Qualcuno ha dimenticato l’omologa della Minikart XS

Columns: Primo Piano
Proprio mentre il presidente Raffaele Giammaria annuncia un test in pista per limitare le prestazioni della Minikart Under10, gli ricordiamo che esiste già la classe Minikart XS, omologata e di ben 20 km/h più lenta in rettilineo… (p.m.)

Questa mattina è stato diramato un comunicato dalla Federazione Italiana, con il quale il presidente Raffaele Giammaria ci informa che si sarebbe tenuto a Franciacorta il primo test organizzato con i costruttori dei motori della classe 60 cc per determinare un nuovo regolamento con il più nobile e auspicato fine: ridurre le prestazioni della Minikart Under 10. 

Per chi, come noi di Vroom, segue la classe 60 cc con particolare attenzione, un’affermazione del genere non può che provocare giustificate perplessità. Il presidente Giammaria, infatti, forse ha dimenticato che già da questa omologazione di motori è stata omologata, dalle stesse autorità sportive competenti, la classe Minikart XS, deliberata dopo un positivo test tenutosi a Cremona con la partecipazione degli stessi costruttori dei motori 60 cc. (leggi anche: Non ho l’età)

Il regolamento tecnico approvato, ma MAI attuato, prevede infatti che la Under 10 sia nominata Minikart XS, differenziandosi dalla Gruppo 3 per il Carburatore più piccolo con diffusore da 15 mm anziché 18 mm, Centralina elettronica con limitatore a 12000 giri, rapporto finale con Pignone 11 denti e Corona massimo 75 denti. In questa configurazione la Minikart XS ha girato 1 secondo al giro più piano del Gruppo 3 ma, soprattutto, ha visto diminuire la velocità massima di circa 20 km/h, che rappresenta il raggiungimento dell'obbiettivo primario di quei test. 

La domanda che vorremmo porre al presidente Raffaele Giammaria è la seguente: se il test è stato eseguito con successo, se l’autorità sportiva ha omologato la categoria Minikart XS per la Under 10, se bastano 3 semplici ed economiche modifiche reversibili per poi poter utilizzare il motore indifferentemente nella XS e Gruppo 3, a cosa servirà mai un altro incontro in pista e un altro test? Per deliberare di nuovo la XS Under 10 con carburatore piccolo, centralina con limitatore di giri e rapporto semi-fisso? 
Per chi mastica karting da tanto tempo, è chiaro che questo risultato è già il massimo che si può ottenere bilanciando l’interesse di ridurre la velocità, non cambiare troppe carte in tavola e il contenere i costi. Perché, come noto, il problema non è tanto il tempo sul giro, quanto le velocità massime raggiunte da questi bimbetti. 

Detto questo, non possiamo che chiedere al presidente Raffaele Giammaria perché, invece di non dare immediata attuazione alla categoria XS già dall’inizio dell’anno visto che era stata collaudata, approvata e omologata, a metà stagione ricomincia a fare gli stessi test già fatti in precedenza? Quanto costa alla federazione (non ai motoristi…) spostare persone in pista, organizzare il test, analizzare i dati acquisiti e deliberare di nuovo, magari, le stesse modifiche?
Oppure Giammaria non ricordava l’esistenza della Minikart XS? 

 

Download: 

Created by: cggiuliano - 28/06/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!