Verstappen – Norris: chi si ricorda di Verstappen – Nielsen?

Columns: Dal Kart alla F1
L’episodio del 2013, in Bahrein, quando Max Verstappen chiuse Nielsen facendogli perdere il Mondiale KF ci ricorda la natura coriacea del pilota Olandese che, quando messo alle strette, si adegua al protocollo dei cannibali del Motorsport: vincere ad ogni costo. (fm)

C’è stato un periodo, nemmeno troppo lontano in cui il Mondiale di kart si assegnava in due prove. Siamo a fine Novembre del 2013 e il sedicenne Max arriva in Bahrein, per la seconda e decisiva prova del Mondiale monomarcia (l’attuale OK) carico per la recente conquista del Mondiale KZ e deciso ad entrare nella storia con una doppietta Mondiale: il suo passaggio in auto è grossomodo già deciso ma ricordiamo che Max è solo un forte pilota di kart al momento, non il tre volte campione del Mondo di F1 che ormai tutti conoscono oggi, e che tutto è ancora da scrivere.

Dentro a quel ragazzo, tuttavia, c’è quella sete di vittoria che tuttora anima ogni gara a cui prende parte, quelle in cui per manifesta superiorità del mezzo rifila mezza pista a tutti e quelle in cui, come in Austria, non tutto va come lui vorrebbe. Quella sera, dopo delle manche e una prefinale sempre al vertice, Max ha qualche difficoltà con le gomme e si vede fin da subito, anche se riesce a staccare per primo alla prima curva. Nell’arco di qualche giro Joyner e gli inseguitori gli sono alle spalle e soprattutto lo è, in maniera sempre più pressante, il danese Niklas Nielsen (il fresco vincitore della 24h di Le Mans sulla Ferrari, sì, proprio lui n.d.r.), principale contendente al titolo e, se la gara dovesse mettersi bene, futuro Campione del Mondo in quanto gli basterebbe vincere e che Verstappen sia terzo. Quando Joyner lo passa è chiaro che Verstappen, probabilmente, non tornerà a casa da Campione del Mondo, ma lui è già Max Verstappen, quello che ha in testa di vincere 8 Mondiali di F1 e poi ritirarsi, eventualmente.

C’è un breve dritto prima della curva a destra che immette sul rettilineo del traguardo e Nielsen, dopo avere marcato stretto per un po’ di curve Max prova ad infilarsi ma niente, Max cambia repentinamente traiettoria e il contatto è inevitabile: il Danese vola fuori con danni irreparabili al mezzo mentre Max riprende infondo al gruppo la gara, dalla quale verrà squalificato per la manovra poco ortodossa e palesemente scorretta con cui ha spento i sogni di gloria del suo rivale. Quel Mondiale andrà a Joyner che con soli 29 punti porta a casa il bottino più importante al termine di una gara che molti ricorderanno per aver mostrato di quale pasta fosse fatto Max Verstappen: gli stessi che ieri, vedendo il finale del GP Austria 2024 e l’incavolatura di Norris, non si sono meravigliati che Verstappen abbaia fatto il ...Verstappen.

Ironia della sorte? Quella sera in Bahrein, sul gradino più alto della KFJ, indovinate chi salì? Un piccolo Inglese del ‘99, che nella sua carriera kartistica non ebbe mai l’occasione di gareggiare contro quell’Olandese di cui tutti parlavano quella sera...

Created by: fmarangon2 - 01/07/24

Naviga le Rubriche

RACES

INTERVIEWS

ON THE TECHNICAL SIDE

FROM KART TO F1

SIM - Racing Simulator

OPINION

PROSSIME GARE

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato sulle ultime notizie dal mondo del kart!