I 4 tempi si esaltano a Cervia

Columns: Gare
La pista “old style” di Cervia si è confermata tra le più adatte per esaltare i piloti delle 4 categorie Briggs, protagonisti di gare spettacolari con tanti duelli avvincenti conclusi solo sotto alla bandiera a scacchi al fotofinish. Il 3° appuntamento del Campionato Nazionale ha confermato lo stato di forma di tanti protagonisti di questo inizio di stagione, ma ha anche rilanciato nomi nuovi in chiave Campionato

Per quanto riguarda le singole classifiche, nella Mini detto che si è confermato al top in entrambe le Finali Manuel Calendi, va detto ricordato anche del rientro positivo del Campione Nazionale in carica Mattia Finadri, che ha conquistato un doppio podio, così come ha disputato un ottimo weekend Elias Rubin, due volte 3° classificato. Nella Junior Alessio Zacchi ha ottenuto una doppia vittoria precedendo in entrambe le Finali Marco Difino, così come nella Senior Alessandro Botti e nella Master Massimo Cavalieri hanno ottenuto entrambe le vittorie, confermandosi i piloti da battere nelle rispettive categorie. 
Nelle classifiche di Campionato ha allungato nella Mini Manuel Calendi, che sale a quota 145 punti contro i 103 di Luca Falcone e 95 di Elias Rubin, nella Junior Alessio Zacchi con la 4ª vittoria stagionale si è portato a 119 punti e allunga su Mattia Masciarelli a 101 e Marco Difino a 99, nella Senior Alessandro Botti è sempre più leader con 108 punti, ma al 2° posto è risalito con 76 punti un protagonista storico del Campionato come Andrea Ceccato del team Raceland. Per quanto riguarda la Senior, va detto invece del weekend molto sfortunato di Marco Gaspari, fuori per un contatto di gara nella 1ª Finale e poi impossibilitato a prendere il via in Gara 2 per i danni riportati dal suo telaio. Nella categoria Master, infine, per quanto riguarda la classifica provvisoria di Campionato, Massimo Cavalieri ha allungato su Andrea Ravaglia portandosi a 128 punti contro i 116 dell’avversario, mentre al 3° posto rimane Michele Ottini con 99. 
Nella speciale graduatoria riservata ai team, Scuola Karting Abruzzo Academy guida la classifica generale provvisoria con 512 punti davanti a Zena Karting con 490 e Vmax Racing con 483. 
I motori Briggs Kart si accenderanno di nuovo per la 2ª giornata di test collettivi stagionale in programma ad Ala sabato 25 maggio, appuntamento che farà da prologo al 4° Round di Campionato che si svolgerà in notturna sempre sulla pista di Ala sabato 8 giugno. 
 
MINI - In Gara 1 il poleman Manuel Calendi è partito bene e ha controllato nei primi giri il compagno di colori Elias Rubin (Vmax Racing) e nella 2ª parte di gara il ritorno del Campione Nazionale Mattia Finadri, bravo a fare pressione al leader fino sotto alla bandiera a scacchi, ma senza trovare lo spunto per il sorpasso. Al 3° posto ha chiuso Elias Rubin, che ha preceduto Luca Falcone e Vittorio Monti, rispettivamente saliti sul 4° e 5° gradino del podio. Ha disputato una gara concreta anche Micheal Airoldi, 6° classificato, così come un ottimo passo gara ha dimostrato Corrado Brugnoli, che ha concluso in 7ª posizione. La top ten è stata completata da Loris Accomasso, partito in fondo allo schieramento per un problema al suo telaio riscontrato nelle prove libere, mentre Schirrippa ha concluso in 9ª posizione davanti a Polloni e Paganin, quest’ultimo alla gara di debutto. In Gara 2 si è confermato vincitore Manuel Calendi, ma la pressione di Finadri che ha concluso al 2° posto è stata più forte e sottolineata anche dal giro più veloce in gara. Al 3° posto si è confermato Elias Rubin, autore di un weekend senza errori e che gli garantisce il 3° posto anche in Campionato, mentre sul 4° e 5° gradino del podio sono saliti Michael Airoldi e Loris Accomasso, quest’ultimo capace di agguantare il podio in extremis, a parziale consolazione di un weekend molto sfortunato. In 6ª posizione ha chiuso Gara 2 Luca Falcone, che ha perso il podio per una penalità ricevuta per non aver rispettato l’allineamento in partenza, mentre in 7ª posizione ha chiuso Michele Polloni. A seguire, Corrado Brugnoli dopo una penalità di 3” per un contatto di gara è stato classificato in 8ª posizione davanti a Schirrippa, Monti e Paganin. 
 
JUNIOR - Pole e doppia vittoria (in Gara 1 e Gara 2) per Alessio Zacchi (Keystone Sporting Kart) a Cervia, ma per lui è non è stato semplice come sembrerebbe, infatti, un ottimo Marco Difino in Gara 1 è arrivato al fotofinish classificandosi 2° solo per 15 millesimi, mentre in Gara 2 il distacco è stato poco più di 1 decimo. Il podio in Gara 1 è stato completato da Federico Chenda che è salito sul 3° gradino, mentre al 4° e 5° posto si sono classificati Mattia Masciarelli e Simone Grasso. Sempre in Gara 1, va detto dell’ottima prova di Thomas Petrulli 6° classificato e di Andrea Thej, 7° al traguardo e autore del giro più veloce in gara. Bella gara anche per Marco Sinis, 8° classificato davanti a Jacopo Guernieri e Danny Caimmi. In Gara 2, invece, alle spalle della coppia Zacchi-Difino, il 3° posto è andato a Mattia Masciarelli, mentre Simone Grasso e Federico Chenda hanno conquistato la 4ª e 5ª posizione sul podio. Ancora in evidenza anche Andrea Thej, che ha chiuso Gara 2 in 6ª posizione davanti a Petrulli, Baccino, Sinis e Guernieri. 
 
