Niklas Schaufler, il nuovo karting è in movimento!

Columns: Intervista
Il pilota austriaco si è già messo in luce dopo le prime due gare, animando il nuovo karting proveniente dalla categoria Junior, con anche una dose di retrò. (sc)

L’inizio della stagione è spesso rivelatore di qui nomi in grado di brillare poi per un’intera stagione. In particolre questo 2024, dato che negli ultimi anni forse non è stato così, sembra promettere bene in OKJ, dove nelle prime due gare internazionali in programma, l’unico e indiscusso padrone della scena, nonché doppiamente vincitore, è stato l’austriaco Niklas Schaufler, classe 2010. La stagione 2023 è stata, per il pilota da sempre legato ai telai marchiati Fernando Alonso, l’ apprendistato necessario per accumulare chilometri, esperienza e lotte in gara totalmente diverse da quelle abituato a fare in 60 Mini, dove peraltro già spiccava tra gli altri. L’inizio di questa stagione sembra aver dettato un cambio passo, all’apparenza fisiologico ma quantomai stupefacente. Due gare e due vittorie, mai banali ma anzi combattute dall’inizio alla fine dimostrando velocità e aggressività. Elementi chiave che l’austriaco vorrà tenere e sviluppare in vista delle gare che conteranno per Campionato Europeo e Mondiale.

- Niklas ti aspettavi di vincere le prime due gare della stagione in questo modo? Hai battuto il campione del mondo e soprattutto hai dimostrato di essere molto maturo rispetto al 2023.
«Naturalmente tutti lavorano per vincere, ma non si può dire prima della gara chi vincerà. Io e Dries abbiamo fatto una gara dura e anche molto corretta, ma in ogni caso voglio vincere contro chiunque e non mi interessa contro chi sto correndo».
- Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione, oltre alla WSK?
«Posso dire che voglio dare il massimo in tutte le gare e sicuramente l'obiettivo è quello di diventare Campione del Mondo».

Quella livrea marchiata Beta
Schaufler è sempre stato noto per livree totalmente diverse dai compagni di squadra, esattamente come quest’ultima che vede il proprio kart in look totalmente arancione con il marchio italiano in bella vista. Colpo d’occhio che per i più esperti ricorderà sicuramente la storica livrea della March Formula 1 di Vittorio Brambilla, autore di una vittoria in carriera e proprio nel Gp d’Austria del 1975.
- Tutti hanno notato la tua livrea Beta. Come è nato l'accordo? Sapevi che Beta è stata una livrea storica molti anni fa in F1?
«Beta Austria è uno sponsor da quando avevo 6 anni, e sono molto felice che per quest'anno Beta International sarà il mio sponsor principale. Certo, conosco la storia di Brambilla e Beta, hanno anche vinto una gara in Austria! Nel 2023 abbiamo avuto Beta Utensili, con sede vicino a Monza, anche come sponsor di squadra e ora nel 2024 come mio sponsor principale personale».
- Come pensi di essere migliorato rispetto all'anno scorso?
«Penso di essere migliorato soprattutto per quanto riguarda la fiducia in me stesso».

Foto: Fotocar13/Archive

Created by: fmarangon2 - 02/02/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!