Di nuovo in gara dopo 5 anni: De Conto c’è

Columns: Primo Piano
Il pluricampione del mondo è tornato sui campi di gara internazionali del WSK questo weekend a Franciacorta dopo 5 anni di assenza. La sua performance è stata di tutto rispetto, considerando la sua scelta di rientrare in una categoria e nello specifico in una competizione dove il livello dei piloti è molto alto. (mb)

Questa domenica, proprio mentre compiva 32 anni, De Conto si trovava per l’ennesima volta lì davanti in una finale KZ2 di gare internazionali.  A 32 anni si potrebbe già fare un pensierino alla KZ Master e aspettare qualche anno a tornare per non doversi scontrare con piloti molto più giovani che sono in kart un giorno sì e l’altro pure, ma De Conto, come si può intuire, ama le sfide. In qualifica, se si guarda la classifica De Conto è risultato “solo” ventiduesimo, a tre decimi dal primo, ma parlando con lui ci ha raccontato che “per colpa mia ho sbagliato una marcia in una curva, perdendo un decimo e mezzo che mi ha compromesso il tempo di qualifica”. Nelle manche, causa l’errore in qualifica, è sempre dovuto partire decimo, ma Paolo è sempre riuscito a risalire con sorpassi tra la quinta e la sesta posizione. “Avrei potuto fare meglio anche nelle manche, ma la nuova generazione di piloti pensa più a chiudere che a sorpassare quelli davanti” ci spiega. Nella prefinale è riuscito a sfilare secondo, ma le gomme rispetto agli altri erano messe peggio e a dunque chiuso in quinta posizione. In finale partiva settimo (un ottimo risultato considerando la 22esima posizione delle qualifiche), con un’ottima partenza che lo ha visto prendere la terza posizione. Il duro controsorpasso di Bertuca però la ha destabilizzato, facendo poi passare anche Denner. Sarà proprio con Denner che succederà il fattaccio: al tornante prima del rettilineo De Conto cerca di risorpassare Denner che però anticipa la curva per chiudere De Conto. Il contatto ovviamente avviene e De Conto esce fuori dai giochi, quando magari poteva finire qualche posizione avanti. Inutile cercare di capire chi ha torto o ragione (sebbene al corrispettivo sorpasso di Denner su De Conto il nostro italiano lo spazio lo ha concesso). La nostra impressione è che De Conto si sia ritrovato a correre in una categoria che è diventata ancora più aggressiva da quando lui l’aveva lasciata e avversari come Denner (notoriamente aggressivo) e Bertuca di certo non corrono con il tutù. Inoltre bisogna considerare che De Conto deve ancora ambientarsi con il nuovo materiale: “Prima dei miei cinque anni di stop alla fine ho corso sempre con CRG e potevo guidarlo a occhi chiusi. Con Parolin ho fatto solo due giorni di test, quindi ci vorrà del tempo per creare una base di partenza. Ad ogni modo siamo molto soddisfatti di questa prima uscita, perché la nostra velocità era da podio. Ora vediamo se correre alla Winter Cup a Lonato o al WSK sempre qua a Franciacorta. Loro vorrebbero che io facessi qualsiasi gara, ma il mio lavoro attuale non me lo permette!”
 
Photocredit: Sportinphoto

Created by: fmarangon2 - 21/02/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!