Enzo Trulli: quando il pilota prende la patente

Columns: Dal Kart alla F1
Fa spesso sorridere pensare ad un pilota professionista che deve confrontarsi con cartelli di Stop e precedenza, ma se un tempo forse essere spericolati in strada era una base su cui diventare piloti, in età adulta, chi inizia a correre da piccolo ha un’attitudine diversa e più in linea con le regole del codice della strada.

Un tempo si diventava piloti, spesso, scoprendo i propri talenti al volante di un’auto stradale. Inviti del tipo “Perchè non vai in pista?” erano spesso la base di partenza, da parte di qualche amico o familiare terrorizzato dalle gesta spericolate dell’aspirante pilota. Oggi il rapporto con la velocità dei giovanissimi piloti, che a 18 anni già governano mostri da centinaia di cavalli sulle piste più tecniche al mondo, è nettamente diverso. Enzo Trulli, all’indomani dell’esame per la patente, ne è una prova. In Super Formula Lights (la F3 Giapponese), nel 2023 Enzo ha vinto 2 gare, ottenuto 4 podi e chiuso nella top 5 in campionato, al suo primo anno. Prima, è stato campione di F4UAE nel 2021 oltre ad avere corso in F3 con Carlin nel 2022 e in Euroformula, ancora giovanissimo ma con una lunga esperienza di monoposto alle spalle. Con un istruttore di guida al proprio fianco però, un diciottenne come tanti:
«Sicuramente è molto diverso dalla pista, il concetto è completamente diverso, in pista non hai così tante regole e non hai troppe cose da guardare intorno. Hai davanti solo la pista, mentre in strada ci sono mille cose a cui devi fare attenzione, specialmente i pedoni e tutti i segnali che devi rispettare. Anche la velocità è un fattore che è molto strano, in pista tu cerchi sempre di andare il più veloce possibile mentre in strada spesso è l’esatto contrario, visti i limiti» Enzo peraltro vive in Svizzera, dove il codice della strada è parecchio rigido. Sulla patente ai 16enni però pensa che non sia appropriato: «L’età giusta per la patente è e rimane 18, perché non bisogna guardare a noi piloti che quando prendiamo la patente abbiamo una lunga esperienza oltre che riflessi molto allenati. In generale è una questione di maturità e quindi penso che per chi non ha mai guidato l'età dei 18 sia giusta.» Un po’ diverso però il discorso sui giovanissimi in monoposto, in alcuni paesi anche prima dei 15: «In quanto invece ai ragazzi che passano già in monoposto a 14 anni, secondo me è ancora un po' prematuro anche se pure qui, dipende da persona a persona, se un bambino è più maturo e vedi che si trova a suo agio con una monoposto ci può anche stare, difficile generalizzare su questo. Ormai poi tutti quanti passano in monoposto molto presto quindi sarà difficile cambiare le cose a livello regolamentare.»
Sul fatto che il pilota debba fare 'il matto' per strada al volante, Enzo ben rappresenta il pensiero di parecchi ragazzi di oggi ‘con la testa sulle spalle’: «Io personalmente capisco molto bene che la pista è una cosa e la strada è un'altra, ci sono pericoli diversi e in strada non hai per nulla la sicurezza che hai in pista e che hanno le macchina da corsa e i circuiti di oggi quindi a maggior ragione un pilota capisce che andare forte in macchina per strada non è assolutamente la cosa giusta, metti in pericolo gli altri e anche te stesso, punto.»
Per la stagione 2024 il programma di Enzo non è ancora definito al 100% ed è un po’ un peccato perché dal suo passaggio in monoposto ha sempre mostrato un gran potenziale in macchina, e come altri piloti in F3, nella sua unica stagione (il 2022) ha sofferto il fatto di non poter girare molto nei weekend di gara e non ha raccolto quanto sperato. La F3 di oggi infatti è una categoria che per come è strutturata nei regolamenti non permette ai piloti di guidare molto e a volte rischia anche di compromettere il percorso verso i vertici e il fatto che il management di Antonelli abbia deciso di fare il salto direttamente in F2 – vedremo a fine anno se sarà stata una scelta azzeccata – in qualche modo corrobora questa valutazione.
 

Created by: fmarangon2 - 02/03/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!