono una vetrina e un banco di prova importante dal punto di vista tecnico per i telai che poi commercializziamo attraverso la nostra rete di vendita nei mercati nazionali e nei vari trofei monomarca. Per quanto riguarda il bilancio 2023 non possiamo che essere soddisfatti, in quanto siamo stati competitivi in tutte le categorie più importanti. Nei due Campionati Europei FIA più importanti abbiamo vinto gare, fatto pole position e chiuso da vice campioni, sia in KZ con Jeremy Iglesias, che in OK con Gabriel Gomez. Abbiamo ottenuto il titolo di vice campioni anche nel FIA World Championship KZ con Viktor Gustafsson e potevamo vincere il titolo mondiale OK se, come noto, non ci fosse stato contatto tra Gomez e Turney, quindi direi che il consuntivo dei risultati ottenuti nelle gare internazionali è molto positivo. A questi risultati, abbiamo affiancato anche ottime prestazioni nelle gare Champions of the Future e WSK, dove abbiamo anche vinto con il telaio Black Mirror nella categoria MINI, che ha una rilevanza importante in termini di praticanti e mercato. Parlando di stagione sportiva, un ringraziamento speciale va ai nostri partner motoristici: Gianfranco Galiffa per i motori TM delle classi KZ, a Nicola Boscaini per i motori Iame della categoria OK, a Jiří Machač per i motori TM della OK Junior e a Giovanni Salemi per la MINI Kart. Tutti hanno svolto un lavoro prezioso al nostro fianco, sempre in perfetta sinergia con il nostro staff tecnico condividendo obiettivi comuni.Tornando ai risultati ottenuti in pista dai telai CRG, devo anche complimentarmi con i tanti nostri team partner che hanno vinto e ottenuto risultati importanti nei Campionati Nazionali, dal Brasile alla Francia, così come abbiamo avuto una stagione molto positiva anche per quanto riguarda le partnership tecniche che, da anni, portiamo avanti con le aziende Maranello, DR e GP Racing”.

Quali aspettative avete per il 2024 dal punto di vista sportivo? 

“Ogni anno gli obiettivi per la nostra squadra corse sono gli stessi: assolvere i compiti di sviluppo tecnico dei nostri prodotti per quanto riguarda i telai e gli accessori, oltre a promuovere il nostro brand a livello internazionale. Entrambi questi obiettivi si raggiungono con i risultati, quindi la struttura tecnica, i piloti e gli investimenti che facciamo sono tutti orientati in questa direzione. A gennaio presenteremo la nostra line-up per quanto riguarda i piloti, dove avremo quasi una conferma in blocco dei piloti in KZ, mentre le novità più rilevanti le avremo in OK e OK Junior. Abbiamo annunciato anche un cambio al vertice dell’organigramma della nostra squadra corse, salutando Andrea Todisco, che andrà ad affrontare nuovi impegni professionali e promuovendo Brandon Nilsson e Natalia Balbo come team manager. Abbiamo fatto una scelta inusuale, ma che crediamo funzionale, in quanto i profili di Brandon e Natalia sono molto complementari e potranno suddividersi bene le responsabilità gestionali di una struttura complessa quale è il reparto corse di una casa costruttrice. Nei nostri programmi 2024 abbiamo confermato anche una struttura dedicata alla categoria MINI e presentato nei giorni scorsi una squadra corse anche a sostegno del nostro brand storico Kalì Kart. Seguendo il detto “squadra che vince non si cambia”, abbiamo confermato anche tutte le collaborazioni tecniche sul fronte motoristico. Al di fuori della nostra squadra corse, mi aspetto un ritorno commerciale e sportivo dal lavoro dei nostri team esterni e dai piloti che utilizzano i nostri telai nei Campionati Nazionali e nei Trofei di marca, in quanto potranno capitalizzare il lavoro di sviluppo fatto quest’anno che ha visto i nostri telai competitivi in tutte le categorie e con tutti i tipi di gomme utilizzate”.

Quali sono i punti che funzionano e quali si dovrebbero migliorare del karting internazionale attuale? 