SENIOR - In Gara 1 Alessandro Botti del Copat Team Ferlito è scattato molto bene dalla pole e complice la bagarre dei primi giri alle sue spalle, ha subito guadagnato un gap di quasi 3” che ha gestito fino alla bandiera scacchi, conquistando il suo 3° successo stagionale. Alle sue spalle è risalito bene Andrea Ceccato che ha preceduto, al termine di un bel confronto in pista, il compagno di team (Raceland) Christin Puddu, mentre al 4° posto ha chiuso Dmytro Kryzhanovskyi, che ha fatto segnare il giro più veloce della corsa. L’ultimo gradino del podio è andato a Nicholas Russo, mentre Riccardo Baldon ha perso il podio solo negli ultimi giri conquistando comunque un buon 6° posto. In 7ª posizione si è classificato Giorgio Rosin, quindi Francesco Ceola ha preceduto Federico Gallesi, che ha ricevuto 5” di penalità dalla direzione gara per il contatto che ha eliminato Marco Gaspari mentre occupava la 3ª posizione. Per Gaspari, che si era presentato a Cervia al vertice della classifica di Campionato insieme a Botti, la disfatta è stata doppia perché oltre al ritiro in Gara 1, a causa dei danni riportati al telaio, non ha potuto prendere parte a Gara 2, scalando così anche in Campionato dal vertice al 5° posto. Tornando alla classifica di Gara 1, la top ten è stata completata da Vincenzo Cameli. In Gara 2, Alessandro Botti è stato molto bravo a ripetersi anche con il motore fornito dai Commissari tecnici, ma questa volta ha preceduto un velocissimo Dmytro Kryzhanovskyi, mentre Andrea Ceccato ha chiuso al 3° posto. Sul 4° gradino del podio è salito anche Mirko Barletta dopo un bel recupero da centro gruppo, mentre al 5° posto si è classificato Christian Puddu. Sul podio sotto alla bandiera a scacchi aveva terminato anche Riccardo Baldon, ma una penalità per mancato allineamento al via ha retrocesso il pilota laziale in 8ª posizione, anche alle spalle di Russo e Rosin, rispettivamente 6° e 7° al traguardo. La top ten è stata completata da Vincenzo Cameli e Federico Gallesi, rispettivamente 9° e 10° sotto alla bandiera a scacchi. 
 
MASTER - Massimo Cavalieri (Scuola Karting Abruzzo Academy) dalla pole position ha preso subito un piccolo margine al via di Gara 1, mentre alle sue spalle il duello tra Andrea Ravaglia, Andrea Guglielmetti, Enrico Ferdusi e Michele Ferrando è stato molto avvincente, tanto che sotto alla bandiera a scacchi la lotta per il 2° posto ha visto un trenino di ben 6 piloti arrivare in “volata”. Molto bravo è stato Ravaglia, che ha saputo controllare l’ultimo attacco di Guglielmetti e Ferdusi che hanno concluso al 3° e 4° posto divisi da pochi centimetri, mentre il 5° gradino del podio è andato a Michele Ferrando. Per poco più di 4 decimi ha perso invece il podio Ivan Baronchelli, 6° classificato davanti a Michele Ottini che, a Cervia, non ha vissuto certamente il suo miglior weekend. Anche il suo compagno di team nello Zena Karting Tarik Amou ha raccolto meno delle gare precedenti classificandosi solo in 8ª posizione, ma ha saputo comunque battere al fotofinish un ottimo Rosolino Caralla, mentre Roberto Cazzolli ha chiuso la top ten. In Gara 2 Massimo Cavalieri si è confermato al top anche con il motore fornito dai Commissari tecnici, con il quale ha fatto segnare anche il giro più veloce della corsa. Alle sue spalle, ancora una bella gara di Andrea Ravaglia che ha chiuso al 2° posto davanti a un incisivo Enrico Ferdusi, mentre Andrea Guglielmetti si è classificato al 4° posto precedendo il compagno di squadra Michele Ferrando. Ancora fuori dal podio Michele Ottini, ma con il 6° posto il pilota del team Zena porta a casa comunque punti importanti, come quelli di Tarik Almou, che si è classificato alle sue spalle. La top ten è stata completata da Caralla, che ha preceduto Baronchelli e Cazzolli.
 
Promosso ancora una volta a pieni voti il “nuovo corso” delle verifiche tecniche, con Alessandro Botti (Copat Team Ferlito) nella Senior che ha vinto Gara 1 con il suo motore e si è confermato sul gradino più alto del podio anche in Gara 2 con con quello fornito dal promoter, così come ha saputo fare anche Massimo Cavalieri di Scuola Karting Abruzzo Academy nella Master, vincitore di Gara 1 con il motore di proprietà e poi ancora 1° classificato anche con il motore fornito dal promoter. Lo stesso discorso vale per la Mini, categoria dove tutti i motori sono forniti a sorteggio dal promoter e dove Manuel Calendi ha preceduto Mattia Finadri in Gara 1 con un motore e in Gara 2 si è confermato vincitore anche con uno differente. 

 

Created by: fmarangon2 - 07/05/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!