Travisanutto di nuovo in pista con un 100cc: a Jesolo sul kart di Magnussen

Columns: Kart Leggendari
Nella kermesse organizzata da ASI dello scorso fine settimana a Jesolo si è visto più di qualche volto noto e storico del mondo del karting, incluso Lorenzo Travisanutto, che questa volta è sceso in pista con un kart Formula K gommato 6” (fm)

L’ASI Go Kart Show di Jesolo sta diventando un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati del karting d’epoca, che come rivela la fitta attività social di tanti gruppi e pagine, è sempre più numeroso.  L’evento organizzato dalla Commissione Kart dell’Automotoclub Storico Italiano è in assoluto il più importante e partecipato a livello internazionale, con team e piloti che scendono in pista per turni non competitivi, ma che riportano alla memoria i bei tempi andati.

In questa edizione a far sognare i nostalgici ci ha pensato Giorgio Pantano che dopo parecchi anni (lo scorso anno non aveva potuto guidare a causa di problemi fisici) si è rimesso a volante di un kart “replica” di quello con cui è rimasto impresso nella memoria di molti, in questo caso un Crg Kalifornia con motore Crg S20/T1 con carburatore Ibea da 24mm (quindi in configurazione Formula A) – adesivo di Vroom sul frontalino compreso.

Lorenzo Travisanutto, due volte Campione del Mondo OK (2018 e 2019) e Mondiale KZ2 nel 2021, che già qualche mese fa in un test organizzato da Vroom aveva provato a mettersi al volante di un FSA, ha questa volta portato in pista un altro kart leggendario, il Crg-Rotax con cui Jan Magnussen (come il Friulano, anche lui 3 volte Campione del Mondo di Kart n.d.r.) vinse nel 1990 il Mondiale Formula K «Se devo essere sincero, a livello di prestazione pura questo mezzo non mi ha esaltato come il FSA provato lo scorso anno a Cremona, ma va detto che questa manifestazione aveva uno scopo diverso e io nella fattispecie ho girato solo per 15 minuti. In quel caso invece si trattava di un test dove cercavamo il limite del mezzo per confrontarlo con un OK. Ho preso un volo appositamente per rientrare ed essere sui con gli amici del team Brask che mi hanno invitato ma ne è valsa la pena, guidare questi mezzi è sempre un piacere.» In merito alle ruote da 6 pollici con cui è sceso in pista Travisanutto, c’è da dire che non si trattava di gomme ‘nuove’, come ci ha spiegato lo stesso Martin Christensen: 30 anni sono parecchi da portare in pista per una gomma.

«Mi dispiaceva “bruciare” un set di gomme nuove e quindi ho girato con quelle già montate - ci ha detto Lorenzo - ed è comunque incredibile riscontare che questi kart, che hanno un fascino speciale e hanno formato grandi campioni siano dopotutto così più lenti sul giro rispetto ai kart attuali, ma questa è un’altra storia.» Già, come non essere d’accordo con lui, che ci ha confidato che farà di tutto per essere in gara a fine Luglio, nell’evento agonistico clou della 100cc storica il CKR Euro Grand Prix a Vojens, in Danimarca dove potrà misurarsi con veterani e con i nuovi amanti di questa categoria. Per la cronaca, oltre ad una pletora di kart d’epoca di ogni foggia e categoria, a Jesolo sotto alla tenda di Peter De Brujin si sono visti il kart con cui lo stesso Peter vinse il mondiale nel 1980 (dove Senna fu secondo e Fullerton terzo..) e l’originale Gillard Rotax con cui Kimi Raikkonen gareggiò in FSA nel 1999.
 
Photocredit: Team Brask © - Pantano Team - PDB
 

Created by: fmarangon2 - 21/05/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!