“Questo tema lo affronto subito esprimendo preoccupazione per le gomme che sono state scelte dalla FIA per le categorie internazionali OK e OK Junior. La sensazione che abbiamo è che siano stati anteposti interessi finanziari a quelli tecnici e inizieremo la stagione senza avere dati e garanzie sufficienti. Personalmente non ho neanche apprezzato il calendario delle gare FIA che prevedono trasferte onerose e in paesi dove le ASN non sostengono le categorie internazionali. Detto questo, il grande problema del karting internazionale, ma allo stesso modo anche dei Campionati nazionali, rimangono i costi. È frustante dover ripetere sempre gli stessi concetti, ma anche in questo caso dobbiamo prendere atto che le Federazioni (Nazionali e Internazionali) non hanno ancora ideato alcuna politica e soluzione concreta su queste problematiche. Segnali positivi li posso intravedere nelle nuove motorizzazioni OKN, ma attenzione che tutto sarà inutile se si introduce una categoria semplificata e potenzialmente economica, per poi organizzare gare su 5 giorni, perché i costi del meccanico e di trasferta, vanificherebbero ogni risparmio”.

Dal punto di vista commerciale che bilancio traccia del 2023?

“Quest’anno abbiamo registrato un incremento dei volumi d’affari e, soprattutto, perseguito e intensificato le nostre strategie di diversificazione nei vari segmenti di mercato. CRG è conosciuta nel mondo per la propria gamma di telai Racing e per il palmares sportivo in ambito internazionale, ma se la produzione racing rimane il nostro core business, allo stesso tempo stiamo costantemente crescendo come quote di mercato anche nel segmento del Rental Kart e del Kart Promozionale. Quest’anno abbiamo avuto una stagione sportiva e risultati commerciali in crescita anche in Nord America dove operiamo con una società dedicata per l’importazione e il servizio clienti, così come abbiamo sottoscritto collaborazioni potenzialmente molto interessati come la fornitura di telai alla nuova serie Karting Champion League”.

Quali sono le previsioni per il prossimo anno?

“Ogni inizio di stagione rappresenta una nuova sfida e, le sfide, tecniche o sportive che siano, fanno parte del nostro DNA. Guardiamo al futuro sempre con grande ottimismo, cercando di fare tesoro delle nostre esperienze per alzare sempre l’asticella dei nostri risultati. Abbiamo tanti progetti attivi nel segmento racing, costanti progetti per migliorare la qualità nei processi di produzione e molte iniziative per continuare a crescere anche nel settore promozionale e rental”.

Quali ritieni siano i punti chiave del successo di CRG? 

“Dico spesso, quando incontro i clienti o i principali partner tecnici, che il brand CRG è stato costruito negli anni attraverso la serietà, la coerenza e la qualità dei prodotti che abbiamo sempre messo al centro dei nostri progetti. Questi valori ci vengono riconosciuti e sono molto apprezzati dal mercato”.

CRG è molto attiva anche nel segmento Rental. Quale bilancio fate delle vostre attività e che prospettive avete per il futuro?

“Il comparto del Rental Kart è molto importante per noi, sia dal punto di vista commerciale, in quanto numericamente molto rilevate se pensiamo al numero di piste presenti nel mondo, sia perché rappresenta una porta di ingresso al nostro sport per molti appassionati. Per questi motivi, da molti anni, siamo presenti in questo segmento di mercato con kart di elevata qualità, sia per offrire sicurezza e affidabilità ai gestori delle piste, sia per garantire un’esperienza di guida gratificate ai loro clienti. La nostra gamma di Rental Kart credo sia tra le più complete sul mercato e soddisfa tutte le esigenze, dal MINI Kart fino ai modelli Senior 4t ed elettrici. Come la qualità, un segno distintivo di CRG è il design che, anche in questo settore, è molto apprezzato. Negli ultimi anni abbiamo intensificato con successo anche gli eventi legati ai nostri Rental Kart, come la 24 Ore Karting e il World Contest, con l’obiettivo di fare conoscere maggiormente i nostri kart agli appassionati di questo settore e condividere iniziative promozionali con le nostre piste partner”.

Quale augurio può fare agli appassionati di karting?

“In primo luogo di divertirsi. Per questo motivo mi sono più volte espresso contro gli estremismi che già i ragazzi più giovani e le loro famiglie devono affrontare nella MINI Kart, ponendo addirittura in secondo piano la scuola. Ma anche chi è adulto e non può correre a livello internazionale deve trovare contesti a portata di budget e tempo per poter praticare il karting. Noi la nostra parte in questa direzione crediamo di farla offrendo agli appassionati vari livelli ed esperienze in pista, dalle gare professionali, fino agli eventi promozionali come il campionato Briggs e le gare Endurance o Sprint con i Rental Kart. Con un po’ di presunzione, pensiamo che chiunque sia appassionato di motori e di karting in particolare, con CRG possa trovare un partner in grado di soddisfare le sue esigenze”.

Press Release by: CRG - 29/12/23

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!